Parma, condannato nigeriano: violentò bimba di 8 anni nel suo negozio

Il 37enne avrebbe dovuto badare alla piccola dopo che questa gli era stata affidata da una conoscente, ma aveva approfittato della situazione violentandola nel bagno del suo esercizio commerciale. Finito ai domiciliari, dopo la sentenza è stato tradotto in carcere

È stato condannato a 2 anni di reclusione da trascorrere dietro le sbarre del carcere di Parma il nigeriano accusato di avere commesso abusi sessuali nei confronti di una bimba di soli 8 anni all'interno dei locali del proprio esercizio commerciale. Ristretto ai domiciliari sino al giorno della sentenza, l'africano è stato dunque trasferito nella casa circondariale di via Burla.

I fatti contestati, secondo quanto ricostruito dai quotidiani locali che si sono occupati della vicenda, risalgono all'ormai lontano dicembre del 2018, quando lo straniero approfittò del fatto che la piccola, sua connazionale, gli fosse stata affidata per violentarla. Amico della madre della giovanissima vittima, il nigeriano avrebbe infatti dovuto badare alla bambina tenendola con sé nel suo negozio sito nel quartiere di Oltretorrente, ma aveva invece deciso di servirsi della situazione per soddisfare i suoi bassi istinti. Stando a quanto dichiarato dall'accusa, il nigeriano commetteva le violenze dopo essersi chiuso con la vittima all'interno del bagno dell'esercizio commerciale. Rimasto da solo con la bimba, aveva abusato sessualmente di lei in almeno tre occasioni, ricorrendo poi alle minacce per indurla al silenzio.

Nonostante la paura ed il grosso trauma, la piccola aveva fortunatamente trovato il coraggio di raccontare alla mamma quanto era stata costretta a subire. Da qui la denuncia alle autorità locali e le indagini dei carabinieri della stazione Oltretorrente, condotte dalla procura della Repubblica di Parma e culminate con l'arresto dello straniero, avvenuto in data 8 marzo 2019.

Nessun dubbio sulla versione fornita dalla vittima, che aveva raccontato i fatti “in modo inequivocabile”, come riferito dal procuratore Alfonso D'Avino. Dagli atti era inoltre emerso che le violenze erano state compiute“improvvisamente all'insaputa della minore, in modo da poterne prevenire la manifestazione di dissenso”. Lo straniero aveva comunque “continuato a compiere atti sessuali anche a fronte del dissenso manifestato dalla bambina”.

Finito ai domiciliari in attesa del processo, il 37enne nigeriano è stato dichiarato colpevole del reato di violenza sessuale aggravata su minore dal giudice del tribunale di Parma, che lo ha condannato a 2 anni di carcere.

Durante la giornata di venerdì 14 febbraio, i carabinieri della stazione di Parma Centro hanno provveduto ad eseguire l'ordinanza di custodia cautelare, e l'africano è finito dietro le sbarre di una cella del penitenziario di via Burla.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

tiromancino

Dom, 16/02/2020 - 16:16

Condanna:2 anni,una bimba di otto anni,il carcere in via BURLA, uno scherzo vero?

cgf

Dom, 16/02/2020 - 16:29

come carcere? era ai domiciliari, dovevano lasciarlo libero, nei suoi usi e costumi, che saranno nostri…

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Dom, 16/02/2020 - 16:48

Si farà otto dieci mesi se va malissimo poi di nuovo fuori a percepire reddito di cittadinanza e sussidi.

Aristide56

Dom, 16/02/2020 - 19:28

i magistrati fanno vomitare

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 16/02/2020 - 19:46

Non riesco a crederci ,il magistrato infligge una pena esemplare:due anni per stupro ad una bambina di otto anni. Un modo come un altro per incentivare i reati di stupro.

killkoms

Dom, 16/02/2020 - 19:59

Solo 2 anni?assurdo!

Royfree

Dom, 16/02/2020 - 20:12

2 anni? E poi dicono che il popolo deve affidarsi alla giustizia e alle forze dell'ordine.

ziobeppe1951

Dom, 16/02/2020 - 20:44

Quindi...solo 2 anni di carcere a maomAtto?

Anticomunista75

Dom, 16/02/2020 - 21:12

in questo cesso di paese, ma dev'essere così in ogni realtà schiava dell'Unione Europea, un nxxxo che stupra più volte una bambina di 8 anni si prende 24 mesi di carcere che, sicuramente, non farà neanche tutti. Uno che scrive cose non il linea col Pensiero Unico rischia di più a momenti. Questa UE è un incubo da cui si deve uscire al più presto.

Giorgio5819

Dom, 16/02/2020 - 21:19

2 anni... per lo stupro di una bambina di 8... che schifo, che immenso vergognoso schifo, questa m.rda (anche li scontasse tutti) tra 2 anni sarà ancora in giro... che schifo !

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 16/02/2020 - 22:03

Questi magistrati mentecatti non solo non comminano le giuste pene,ma violano ogni sacro diritto di essere difesi e tutelati. Voi magistrati siete un orda di barbari:il nxxxo ha violato l'innocenza della bambina e voi sporchi magistrati quella di noi cittadini.

Romalupacchiotto

Dom, 16/02/2020 - 22:07

2 anni di carcere, senza premi buona condotta attenuanti generiche, voglio vedere quale giudice lo libererà perchè questa volta ci sarà la rivolta popolare. Maledetto che Dio gli applichi la peggio pena dell'inferno.

Clamer

Dom, 16/02/2020 - 22:13

Chissà che in carcere ci sia qualcuno che non la pensa come il giudice.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 16/02/2020 - 22:17

L'unione Europea schifosamente massonica,ci porterà all'autodistruzione.

cgf

Dom, 16/02/2020 - 23:25

e se per caso non puoi pagare l'IVA o una ritenuta d'acconto rischi di fare ben più mesi di galera!!!

gjallahorn

Lun, 17/02/2020 - 05:01

In USA il solo parlare di rapporti sessuali con una minorenne comporta il reato di violenza sessuale e la trascrizione a vita nel registro dei sex offenders. In Francia la pena minima sono 20 anni!! In Italia l' applauso! IPOCRITI!