Paura per il cavalcavia sulla E45 dopo il crollo di Lecco

Gli automobilisti pubblicano su Facebook lo scatto di un cavalcavia tra Umbertide e Montone sulla E45: crepa simile a quella che ha portato al crollo del cavalcavia di Lecco

Paura per il cavalcavia sulla E45 dopo il crollo di Lecco

Non si ferma la paura per i cavalcavia su autostrade e superstrade d'Italia, dopo il crollo di quello di Annone di Brianza che ha provocato un morto e 5 feriti. Già nei giorni scorsi sui social network si erano diffusi video e immagini del ponto di Celico (Cosenza), evidentemente piegato al centro dal peso del passaggio delle auto. Adesso si aggiunge anche un terzo cavalcavia, questa volta sulla E45.

Il cavalcavia pericolante

La strada che attraversa l'Umbria, infatti, conta moltissimi cavalcavia. Uno di questi, quello tra le uscite di Umbertide e Montone, mostra segni evidenti di usura. Dalle foto pubblicate sui social network da alcuni automobilisti, si vedono chiaramente delle crepe molti simili a quelle presenti ad Annone di Brianza, dove un tir è rovinato supra ad alcune auto che transitavano in quel momento sulla superstrada Milano-Lecco (Guarda le foto). Diversamente da quanto successo per il viadotto che collega Cosenza a Crotone, non ci sono notizie al momento di analisi statiche sul cavalcavia della E45.

A Cosenza l'Anas assicura che il ponte "non è a rischio di crollo" dopo "prove di carico statiche, dinamiche e sui materiali, una rete di monitoraggio a prismi ottici". Di certo il crollo del cavalcavia a Lecco ha allarmato gli automobilisti, che ora si guardano bene dall'attraversare ponti che presentano crepe. O almeno ci stanno più attenti.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento