"Non ha commesso il fatto". Marco Carta viene assolto

Il giudice Stefano Caramellino ha bocciato le tesi della Procura e ha accolto la richiesta di assoluzione "per non avere commesso il fatto" avanzata dai suoi difensori

In effetti il movente era un bel mistero: perché un ragazzo di successo, un cantante acclamato dal pubblico e verosimilmente in grado di pagarsi qualunque sfizio, avrebbe dovuto ridursi a rubare in un grande magazzino? Ma che il fattaccio sia accaduto, per la Procura era provato aldilà di ogni ragionevole dubbio: stamattina il pm Nicola Rossato aveva chiesto la condanna di Marco Carta a otto mesi di carcere, accusandolo di avere rubato, il 31 maggio scorso insieme ad una amica, sei magliette alla Rinascente di Milano,del valore (o, per meglio dire, del prezzo) di milleduecento euro, staccando le placche antitaccheggio nei bagni del grande magazzino. Ma il giudice Stefano Caramellino ha bocciato le tesi della Procura e ha accolto la richiesta di assoluzione "per non avere commesso il fatto" avanzata dai suoi difensori. Decisivo il fatto che la donna che era insieme a Carta alla Rinascente, la sua amica Fabiana Muscas, si sia assunta per intero la responsabilità del furto, e soprattutto che siano stati acquisiti al processo dei nuovi filmati degli impianti di sorveglianza che secondo la difesa del cantante, rappresentata dagli avvocati Massimiliano Annetta e Ciro Simone Giordano, dimostravano l'impossibilità che fosse stato Carta a commettere il furto.

Rilevante, secondo i legali, è l'immagine di un vigilante con in mano le placche antitaccheggio che Carta avrebbe portato con se prima di liberarsene: la guardia giurata, grande e grosso e con manone in proporzione, fatica a tenere tutte le placche; che invece secondo l'accusa Carta (vestito solo con abiti attillati e senza borsa) avrebbe in qualche modo imboscato. Argomenti logici che hanno fatto breccia nel giudice Stefano Caramellino. Carta dovrebbe fare conoscere le sue reazioni nel corso di una conferenza stampa organizzata dal suo agente Lele Mora. "Marco è molto provato dalla faccenda - aveva detto l'avvocato Giordano in occasione dell'ultima udienza - ha sempre protestato la sua innocenza e spera che la vicenda si chiuda in fretta perchè non ce la fa più. Siamo fiduciosi nella giustizia". Fiducia, a quanto pare, ben riposta.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Gio, 31/10/2019 - 14:32

NON E' AMMISSIBILE UNA TALE COSA. VA CONTRO TUTTI I PRINCIPI.

INGVDI

Gio, 31/10/2019 - 14:41

Ridicola assoluzione.

Blueray

Gio, 31/10/2019 - 14:50

Occhio e croce sembrerebbe un reato commesso in concorso, ma se la signora se ne è assunta in toto la responsabilità nessun giudice rifiuta una confessione, per cui va bene così. Ma poi erano capi da uomo o da donna?

frabelli1

Gio, 31/10/2019 - 15:16

C'è qualcosa nella giustizia italiana che non funziona. È contorta, vuole interpretare le leggi per non applicarle. Non è imparziale, ma pende tantissimo da una parte.

vottorio

Gio, 31/10/2019 - 16:02

Ho la sensazione che la "giustizia" in questo strano paese sia davvero strana e funzioni secondo le stranezze e gli umori di chi la gestisce.

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 31/10/2019 - 16:29

R I D I C O L I

salmodiante

Gio, 31/10/2019 - 16:31

Certo che 1200 € per 5 magliette ..è proprio un furto!

Happy1937

Gio, 31/10/2019 - 16:41

Un saggio detto recita " Chi va con lo zoppo, impara a zoppicare ". Vero Marco?

Italianocattolico2

Gio, 31/10/2019 - 16:43

Quanto ha preso l'amica per addossarsi la responsabilità del furto ??? Guarda caso chi aveva perso visibilità ne ha trovata tanta, e gratis !! Il magistrato interpreta ??

grandeoceano

Gio, 31/10/2019 - 17:02

Ma figurati...

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Gio, 31/10/2019 - 17:17

Spero di tenermi sempre a debita distanza da aule di tribunali. Essere alla mercé della giustizia in Italia fa venire i brividi in estate.

zipala'

Gio, 31/10/2019 - 18:02

Giustamente, non le aveva rubate ma solo in CARTA te. Meno male che la legge è uguale per tutti.

sparviero51

Gio, 31/10/2019 - 18:11

SVERGOGNATI SENZA PIÙ UN BRICIOLO DI ETICA ( IMPUTATO,GIUDICE E AVVOCATI ) .PPPHHHHUUUAAAAA !!!

sparviero51

Gio, 31/10/2019 - 18:15

IL LIVELLO IN CUI È SPROFONDATA LA GIUSTIZIA (sic) IN ITALIA È ORMAI INCOMMENSURABILE !!!

jeffwalker

Gio, 31/10/2019 - 18:17

"La Legge è uguale per tutti"... ma non per Marco Carta.

Fjr

Gio, 31/10/2019 - 18:18

Cantante acclamato dal pubblico?

Fjr

Gio, 31/10/2019 - 18:21

Spero che da adesso non ce li facciate a fette,per quello la D’Urso basta e avanza, evvai di ospitate,così anche li’ potranno acclamarlo:)

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 31/10/2019 - 18:43

Che lui abbia tanti soldi da permettersi di acquistarle non lo discuto, ma attrici americane miliadarie si sono fatte beccare in negozi di lusso a rubare la merce, con giustificazione che erano cleptomane, quindi non se ne erano accorte. Forse anche lui è malato di cleptomania, e non se ne è nemmeno accorto?

edo1969

Gio, 31/10/2019 - 18:49

sono contento per charta, è un bravo ragazzo si vede e poi è psicologicamente molto molto instabile si capisce quando parla, quindi mi fa piacere che i suoi guai ora siano finiti perchè non reggeva una botta del genere e poi non aveva fatto niente , ora vado a letto ho la tv al letto e qunidi poi guardo la gentili speriamo mostri un po la spallina almeno, poi mi guardo del debio che mi fa ddormentare tanto è grullo

Giorgio Rubiu

Gio, 31/10/2019 - 19:11

@ Spiderman59 17:17 - Essere in Italia fa venire i brividi! La giustizia non è che una delle tante malformazioni della nostra disgraziata nazione e società dove contano più il Campionato di Calcio ed il Grande Fratello che il Debito Pubblico di cui la gente non capisce che non è un debito dello stato o del governo, bensì nostro. I bambini che stanno nascendo mentre scrivo, nascono con 35.000 € di debito sul groppone!

groverio

Gio, 31/10/2019 - 20:12

ma chi l'ha commesso il fatto?

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 31/10/2019 - 20:33

Vergogna.

FD06

Gio, 31/10/2019 - 21:06

Qualcuno ha creduto solo un istante che andasse in prigione ????? Scherzate spero !

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Gio, 31/10/2019 - 21:39

Mister Giorgio Rubio, condivido quanto da Lei scritto, però riesco ad essere ugualmente ottimista, solo una minoranza d'italiani non è consapevole dei rischi che gravano, quella minoranza per fortuna è "sinistramente" nota.

parmenide

Gio, 31/10/2019 - 21:42

strano costei ruba magliette maschili. !!!

adal46

Gio, 31/10/2019 - 23:58

E le magliette in borsa chi le ha messe? il commesso?

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Ven, 01/11/2019 - 00:18

Se la sua amica Fabiana Muscas desiderava le magliette perchè non le ha pagate lui per poi regalargliele?

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 01/11/2019 - 08:29

Una cosa è la verità giudiziaria altra cosa la verità nuda e cruda. Noi analfabeti siamo inclini ad accogliere la verità togata fatta di carte discorsi timbri e bolli. Nemmeno consideriamo la verità vera.