Ora è ufficiale: la Peroni è in vendita

Il colosso Ab Inbev vende l'italiana per evitare problemi con le autorità europee e ottenere il via libera a una maxi-fusione

La notizia era già girata nei giorni scorsi e ora c'è anche l'ufficialità. La birra Peroni torna in vendita. Non perché per un periodo sia scomparsa dagli scaffali, ma piuttosto perché Ab Inbev, il colosso di cui il marchio fa parte, ha deciso di cercare potenziali acquirenti.

È Bloomberg a confermare che la Peroni è tornata sul mercata. La cessione potrebbe interessare anche altri marchi dello stesso gruppo, come Grolsh e Meantime, e attività associate in Italia, in Olanda e in Gran Bretagna. Il tutto per evitare problemi dalle autorità europee, restie a benedire le nozze con SabMiller nelle condizioni attuali.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 03/12/2015 - 12:33

Fa comunque schifo rispetto alle birre artigianali...

korovev

Gio, 03/12/2015 - 15:40

hai ragione, ma a me la gran riserva blu non dispiace.

vincardo

Gio, 03/12/2015 - 18:03

Anche fra le migliori birre artigianali ci sono quelle indigeste, Italia Nostra. In sostanza è una questione che riguarda il gusto personale