Novara, sfregiate al cimitero le lapidi di due bambine di colore

L'episodio nei giorni scorsi. Si ipotizza il movente razzista ma il sindaco invita a non trarre conclusioni affrettate. Aperta un'indagine

Imbrattare la lapide su una tomba, in terreno consacrato, è sempre un gesto rivoltante. Ma farlo sfregiando le foto di due bambine è ancora peggio: è quello che è successo alle lapidi di due bambine nere sepolte nel "Campo degli Angeli" del cimitero di Novara.

In attesa di scoprire chi sia l'autore del vile gesto in molti pensano che dietro il vandalismo ci sia un movente razzista: non sarebbero infatti state segnalate altre lapidi imbrattate oltre a quello delle due piccole di origini africane. Il sindaco di Novara Alessandro Canelli ha già dato mandato alla polizia municipale di indagare sull'accaduto. Le ricerche dei responsabili sono però complicate dal fatto che il camposanto è sprovvisto di un sistema di videosorveglianza interno.

Il primo cittadino però, bollando gli scarabocchi sulle foto delle bimbe morte come "vergognose", invita a non trarre conclusioni affrettate sul movente del vandalismo: "Non possiamo fare ancora alcuna ipotesi - dice il primo Canelli - Lo stesso papà che ha scoperto gli scarabocchi neri sulla foto della figlia ha notato che c'erano anche altre lapidi dedicate a bambini di colore che invece non sono state toccate. E' più probabile che si tratti del gesto di un folle che ha colpito a caso, ma è comunque un fatto gravissimo". Il sindaco nel frattempo ha portato la propria solidarietà alle famiglie delle due piccole defunte.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 14/09/2018 - 11:12

se non in patania dove poteva succedere una cosa del genere?

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 14/09/2018 - 11:39

Anche io propendo per l'atto di razzismo. Dare una sepoltura cristiana a mussulmani gli si vieta di fatto l'ingresso in paradiso e se bambine l'impossibilità di far parte della schiera di vergini dedicate ai martiri. Che indaghino ma senza pregiudizi. Mao Li Ce Linyi Shandong China

maricap

Ven, 14/09/2018 - 11:43

Riaprite almeno un manicomio, e schiaffateci dentro giovinap. Porte e finestre ben serrate... e così sia.

Luprotts70

Ven, 14/09/2018 - 11:55

@giovinap- sai com’é, in partania certe cose sono talmente rare che fanno notizia mentre ai paesi tuoi mafia dei morti, saccheggi di tombe e pizzi sui fumerali sono un normale stile di vita....

VittorioMar

Ven, 14/09/2018 - 12:23

..credo che il giornalista non sia mai andato in un qualsiasi cimitero italiano ,dove tutte le tombe di italiani sono state non solo vandalizzate ma depredate anche tutti gli arredi sacri !!.ma dove vive questo ??

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 14/09/2018 - 14:47

luprotts70, bevi di meno e ragiona di più! ora stiamo parlando della patania, non stati mai ai fatti e scappi dalla realtà, le mie "parti" sono le "parti" dove sei nato tu! e il 98% di quelli che abitate in patania.