Nuovo duro colpo dei giudici contro il decreto sicurezza

Il Tar del Veneto ha sancito, dando ragione ad un migrante che aveva fatto ricorso, il principio secondo cui chi ha ottenuto la protezione umanitaria prima dell'entrata in vigore del decreto sicurezza deve continuare ad usufruire dei programmi di accoglienza ed assistenza

Il decreto sicurezza voluto da Matteo Salvini, ed approvato dall’ex maggioranza gialloverde, ha previsto tra le altre cose la creazione dei Siproimi, gli istituti che hanno preso il posto degli Sprar.

Al loro interno, secondo la nuova normativa, non possono accedere due categorie di migranti che prima potevano invece essere ospitati negli Sprar: richiedenti asilo e titolari di protezione umanitaria. Quest’ultima categoria è stata completamente abolita dal decreto sicurezza, con la norma che ha previsto lo stop definitivo dell’accoglienza per tali migranti a partire dal 31 dicembre.

Da allora, su questo punto, la polemica politica è stata molto forte ed accompagnata anche da ricorsi e dispute di natura giuridica. Sotto il primo profilo infatti, l’opposizione di allora (oggi passata all’interno della nuova maggioranza) ha criticato questo passaggio del decreto sicurezza dichiarando a più riprese il timore di ritrovare molti più migranti irregolari per strada. Secondo i detrattori della norma infatti, non riconoscendo più come categoria potenzialmente titolare del permesso di soggiorno coloro che hanno ottenuto la protezione umanitaria, migliaia di migranti potrebbero essere destinati all’esclusione dai programmi di accoglienza. Un punto quest’ultimo invece molto gradito da chi si è espresso a favore della legge, in quanto garantirebbe molti risparmi sul fronte dei meccanismi di accoglienza ed integrazione.

Ma la vera disputa in questi mesi è stata di natura giuridica. In particolare, diversi ricorsi sono stati presentati contro l’irretroattività del decreto sicurezza. Lo scorso 14 marzo sul caso è intervenuta la corte di Cassazione, la quale ha sancito l’irretroattività della norma: dunque, chi ha ottenuto protezione umanitaria prima dell’entrata in vigore della nuova norma mantiene lo status. E qui è sorto un altro dubbio: chi continua ad avere la protezione umanitaria, può anche continuare la sua permanenza nei centri di accoglienza? I Siproimi possono continuare ad ospitarli?

A questa domanda nei giorni scorsi ha risposto affermativamente il Tar del Veneto. I giudici amministrativi, in particolare, hanno accolto il ricorso di un migrante che aveva ottenuto la protezione umanitaria prima del 5 ottobre 2018, data di entrata in vigore del primo dei due decreti sicurezza.

Il migrante in questione era dunque titolare, per via della sentenza della Cassazione, del diritto di protezione umanitaria tuttavia si era visto respingere il suo ingresso all’interno di uno dei Siproimi. Da qui il ricorso: secondo il Tar del Veneto, chi è titolare di protezione umanitaria, anche se appartenente ad una categoria oggi abolita e non in grado di accedere più ai meccanismi di assistenza ed accoglienza, deve poter essere ospitato nei Siproimi.

L’irretroattività del decreto sicurezza, secondo l’interpretazione dei giudici amministrativi, è dunque doppia: non solo chi ha ottenuto la protezione umanitaria prima dell’entrata in vigore della norma continua ad essere titolare del diritto, ma ha anche diritto all’assistenza in una delle nuove strutture.

La sentenza rischia di essere apripista per tanti altri casi molto simili, andando di fatto a rendere quasi immutata la situazione rispetto alle novità che invece il decreto sicurezza voleva apportare.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 27/12/2019 - 15:08

Italiani preparate il PORTAFOGLIOOO!!!jajajajajajaja.

paolone67

Ven, 27/12/2019 - 15:08

Scadranno prima o poi questi permessi di soggiorno unanitario...

MarioNanni

Ven, 27/12/2019 - 15:09

la politica fa, i giudici disfano. affidiamo ai tribunali il potere di prendersi in blocco parlamento e governo. tanto la politica non fiaterebbe. ma che stato è diventato il nostro Paese, democratico o giudiziario? il governo impugnerà il provvedimento del Tar, oppure plaudirà convinto di fare un dispetto a Salvini?

paolone67

Ven, 27/12/2019 - 15:10

Il 5 ottobre 2020 il permesso di soggiorno di questo ricorrente scadrà. E per allora forse avremo di nuovo un governo serio in carica...

Giorgio Colomba

Ven, 27/12/2019 - 15:10

Toghe rosse d'ogni ordine e grado al lavoro sempre e comunque contro gli italiani.

maurizio50

Ven, 27/12/2019 - 15:16

I dissennati in toga, veri protagonisti della battaglia intrapresa contro l'Italia e gli Italiani, vogliono far arrivare Salvini all' 80% dei consensi. C'è da sperare che poi Salvini ci liberi da questi artefici di anti italianismo!!!!

ginobernard

Ven, 27/12/2019 - 15:18

moriremo di umanitario di sicuro non è un concetto comunista questo il nostro enorme problema è la ingerenza della chiesa nella politica una ingerenza che ci porta dritti alla autodistruzione peccato che gli italiani noi siano abbastanza forti psichica ente per capire che cazzata sono le religioni pregare non serve proprio ad un cazzo di niente andiamo avanti così forse un giorno capiremo che razza di palle ci hanno propinato forse

Ilsabbatico

Ven, 27/12/2019 - 15:25

Ma a me qualcuno dà protezione e assistenza???

ziobeppe1951

Ven, 27/12/2019 - 15:26

Ecco perché vogliono legalizzare le canne...si sono già portati avanti

Happy1937

Ven, 27/12/2019 - 15:28

In un Paese democratico compito del Giudice sarebbe quello di applicare le Leggi, anche se personalmente di diverso parere. In Italia invece la gran parte dei Giudici pratica lo sport di sovvertire la Legge.

marc59

Ven, 27/12/2019 - 15:28

Ma la legge Severino in questo caso non vale? Vale solo per Berlusconi? Infami traditori mercenari.

Marcolux

Ven, 27/12/2019 - 15:32

Un tempo i magistrati dovevano solo applicare le leggi dello stato, mentre adesso le ignorano o le abbattono, assieme ai loro promotori non graditi. Purtroppo viviamo in regime di dittatura della Magistratura. Sfido chiunque a provarmi il contrario!

Libero 38

Ven, 27/12/2019 - 15:35

Vivere in italia e' peggio di vivere in sudamerica.I giudici (rossi) ancora una volta hanno dimostrato che loro decidono chi deve governare l'italia non gli italiani che hanno eletto il governo.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 27/12/2019 - 15:39

cioè quelli che prima di Salvini,avevano usufruito dei privilegi concessi dai pdioti,continueranno ad usufruirne grazie alle toghe rosse e continueranno ad essere a carico di Pantalone||

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 27/12/2019 - 15:42

la corte di cassazione, la quale ha sancito l’irretroattività della norma...infatti la retroattività vale solo per Berluska e gli avversare dei pidioti,grulli e toghe rosse!!!

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 27/12/2019 - 15:56

... non preoccupatevi, le pagherete tutte !!!!!

gedeone@libero.it

Ven, 27/12/2019 - 16:07

Il politico o la coalizione sgradita, può legiferare quanto vuole. Poi ci pensano la cassazione o la corte cost. a disfare come vogliono loro. Siamo in una camicia di forza. O la rompiamo o soccombiamo.

Malacappa

Ven, 27/12/2019 - 16:08

Ecco come si distrugge un paese

agosvac

Ven, 27/12/2019 - 16:14

In pratica , secondo i magistrati, tutti quelli che arrivano in Italia devono essere mantenuti senza lavorare.

Ritratto di babbone

babbone

Ven, 27/12/2019 - 16:15

fate pagare coloro che emettono sentenze a favorire i clandestini.

Dio_non_esiste

Ven, 27/12/2019 - 16:28

...personalmente, su questo tema lascerei scegliere agli Italiani (quelli DOC con reddito da lavoro vero). e lascerei scegliere agli stessi Italiani la sorte di giudici e ministri. Basta mantenere parassiti!!!

ValdoValdese

Ven, 27/12/2019 - 16:28

Sembra che il Vaticano abbia fatto i suoi calcoli e che di conseguenza abbia chiesto alla Stato Italiano di importare di nuovo 120.000 africani all'anno; però non più ai 20 euro al giorno ciascuno decisi da Salvini e nemmeno ai 35 di prima… ora chiede 42 euro al giorno, ma, bontà sua, l'un per l'altro, cioè eliminando gli 80 per i minorenni…. "DIO E' GRATIS!", ha detto un paio di giorni fa il Papa...

silvano45

Ven, 27/12/2019 - 16:54

Magistrati italiani che gestiscono la peggior giustizia o direi ingiustizia del mondo con tempi biblici con molta politica,molti interessi personali, vogliono essere tutto legislatori giudici decidendo chi dove è quando,questo è un vero cancro per la democrazia.

Gio56

Ven, 27/12/2019 - 17:17

Ma chi ha presentato ricorso per "questo migrante"? Ha fatto tutto da solo? Se si allora non è un povero cristo.

Giorgio5819

Ven, 27/12/2019 - 17:31

Cancro rosso.

venco

Ven, 27/12/2019 - 17:37

Il clandestino NON deve avare diritti come il cittadino, il clandestino ha il solo diritto del cibo in un campo chiuso e il diritto di farsi rimandare a casa, non si parli di regolarizzazione e integrazione, questo è illegale, ripeto illegale.

Holmert

Ven, 27/12/2019 - 17:37

Le nostre leggi, una quantità infinita, sono in funzione dei magistrati, non degli italiani, che le applicano secondo le loro lune e desiderata. Se non si fa una seria riforma della magistratura, finiremo male ma proprio male,anzi malissimo.

giolio

Ven, 27/12/2019 - 18:02

Cari italiani anche se andrete a votare non contate proprio niente , nel senso che ci saranno i giudici a dirvi quello che potete e quello che non potete loro dicono che applicano la costituzione .Io dico che la costituzione la applicano ......a discrezione .SONO SOLO DEI ROMPISCATOLE BEN PAGATI . ho sempre avuto il sospetto che sono li perchè di cervello ne hanno ben poco

chiara63

Ven, 27/12/2019 - 18:04

La stupidità dei commenti destrorsi è incommentabile. Purtroppo la magistratura, visto il popolo di pecore che siamo, fa un favore a Salvini e da una parte è un bene perchè un eventuale governo Salvini e Meloni sarà quello che farà affondare per sempre l'Italia e una volta affondata potrà rinascere perchè le pecore in buona parte avranno capito veramente l'idiozia di Salvini

Reip

Ven, 27/12/2019 - 18:15

Giudici infami e terroristi! Responsabili di violenze stupri e omicidi!

Ritratto di depil

depil

Ven, 27/12/2019 - 18:17

e se finalmente cominciassero a colpire i giudici i loro guadagni i loro beni i loro contatti come si fa per ogni essere normale e magari condannarli perché il loro bar è frequentato da qualche pregiudicato????????????????????????????

buonaparte

Ven, 27/12/2019 - 18:23

una follia.. ricordo che 3 giudici su 4 sono di sinistra .. inoltre i giudici italiani sono i piu pagati al mondo. prendono il doppio di quelli spagnoli e quasi il doppio di quelli francesi.. una casta di persone assunte con concorsi tutt'altro che trasparenti come raccontano le storie della scuola di frattocchie , palamara ed il giudice istruttore allontanato con i suoi corsi..

caren

Ven, 27/12/2019 - 18:30

Sai come saranno contenti i buonisti accoglienti?

Ritratto di Lucio Flaiano

Lucio Flaiano

Ven, 27/12/2019 - 18:45

Lucio Flaiano. La solita Magistratura di sinistra. Dálli all'Italia tanto paga il fesso di Pantalone e i voti vanno a sinistra. I tarli rodono il legno, subdolamente, dall'interno.

Ritratto di Lucio Flaiano

Lucio Flaiano

Ven, 27/12/2019 - 18:47

I tarli rodono il legno, subdolamente, dall'interno. Altri roditori, come i topi, dall'esterno.

dot-benito

Ven, 27/12/2019 - 19:22

Togati di me...a

Brutio63

Ven, 27/12/2019 - 21:24

Demenziale, Paga Pantalone contribuente! Il magistrato è bravo a fare lo splendido con le tasse degli italiani. Sono i risultati del convegno, chiamata alle armi, di Lampedusa di settimane scorse di una corrente sinistra della magistratura Italiana, ideologicizzata e politicamente schierata.

Una-mattina-mi-...

Ven, 27/12/2019 - 22:02

ECCO I SOLITI VIZIATELLI DEL VIGENTE REGIME COMUNISTA, COCCOLATI COME NESSUN NATIVO NEMMENO SI SOGNA DI PRETENDERE: POI VANNO QUASI TUTTI A SPACCIARE, ECC. MA QUESTA E' UN'ALTRA STORIA (INFAME)

d'annunzianof

Ven, 27/12/2019 - 22:26

Il primo problema che il prossimo governo dovra` affrontare e` la riforma della giustizia, la riforma della magistratura e togliere a questi piccoli kapo` la discrezionalita`, inserire automatismi e introdurre l'elezione diretta dei giudici, con un tempo limite per i giudizi, altrimenti sanzioni; corresponsabilita` e anche galera, specialmente se l'imputato liberato commette un crimine efferato

internauta

Sab, 28/12/2019 - 02:02

Se poi li equipareranno ai cassintegrati a vita che già manteniamo, chi li sloggia più?

cgf

Sab, 28/12/2019 - 02:28

fortuna che i giudici le leggi dovrebbero rispettarle e farle rispettare... in itaGlia invece le vogliono fare

maurizio50

Sab, 28/12/2019 - 08:10

Povera Chiara 63. Una qualunque Suor Pasqualina del Convento delle Violate ha sicuramente più sale in zucca di quanto ne hai tu!!!!

VittorioMar

Sab, 28/12/2019 - 08:32

...i magistrati che emettono queste sentenze creano DANNI ERARIALI INCALCOLABILI che...la CORTE DEI CONTI DOVREBBE CALCOLARE e STORNARE dai loro MEGA STIPENDI...BUONI SI..FESSI NO !!

buonaparte

Sab, 28/12/2019 - 09:16

AD UDINE QUESTA SETTIMANA SU DECISIONE DI Alcuni giudici HANNO ASSEGNATO 13 ALLOGGI PUBBLICI A RICHIEDENTI ASILO PASSANDO DAVANTI A COPPIE DI GIOVANI ITALIANI CHE VOLEVANO FARSI UNA FAMIGLIA.. NOTIZIA CHE NON TROVO NELLA STAMPA NAZIONALE-poi ci si chiede perchè gli italiani non fanno piu figli ed allora abbiamo bisogno degli stranieri. ROBA DA MATTI.. TIRATE VIA SUBITO TUTTI SOLDI -I 35 EURO PER I MAGGIORI E I 91 PER I MINORI E DONNE INCINTA E TUTTO FINIRà IN UN BATTER D'OCCHIO .SPARIRANNO QUELLI CHE QUALCUNO CHIAMA BUONISTI E CHE NON SONO ALTRO CHE LUCRATORI . SI GUADAGNA PIU CON GLI AFRICANI CHE CON LA DROGA .QUI I NUOVI BANDI A 20 EURO AL GIORNO SONO ANDATI DESERTI PERCHè I PSEUDO-BUONI NON GUADAGNANO ABBASTANZA. CONSIDERATE CHE IN EUROPA DANNO DA SEMPRE 20 EURO SE NON MENO COME SPAGNA E FRANCIA.

gedeone@libero.it

Sab, 28/12/2019 - 15:50

#chiara63, povera komunistella. Se 63 indica il suo anno di nascita, che dire, 56 anni sprecati.