Nicoletta, sparita a Marsala e trovata morta nei campi: due fermi per omicidio

Nicoletta non era più rientrata a casa dopo essere uscita con un'amica, sabato sera. Nella notte il ritrovamento del cavadere

Nicoletta, sparita a Marsala e trovata morta nei campi: due fermi per omicidio

Maglione bordeaux e pantaloni grigi. Era ciò che indossava Nicoletta Indelicato, 25 anni, la sera della scomparsa, nella notte tra sabato e domenica scorsi. Non era più rientrata nella sua casa a Marsala, dopo essere uscita con un'amica e i genitori ne avevano denunciato la sparizione. La notte scorsa, le forze dell'ordine hanno rinvenuto il corpo della 25enne nelle campagne marsalesi di contrada Sant'Onofrio.

Poi, stamattina, la svolta nelle indagini: la giovane è stata uccisa e, per il suo omicidio, sono stati fermati il 34enne Carmelo Bonetta e la 29enne Margareta Buffa, entrambi residenti a Marsala. I due sono accusati dell'omicidio e della soppressione del cadavere di Nicoletta. La notizia della scomparsa della giovane era stato il sindaco di Marsala, Alberto di Girolamo che, sul suo profilo Facebook aveva condiviso una foto della 25enne, spiegando: "La giovane, nella notte fra sabato e domenica, dopo essere uscita con un'amica, non ha fatto più rientro nella sua abitazione. Da qui la denuncia presentata dai genitori in grande apprensione per la figlia. Quando ha fatto perdere le sue tracce la ragazza, di corporatura normale, vestiva un maglione bordò e un paio di pantaloni grigi".

Sulla scomparsa di Nicoletta era stato tenuto, lunedì, un vertice in prefettura a Trapani, al quale avevano parteciparo le forze dell'ordine: durante la riunione era stato deciso di richiedere la collaborazione di cittadini nelle ricerche, nella speranza di ritrovare la 25enne. Invece, la scorsa notte, la tragica scoperta ha fatto cadere ogni speranza.

Gli inquirenti sono arrivati alla verità grazie alle immagini di videosorveglianza di un locale del centro, dove la 25enne era stata notata, nelle prime ore di domenica, in compagnia di Margareta Buffa. La ragazza è stata ascoltata più volte, insieme al fidanzato, ma i due avrebbero fornito dichiarazioni contrastanti rispetto agli elementi acquisiti dai carabinieri. Alla fine, Carmelo Bonetta ha confessato il delitto, consentendo il ritrovamento del cadavere.

Secondo una prima ricostruzionie, nella notte tra sabato e domenica, Nicoletta e Margareta si sarebbero incontrate in un locale di Marsala. Poi le due sarebbero salite sulla macchina della Buffa. Nel bagagliaio era nascosco il ragazzo che, uscito, l'avrebbe colpita con un coltello, più volte. Poi, avrebbe cosparso il corpo della 25enne di benzina e avrebbe dato fuoco al cadavere. Il movente dell'omicidio sarebbe legato a una lite precedente tra i tre giovani.

Commenti