Con un profilo falso adescava minorenni su internet. Arrestato ventunenne indiano

Nuovo caso di "grooming", adescamento online. Pochi giorni fa la Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica aveva lanciato l'allarme

Smartphone

Creava profili falsi su Facebook e Whatsapp per adescare le ragazzine.

Un cittadino indiano è stato arrestato dalla squadra mobile di Reggio Calabria per tentata violenza sessuale, sostituzione di persona, produzione di materiale pornografico minorile ed adescamento di minorenni.

Il ragazzo, 21enne, spacciandosi per qualcun altro, era riuscito ad entrare in contatto con ragazzine minori di 14 anni.

Conquistata la fiducia di una delle sue vittime, era riuscito a farsi inviare da una delle giovani alcune foto in cui era ritratta nuda.

In seguito al rifiuto della ragazza di fare sesso con lui, il giovane l'ha minacciata dicendole che se non si fosse piegata ai suoi desideri, avrebbe pubblicato su internet le foto ricevute.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.