Portici, nipote del boss in lista per le comunali: si ritira

Il nonno di Jessica Provisiero, nella lista l'Udc a Portici, è un camorrista. Il candidato sindaco la fa desistere: "Non ne sapevo nulla"

In lista con l'Udc, che sostiene come candidato per le comunali di Portici (Napoli) il giudice Nicola Marrone, c'è anche Jessica Provisiero, nipote ventenne del boss di camorra Luigi 'o Califfo Vollaro.

C'era, fino a ieri. Poi si è dovuta ritirare, dopo che la notizia della sua parentela ha fatto scandalo in paese. A raccontare i fatti ci pensa Repubblica, che spiega come sono andati i fatti.

Fino a ieri pare che nessuno sapesse della parentela tra la candidata e il boss. Di certo non ne era a conoscenza - dice - il candidato sindaco, che parla di una "grave circostanza". E che ha costretto la ragazza a ritirare la sua candidatura.

Classe 1991, Jessica Provisiero non ha mai avuto problemi con la giustizia. Ha soltanto una parentela scomoda, quella con il nonno boss camorrista, di cui però non porta il cognome. Raggiunta da Repubblica spiega di non avere particolari competenze o preferenze politiche, ma di voler "fare qualcosa per il paese" e "levarsi il marchio" di dosso.

La sua candidatura dura finché fanno sapere al sindaco chi è Jessica Provisiero. Poi il ritiro, dopo una richiesta del candidato sindaco Marrone, che ammette che lei "non ha alcuna colpa", ma promette che uscirà dalla lista per le comunali. Ci tiene a precisare: "Non ne sapevo nulla". Poi scarica le colpe: "Penso ci sia lo zampino dell'ex sindaco e senatore Pd Cuomo: guarda le parentele degli altri, spiffera".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento