Nigeriano contromano travolge e uccide 46enne: omicidio stradale

Secondo le ultime informazioni, il 20enne ha imboccato via Cocconcelli contromano ed a velocità elevata, finendo col travolgere la vittima mentre attraversava la strada. Muore un ingegnere di 46 anni dopo aver violentemente sbattuto la testa sull'asfalto

Nigeriano contromano travolge e uccide 46enne: omicidio stradale

È stato accusato di omicidio stradale il giovane nigeriano che lo scorso giovedì pomeriggio ha investito con la propria bicicletta un ingegnere di 46 anni, causandone la morte. Il tragico incidente si è verificato in via Cocconcelli, nell'antico quartiere di Oltretorrente, a Parma.

La vittima, il dott. Oscar Ragazzoni, era in pausa dal lavoro e si stava recando al bar, quando è stato travolto dall'africano. Quest'ultimo, secondo le ultime notizie, stava pedalando a forte velocità e, dopo aver percorso piazzale Picelli, aveva imboccato contromano la strada dove stava attraversando l'ingegnere.

Violentissimo lo scontro fra lo straniero sulla bici ed il pedone. Il 46enne è stato sbalzato ed ha battuto la testa sull'asfalto, restando poi immobile. Sul posto si sono precipitati i soccorritori del 118, che hanno presto compreso la gravità della situazione.

Ragazzoni è stato trasportato d'urgenza al pronto soccorso dell'ospedale Maggiore di Parma, ed immediatamente trasferito nel reparto di rianimazione. Nonostante il tempestivo intervento dei medici, l'uomo è deceduto sabato mattina.

Accompagnato a sua volta in ospedale per medicare le ferite riportate in seguito all'impatto, il nigeriano è stato ora incriminato per omicidio stradale. Del caso si sta occupando anche la polizia municipale, impegnata a ricostruire le esatte dinamiche dell'incidente.

Ancora nessuna notizia in merito a provvedimenti penali presi nei confronti dello straniero, un richiente asilo di 20 anni con regolare permesso di soggiorno.

Commenti