Le nuove regole per andare in spiaggia: prenotazione e ombrelloni a 5 metri di distanza

Le spiagge libere si potranno frequentare, ma rispettando le regole. Il distanziamento dovrà essere tenuto anche in acqua

Man mano che ci avviciniamo al periodo delle ferie estive vengono messe nero su bianco le norme che tutti dovremo seguire durante il nostro soggiorno al mare. Anche chi deciderà di recarsi in una spiaggia libera dovrà seguire le regole. Delle associazioni gestiranno gli spazi e vi saranno dei cartelli informativi. Molto importante sarà mantenere la distanza di sicurezza di 5 metri tra un ombrellone e l’altro. Addio alla "respirazione bocca a bocca".

Come riportato da Repubblica, Sergio Iavicoli, direttore del dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale dell'Inail e membro del comitato dei tecnici, ha spiegato che il testo sull’estate al mare è pronto. Si tratta di “un documento tecnico nostro e dell'Istituto superiore di sanità, che viene valutato dal Comitato tecnico scientifico per supportare il decisore politico nelle sue scelte. Il punto qualificante è l' invito alle amministrazioni a gestire i vari aspetti, dalla mobilità privata e pubblica alle infrastrutture, valutando l' indice di affollamento delle spiagge. Chiediamo ai Comuni, di far registrare le persone anche usando app che permetta di prenotarsi nelle spiagge più affollate”.

Ecco le regole

Il primo punto si riferisce agli stabilimenti, che servirà poi per trattate anche gli accessi alle spiagge libere. La distanza di sicurezza dovrà essere rispettata anche quando ci si trova in acqua e si sta nuotando. Molto importante sarebbe riuscire a favorire la prenotazione, in modo da poter eventualmente ricostruire i contatti di soggetti risultati in seguito positivi. Sempre a questo scopo il pagamento dovrà avvenire senza l’uso dei contanti, favorendo la tracciabilità. Gli utenti dovranno seguire dei corridoi di entrata e di uscita all’interno degli stabilimenti. Se una famiglia si fermerà per più giorni, le dovrà essere assegnato sempre lo stesso ombrellone e, sarà compito del personale presente, accompagnare i clienti al loro posto.

Misure anti assembramento dovranno essere previste anche nel caso di pioggia e temporali. Per quanto riguarda le distanze, tra una fila e l’altra di ombrelloni dovranno esserci 5 metri. Mentre tra ombrelloni della stessa fila basteranno 4,5 metri. Sdraio, lettini, e sedie dovranno comunque trovarsi a 2 metri dall’ombrellone più vicino al nostro. Giochi e attività sportive che possono mettere a rischio il distanziamento sono vietati. Anche le piscine degli stabilimenti non potranno essere utilizzate e resteranno quindi chiuse. Si dovrà indossare la mascherina fino a quando non si arriva all’ombrellone. Questo per quanto riguarda gli stabilimenti balneari.

Turnazioni orarie e prenotazioni

Per le spiagge libere invece ci dovranno pensare gli enti locali. Ai vari ingressi saranno posizionati cartelli con le indicazioni da dover seguire. “Anche al fine di favorire il contingentamento degli spazi, va preliminarmente mappato e tracciato il perimetro di ogni allestimento di ombrellone, sdraio e sedia. Ad esempio con il posizionamento di nastri”. Le regole inerenti le distanze di sicurezza da mantenere sono uguali a quelle degli stabilimenti. Verranno probabilmente definite delle turnazioni orarie e delle prenotazioni di spazi, da effettuare anche online. Ovviamente anche in questo caso igiene e pulizia dovranno essere assicurati. Come proposta, quella di far gestire le spiagge libere a enti e associazioni di volontariato. Vita dura anche per i bagnini che dovranno dimenticarsi la classica tecnica della respirazione bocca a bocca. Dovranno utilizzare altri modi per salvare la vita ai bagnanti in pericolo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Boxster65

Mar, 12/05/2020 - 11:09

In Liguria ne pianteranno giusto un paio per spiaggia. Come minimo vorranno 100€ per un ombrellone e due lettini.

Pigi

Mar, 12/05/2020 - 11:18

Nelle spiagge libere le famiglie sistemano due o tre ombrelloni attaccati, in modo da far restare più persone DELLA STESSA FAMIGLIA vicine. Se rimane questa misura, la gente dovrà comprare un enorme ombrellone per farci stare tutti. Insomma, non ne azzeccano una.

jaguar

Mar, 12/05/2020 - 11:18

Non parlano delle passeggiate sulla battigia con le mascherine. Con simili presupposti meglio andare in montagna.

bernardo47

Mar, 12/05/2020 - 11:21

Sarà dura eh?

polonio210

Mar, 12/05/2020 - 11:31

Se queste sono le "regole" il settore turistico è morto e sepolto.Qualcuno mi spieghi chi sarà mai così masochista da prenotare una vacanza al mare.Alberghi ridotti a lager in cui anche solo spostare una sedia diventa un affare di stato.Spiagge nelle quali i bambini dovrebbero essere tenuti al guinzaglio,legati all'ombrellone,per evitare che oltrepassino i confini per giocare.Passeggiare sul bagnasciuga diventa un'azione pericolosissima neanche si fosse in un campo minato.Ogni qualvolta che si debba uscire dal proprio campo di concentramento personale serva la mascherina anche per andare al bagno.Una nuotata diventa un calvario in quanto ci si dovrà assicurare di non avvicinarsi a nessuno.Penso che andrò in vacanza a Chernobyl,almeno in quel luogo sarò più rilassato ed al sicuro.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Mar, 12/05/2020 - 11:38

Quante parole per dire , che in pratica , fine delle vacanze , amen .

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 12/05/2020 - 11:41

jaguar per che in montagna le regole sono diverse da quelle del mare oppure stai facendo pubblicità alla tua valle brembana?

cgf

Mar, 12/05/2020 - 11:45

venghino siore e siori, venghino un ombrello con 1 lettino a 90 euro, venghino siore e siori, venghino

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 12/05/2020 - 11:59

Perchè non 30? Ma anche 40 metri... Oppure uno per ogni bagno...

steacanessa

Mar, 12/05/2020 - 12:09

Provvedimento demenziale per le spiagge marine.

zax

Mar, 12/05/2020 - 12:14

che comica magari mascherine e guanti anche in acqua, qualcuno mi sa dire perchè non si può uscire con una barchetta, si appestano i pesci?

jaguar

Mar, 12/05/2020 - 12:34

giovinap, pubblicità alla mia Val Brembana? Non so nemmeno dove sia. Comunque in montagna avranno meno problemi che al mare.

blackbird2013

Mar, 12/05/2020 - 12:53

Bene, era ora. Basta con le spiagge-carnaio pur di fare quattrini. E se qualcuno non ce la farà con le spese....cambiasse lavoro. Non si può continuare a imprigionare la gente in spazi ristretti per ingrassare i soliti noti.

ilguastafeste

Mar, 12/05/2020 - 13:00

Per una volta al posto del mare si potrebbe optare per la collina. Prati enormi, clima sicuramente più fresco, aria pulita, tranquillità, natura e prezzi sicuramente più abbordabili. Per esempio in oltrepò con meno di 1000 euro si può affittare una casa indipendente con giardino, e che giardino, per un mese intero. Poi ognuno ha i suoi gusti, ma per una volta si potrebbe anche fare.

Malacappa

Mar, 12/05/2020 - 13:08

Distanti 5 metri ma non fatemi ridere

alberto_his

Mar, 12/05/2020 - 13:18

Non mi avrete mai

ziobeppe1951

Mar, 12/05/2020 - 13:22

E come faranno quelli che vogliono rifilarci paccottiglia senza scontrino?...naturalmente

manfredog

Mar, 12/05/2020 - 13:28

...si, cinque metri, va be', ma ad ombrelloni aperti o chiusi, eh!? mg.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 12/05/2020 - 14:14

ziobeppe1951 13:22...già,i "VU CUMPRA'"....Verranno "regolarizzati",con tanto di "mascherine","guanti","spruzzetto disinfettante","braccino telescopico estensibile ad 1 metro",e naturalmente con un POS per "bancomat"(in fondo al braccino telescopico...)!!

hectorre

Mar, 12/05/2020 - 14:27

noi dobbiamo seguire mille regole assurde e se non sei perfettamente in regola scatta la multa o le denuncia....regole che ovviamente sono state sospese per i partigiani(il 99% erano semplici simpatizzanti), sospese per l’islamica e le centinaia di persone accalcate per vederla e fare foto, sospese per giuseppi e la passerella a genova con giornalisti accalcati e codazzo di zerbini...ma non per i ristoratori e baristi che protestando seguendo le direttive sono stati multati....schifo!!!..schifo!!!..schifo!!!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 12/05/2020 - 14:31

manfredog 13:28....domanda "oziosa" la sua....fa testo il punto di inserimento del puntale nella sabbia...La domande dovrebbero essere più specifiche:1-"i felici fruitori dell'ombrellone,possono o non possono uscire dalla proiezione perpendicolare espressa sulla sabbia dell'ombrellone aperto?"2-nello spostarsi debbono muoversi fra gli spazi disponibili fra dette "proiezioni",rispettando sempre la distanza di "sicurezza"?3-"chi si occuperà della sorveglianza"?....Risposta:"il bagnino,che tanto non avrà nient'altro da fare...."

manfredog

Mar, 12/05/2020 - 17:15

...Zagovian, guardi che se i cinque metri sono da "paletto" a "paletto", per intenderci, non è che poi ci sia tutta questa distanza tra i bagnanti, eh!! mg.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 13/05/2020 - 10:22

manfredog 17:15...la mia era una battuta,una esasperazione del problema,come vissuto dal "sistema" in modo esasperato/paranoico...lo so che in condizioni "normali" la distanza,su quasi tutte le spiagge, è di circa 3 metri....

manfredog

Mer, 13/05/2020 - 11:37

Mi perdoni, Zagovian, non avevo afferrato; tuttavia, al di là delle paranoie, i pericoli, quest'anno, nelle spiagge ci sono, soprattutto (perlomeno dalle mie parti e cioè il Medio Adriatico) considerando che molti, si, stanno rispettando le regole per evitare il contagio, mentre molti altri sfidano tutto e tutti con la massima leggerezza. Cordialmente. mg.