Orbassano, rubarono farmaci per un valore di 1,3 milioni di euro: due arresti

In manette un napoletano ed un egiziano. Il furto era stato compiuto nella notte tra il 13 e il 14 maggio dell'anno scorso nella farmacia dell'ospedale di Orbassano

Orbassano, rubarono farmaci per un valore di 1,3 milioni di euro: due arresti

Una importante operazione congiunta compiuta alle prime luci dell’alba dai carabinieri della compagnia di Moncalieri e dagli uomini del Nas di Torino ha permesso di individuare e fermare due sospetti ritenuti responsabili di un maxi-furto di medicinali avvenuto lo scorso maggio all’interno della farmacia dell'ospedale di Orbassano.

I militari hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal gip di Torino su richiesta della Procura “Gruppo criminalità organizzata, comune e sicurezza urbana” nei confronti delle persone coinvolte, a vario titolo, nel furto di farmaci tumorali per un valore di oltre 1,3 milioni di euro.

Le persone arrestate sono un italiano di 30 anni, abitante a Napoli, ritenuto essere l'autore materiale del furto e di un egiziano di 43 anni, residente a Crema, accusato di ricettazione. Nella casa dello straniero, infatti, i carabinieri hanno rinvenuto buona parte dei farmaci rubati. I medicinali, tra l’altro, non erano conservati correttamente e, dunque, erano potenzialmente pericolosi per la salute dei pazienti che li avessero assunti.

Il raid criminale all’interno della farmacia del nosocomio era avvenuto la notte tra il 13 e il 14 maggio dell'anno scorso. I due malviventi, con altre due persone già identificate e denunciate, consapevoli della presenza di un sistema di videosorveglianza, hanno oscurato con una vernice spray la telecamera e poi sono penetrati nel locale per razziarlo.

I criminali sono riusciti a portare via oltre 1.110 confezioni di medicinali per un valore di oltre 1,3 milioni di euro. Gli inquirenti ritengono che i farmaci rubati fossero destinati a mercati specifici e certamente non leciti. Nel corso delle lunghe indagini, i militari avevano già recuperato un borsone pieno di medicinali che, per motivi ancora sconosciuti, era stato abbandonato a bordo di un treno a Treviglio, comune in provincia di Bergamo. Tutti i farmaci anti tumorali recuperati sono stati immediatamente restituiti alla farmacia di Orbassano ma non potranno essere venduti a causa delle cattive modalità di conservazione a cui sono stati sottoposti. Per questo, i medicinali verranno presto distrutti.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti