Pescatori trovano cadavere in mare al rientro in porto a Sanremo

Erano circa le 20.30, quando al rientro da una battuta di pesca, l’equipaggio si è reso conto dell’insolita presenza in acqua

Alcuni pescatori hanno avvistato, ieri sera, un cadavere che galleggiava in mare, a una cinquantina di metri in linea d’aria dal Porto Vecchio di Sanremo. Erano circa le 20.30, quando al rientro da una battuta di pesca, l’equipaggio si è reso conto dell’insolita presenza. Subito, vista anche la scarsa visibilità, hanno pensato che potesse trattarsi di qualche rifiuto ingombrante di ostacolo alla navigazione, ma quando hanno puntato il faro, è scomparso ogni dubbio.

E’ stata così allertata la locale Capitaneria di Porto e sul posto è intervenuta la motovedetta “Cp 864”. Intorno alle 22, il corpo è stato recuperato e portato a riva. La vittima è stata identificata in un uomo di 79 anni, di Sanremo, P.S., che il figlio aveva dato per scomparso nel pomeriggio.

Da una prima perizia medico legale il decesso è avvenuto per annegamento e secondo i militari della Guardia Costiera, l’ipotesi più accreditata sulla morte resta quella del suicidio. Date le condizioni di salute dell’anziano e quelle del mare, è probabile che la morte sia sopraggiunta pochi minuti dopo il contatto con l’acqua. Accertamenti sono in corso per ricostruire le ultime ore di vita della vittima.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.