Perugia, uccide la moglie a fucilate: si consgena ai carabinieri

Una donna di 43 anni è stata uccisa oggi a Perugia con un colpo di fucile. A sparare sarebbe stato il marito che si è poi consegnato ai carabinieri

Perugia, uccide la moglie a fucilate: si consgena ai carabinieri

Una donna di 43 anni è stata uccisa oggi a Perugia con un colpo di fucile. A sparare - secondo le prime informazioni - sarebbe stato il marito che si è poi consegnato ai carabinieri. L’omicidio è avvenuto in un appartamento nella zona della stazione di Perugia, sembra al termine di una lite. Secondo quanto accertato finora la donna, avvocato, è stata uccisa con una doppietta dal marito, 40 anni, agente immobiliare. Gli investigatori stanno ancora ricostruendo la dinamica dell’omicidio. L'omicidio è avvenuto nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Ogni 3 giorni in Italia una donna viene uccisa dal partner, dall’ex o da un familiare. Sono quasi 7 milioni (una su 3) le 16-70enni ad avere subito una qualche forma di violenza fisica o sessuale. In oltre il 60% dei casi sono i partner attuali o gli ex a commettere gli abusi più gravi, e più di 9 volte su 10 il crimine non viene denunciato. A fare il punto sui numeri dell’emergenza nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne è l’Organizzazione mondiale delle sanità, sottolineando che solo nel 2014 nel nostro Paese sono state 115 le vittime di femminicidio uccise dal marito, dal fidanzato o da un ex. Nella maggior parte dei casi (65,2% contro il 60,3% del 2006), i figli hanno assistito a episodi di violenza sulla madre.

Commenti