"Non sa la differenza tra metatarso e tampone". Bassetti affonda Crisanti

Volano stracci in tv e sui social tra Andrea Crisanti e Matteo Bassetti sul report quotidiano dei contagi da coronavirus

"Non sa la differenza tra metatarso e tampone". Bassetti affonda Crisanti

Continua lo scontro a distanza tra Andrea Crisanti e Matteo Bassetti in merito al bollettino quotidiano sui contagi da coronavirus. L'ultimo affondo arriva dal direttore della clinica Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova, che ha risposto alle affermazioni fatte dal microbiologo dell'università di Padova durante l'ultima puntata di Non è l'arena. La disfida si gioca sul campo del report giornaliero, che secondo Matteo Bassetti è diventato inutile in questa fase dell'epidemia di coronavirus. Una visione non condivisa da Andrea Crisanti, che ha utilizzato parole molto forti per esprimere il suo dissenso.

"Penso che le dichiarazioni siano da analfabeti di epidemiologia", ha detto il microbiologo dopo aver portato un esempio per spiegare l'importanza che secondo lui ha un bollettino quotidiano che fotografa i risultati dei tamponi nelle 24 ore. Ma questa affermazione non è proprio andata giù a Matteo Bassetti, che dal suo profilo Facebook ha deciso di replicare duramente alle affermazioni di Andrea Crisanti: "Mi hanno detto che Crisanti mi ha dato dell’analfabeta di epidemiologia perché ho suggerito di rendere più clinico e meno biologico il report giornaliero sui contagi. Lo prendo come un gran complimento".

Il direttore della clinica Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova ha poi aggiunto: "Spiace che chi lo ha fatto parli di come curare la gente, ma non sappia la differenza tra un metatarso e un tampone e che l’ultima volta (se lo ha mai fatto) che ha visitato un paziente è stato forse nel secolo scorso". Matteo Bassetti ha affondato il colpo su Andrea Crisanti in maniera decisa e dura, evidenziando una scarsa stima professionale nei confronti del professore dell'università di Padova. Tra i due i rapporti non sono mai stati idilliaci, infatti in più occasioni hanno avuto modo di scontrarsi in merito all'epidemia. Eppure, i dissapori sembravano superati e i due avevano anche partecipato alla realizzazione del remake di Jingle bells in versione "sì vax".

Ma Matteo Bassetti nel suo post non ha esaurito così il suo attacco ad Andrea Crisanti, perché in conclusione ha aggiunto una postilla velenosa sul curriculum: "Scorrendo poi il curriculum non si rileva traccia di studi di virologia …se non dal marzo 2020….l’analfabeta in malattie infettive sembra qualcun altro. Ad maiora". Andrea Crisanti replicherà ulteriormente? Intanto il Cts sta valutando una nuova versione del bollettino dei contagi, anche se l'Iss boccia l'idea di escludere gli asintomatici dal computo.

Commenti