Cronache

Neonata muore dissanguata nella vasca da bagno subito dopo il parto

La piccola sarebbe venuta al mondo nella vasca di un Bed and Breakfast dietro alla stazione Termini. La madre le avrebbe tagliato il cordone ombelicale, provocandole la fatale perdita di sangue

Neonata muore dissanguata nella vasca da bagno subito dopo il parto

Sarebbe morta dissanguata accanto a sua madre, in una vasca da bagno, appena venuta al mondo accanto a sua madre. È accaduto a Roma, il 3 maggio scorso, in un Bed and Breakfast di via Turati, al civico 140, poco lontano dalla stazione Termini, nel centro della capitale. A partorire la piccola, una donna coreana di 29 anni. Dopo il fatto, la Procura di Roma ha avviato un'indagine delegata ai poliziotti della Squadra Mobile e a quelli del commissariato del Viminale. Al termine degli accertamenti, la giovane è stata iscritta nel registro degli indagati con l'accusa di "infanticidio in condizione di abbandono materiale e morale".

La donna, interrogata dal pubblico ministero titolare del fascicolo, si sarebbe giustificata raccontando di essere venuta in Italia in vacanza ignara della gravidanza. Proprio per questo motivo, nella notte tra il 3 e il 4 maggio scorso, dopo aver avvertito i primi dolori del parto, avrebbe fatto nascere la piccola. Subito dopo avrebbe preso delle forbici per tagliare il cordone ombelicale della bambina. Sulla base degli accertamenti, i pm si stanno apprestando a chiudere l'indagine e a chiedere il processo per la donna. Il sospetto è, appunto, che si sia trattato di infanticidio.

Commenti