Il necrologio di Rosi: "Non fiori, ma solidarietà per immigrati"

La figlia Carolina sul Messaggero invita quanti si uniscono al lutto a non portare fiori

Il necrologio di Rosi: "Non fiori, ma solidarietà per immigrati"

"Non fiori ma solidarietà per gli immigrati": così, con questa singolare formula che rivisita il classico "non fiori ma opere di bene", ha deciso di dire addio al regista Francesco Rosi la figlia Carolina con un necrologio sul Messaggero di ieri.

"Ieri 10 gennaio a Roma nella sua casa - si legge nel necrologio - si è spento alla età di 92 anni il regista Frabncesco Rosi. Ne dà il triste annuncio la figlia Carolina. Lo si potrà salutare alla Casa del Cinema di Roma in largo Mastroianni 1, lunedì 12, dalle ore 9 alle ore 18. Non fiori ma solidarietà per gli immigrati"

Il grande regista spentosi due giorni fa nella Capitale ha sempre fatto dell'impegno sociale e del cinema d'inchiesta le bandiere della propria cifra artistica. Oggi dalle 9 alle 18 è aperta la camera ardente alla Casa del Cinema di Roma in Largo Mastroianni, visitata anche dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti