Positivo all'etilometro, chiama un amico ma anche lui è ubriaco

L'uomo è stato fermato per un controllo dai carabinieri. Aveva un tasso alcolemico superiore a quello consentito dalla legge. La stessa cosa è successa al suo amico che era venuto per prendere la macchina. Il singolare episodio è avvenuto in provincia di Pordenone

Positivo all'etilometro, chiama un amico ma anche lui è ubriaco

Risulta positivo all’etilometro, poi chiama un amico ma anche lui è sbronzo. E così i carabinieri hanno ritirato due patenti in un solo colpo. Il singolare episodio è avvenuto a Prata di Pordenone.

Come racconta il quotidiano Il Friuli, un uomo di 56 anni di Brugnera è stato fermato per un controllo dai militari dell’arma di Sacile. Gli agenti lo hanno sottoposto all’etilometro ma l’uomo aveva un tasso alcolemico di 1,47 grammi per litro. A questo punto il veicolo doveva essere affidato a una persona di fiducia. Così il 56enne ha chiamato un suo amico di Fiume Veneto, che poco dopo è arrivato sul posto con la propria macchina. Anche lui, però, mostrava i segnali di chi aveva bevuto troppo. E infatti, una volta sottoposto ad accertamenti, è risultato avere un valore di pari a 1,28 grammi per litro. I carabinieri hanno ritirato entrambe le patenti e hanno denunciato i due automobilisti per guida sotto l’effetto dell’alcol, mentre le due vetture sono state affidare a due donne sobrie.

Un episodio simile era successo lo scorso dicembre in provincia di Cagliari. In quel caso, il guidatore aveva un tasso alcolemico sei volte superiore al limite di legge, ovvero 3,70 grammi per litro. Inoltre, non poteva nemmeno guidare perché gli era stata ritirata la patente un mese prima. L’uomo aveva chiamato un suo amico, il quale era ubriaco e aveva un valore alcolemico doppio rispetto a quello consentito.

Commenti