Cronache

Povia canta "Immigrazia" ed è subito polemica

Il cantautore Povia pubblica su Facebook la sua nuova canzone "Immigrazia", in cui esprime la sua visione del fenomeno dell’immigrazione. E scoppia subito la polemica

Povia canta "Immigrazia" ed è subito polemica

Ormai è un must: ogni canzone di Povia scatena subito la polemica. Dopo i gay e l’eutanasia, è successo anche con "Immigrazia", l'ultimo video che il cantautore ha pubblicato su Facebook. Una visione personale del fenomeno dell'immigrazione. "Immigrazia è una follia voluta da chi vuole che tu vada. Nel frattempo l’immigrato mentre tu stai sulla sedia piano piano lui si insedia. Nel frattempo l’immigrato con l’aiuto del governo si prende il nostro posto e si prende pure il padreterno. Gli immigrati di domani saranno i nuovi italiani. Ma se dici queste cose sei soltanto un incivile", recita Povia. (Clicca qui per guardare il video).

Che poi si dice convinto di ottenere il plauso anche dal leader della Lega Nord: "La sostituzione degli italiani è in atto. Usano immigrati a basso prezzo. Noi italiani scompariremo, storia già vista. Matteo Salvini sto pezzo ti piacerà".

E poi ancora: "Se non vuoi fare quel lavoro, lo fanno loro lo fanno loro. E mentre fissi il lampadario ti fregano il salario". Inutile dire che la canzone ha suscitato apprezzamenti ma anche diverse polemiche e accuse di xenofobia e razzismo.

Commenti