Pattuglie miste e multe, la guida al Green pass su bus e metro

Giro di vite da parte del ministro Lamorgese, che chiede controlli serrati del Green pass sui mezzi del tpl e del super Green pass laddove richiesto

Pattuglie miste e multe, la guida al Green pass su bus e metro

Il 6 dicembre entrerà in vigore il nuovo decreto che, oltre al super Green pass, prevede anche l'utilizzo del Green pass normale anche per l'accesso ai mezzi pubblici. Per effettuare i controlli è previsto che ai funzionari delle aziende di trasporto pubblico vengano affiancati gli uomini delle forze dell'ordine. Chi verrà trovato senza Green pass rischia una multa tra i 600 e i 1000 euro.

I controlli potranno venir eseguiti solamente a bordo e non prima o dopo la salita e la discesa dal mezzo. Saranno controlli a campione che verranno effettuati contestualmente alla richiesta del biglietto. Queste decisioni sono state prese dal ministro Luciana Lamorgese ha incontrato in videoconferenza i prefetti e i questori dei capoluoghi di regione "per dare indicazioni sulla programmazione dei servizi finalizzati ai controlli sul possesso del 'Green pass' dopo l'entrata in vigore del decreto legge n. 172/2021, che prevede nuove e più stringenti misure per contenere la diffusione del Covid-19". Nel corso della riunione erano presenti anche il capo della Polizia-direttore generale della Pubblica sicurezza, Lamberto Giannini, il comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, Teo Luzi, e il vice comandante della Guardia di finanza, Giuseppe Vicanolo.

Dal governo non vogliono lasciare nulla di intentato affinché i controlli vengano eseguiti in maniera inflessibile. Il ministro Lamorgese ha chiesto espressamente che vengano effettuati "controlli più serrati sulla certificazione verde con una particolare attenzione alle aree e alle fasce orarie di maggiore afflusso di persone". A bordo dei mezzi (tram, metropolitane, autobus) e, in generale, nel servizio di controllo, saranno operative pattuglie miste che, "in questa fase ancora molto delicata per la salute pubblica", sono chiamate "a dare il massimo e ad agire con responsabilità ma anche con la necessaria fermezza".

Ma il discorso di Luciana Lamorgese è stato fatto su ampia scala, non solo per quanto concerne il trasporto pubblico locale. Il ministro dell'Interno, infatti, ha chiesto la collaborazione di tutti gli esercenti e delle associazioni di categoria affinché si impegnino a effettuare controlli più stringenti, soprattutto laddove è prevista l'introduzione del super Green pass. Il ministro ha spiegato, inoltre, che ai prefetti "è stato chiesto di mettere a punto dispositivi dedicati per i controlli sugli utenti del trasporto pubblico locale con modalità condivise con le aziende di servizio nell'ambito dei Comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica".

Commenti