"La professoressa ha abusato di me". L'accusa choc dello studente disabile

Secondo il giovane, portatore di disabilità, l'insegnante gli avrebbe rivolto attenzioni di natura sessuale. La professoressa è stata rinviata a giudizio

"La professoressa ha abusato di me". L'accusa choc dello studente disabile

Una presunta violenza sessuale che, se fosse confermata, farebbe accapponare la pelle. Il caso coinvolge uno studente disabile di 17 anni e una professoressa di 50 in servizio presso un istituto superiore di Firenze. La docente è accusata di aver rivolto attenzioni di natura sessuale al ragazzo durante l'orario delle lezioni. Oggi la prima udienza del processo a carico della donna nelle aule del tribunale fiorentino.

L'accusa

Secondo quanto riporta il quotidiano La Nazione i fatti risalgono al 2019. Lo studente, portatore di disabilità, sarebbe stato destinatario di attenzioni sessuali da parte dell'insegnante di sostegno. L'episodio contestato dagli inquirenti alla professoressa risale al 5 novembre. Secondo quanto ricostruito dalla procura, quel giorno il 17enne e la docente erano rimasti soli in aula. Lo studente, affaticato dallo studio, avrebbe appoggiato la testa sulle spalle della cinquantenne. A quel punto, l'imputata avrebbe tentato un approccio con il ragazzo. Dapprima un abbraccio poi un abbraccio e alcuni baci sulla bocca. Fino a che lo "scambio affettuoso" sarebbe andato oltre. Molto oltre. Pare, infatti, che tra i due si sia consumato un rapporto sessuale completo.

La denuncia

Secondo l'accusa l'insegnante avrebbe circuito lo studente con un comportamento "subdolo e induttivo". Dopo il presunto atto sessuale, la professoressa si sarebbe raccomandata con il ragazzo di mantenere stretto riserbo sull'accaduto. "Non devi dirlo a nessuno", gli avrebbe fatto promettere. E invece, il 17enne ha raccontato l'episodio ai genitori che, assistiti dall'avvocato Alessia Buzzichelli, hanno sporto immediatamente denuncia. Le indagini del caso sono state affidate ai carabinieri. In questi mesi i militari dell'Arma hanno avviato una lunga serie di accertamenti volti a verificare fatti, luoghi e circostanze descritte dal ragazzo durante l'incidente probatorio.

La difesa

Il caso è approdato in tribunale. Proprio in queste ore è in corso la prima udienza del procedimento a carico della professoressa. L'avvocato Paolo Sebastiani, difensore della 50enne, ha preferito rimandare qualunque commento al termine del dibattimento. La parte civile, invece, che comunque ha già dato il suo contributo davanti al giudice delle indagini preliminari non è presente in aula.

Commenti