Cronache

Occhio agli pneumatici: cosa rischiate dal 15 aprile

Previste sanzioni amministrative salate per chi non si adeguerà alle direttive entro un mese, con ritiro del libretto di circolazione

Occhio agli pneumatici: cosa rischiate dal 15 aprile

Le giornate si sono allungate e la bella stagione è ormai alle porte. Con essa in arrivo anche il consueto cambio degli pneumatici, che coinvolgerà la stragrande maggioranza dei mezzi che circolano nel Belpaese. A partire da venerdì 15 aprile infatti sarà possibile cambiare gli pneumatici, passando dalle gomme invernali a quelle estive. Secondo le direttive della circolare della Motorizzazione civile n 1049/2014 ci saranno - come consuetudine del resto - trenta giorni di tolleranza: pertanto gli automobilisti avranno tempo fino al prossimo 15 maggio per regolarizzare la posizione del proprio veicolo. Il cambio non riguarderà due categorie: oltre ai guidatori che montano pneumatici quattro stagioni infatti non saranno coinvolti neanche quelli che hanno dotato il loro mezzo di gomme invernali ma con un indice di velocità uguale o superiore a quello indicato sulla carta di circolazione. Per i trasgressori ci saranno sanzioni amministrative piuttosto salate, comprese fra i 422 e i 1682 euro. Saranno previsti inoltre il ritiro del libretto di circolazione e la revisione obbligatoria del mezzo, oltre alla possibile decurtazione dei punti sulla propria patente di guida.

A vigilare su questo (e molto altro ancora) ci sarà fra gli altri la polizia stradale, la quale anche quest'anno farà partire la consueta campagna "viaggiare in sicurezza", in collaborazione con l'associazione Assogomma. I controlli delle forze dell'ordine, che si collocano nel quadro delle attività di prevenzione a garanzia della sicurezza stradale, si concentreranno in particolar modo sugli pneumatici, sensibilizzando gli automobilisti sull'importanza che rivestono per l'incolumità nostra e degli altri poiché elementi strategici. La campagna della polstrada prenderà il via dal Friuli Venezia Giulia già a partire dai prossimi giorni.

Circolare con pneumatici adatti alla stagione è infatti di fondamentale importanza per la sicurezza stradale: gli pneumatici estivi si differenziano da quelli invernali perché, oltre ad avere una mescola differente che resiste alle alte temperature raggiunte dall'asfalto, posseggono una tassellatura più spessa, con scalanature longitudinali molto più sicure sul bagnato e quindi ottime per contrastare il rischio di aquaplaning (un fenomeno causato dalla presenza di una sorta di pellicola d'acqua sull'asfalto, la quale provoca la perdita di contatto tra la strada e la gomma mandando la vettura fuori controllo). Gomme adeguate al contesto inoltre garantiscono un certo risparmio di carburante.

Commenti