"Così voleva uccidermi .E ci proverà ancora..." Il video che incastra l'ex

Nel video trasmesso dal programma Chi l'ha Visto? si vede l'uomo mentre tenta di introdursi nella casa dell'ex moglie aggrappandosi a un tubo

"Così voleva uccidermi .E ci proverà ancora..." Il video che incastra l'ex

L'uomo che vedete in foto sta tentando di raggiungere la finestra della casa in cui vive la ex moglie arrampicandosi su un tubo dell'acqua. Si chiama Antimo Carrera. È il marito di Caterina Stellato, 40 anni, sopravvisuta ad un tentativo di aggressione che, sostiene la donna, avrebbe potuto non lasciarle scampo. "Mi avrebbe ammazzata", racconta ai microfoni di Chi l'ha visto?. Nel video trasmesso dal programma di Rai3 si vede l'uomo, in preda ad una furia irascibile, all'opera: tenta di scalare le pareti esterne dell'abitazione in cui Caterina vive con i genitori e suoi tre figli. "Siamo vivi per miracolo", dice la 40enne. Poi sospira: "Se esce dal carcere mi ucciderà".

Venticinque anni di botte

Venticinque anni di botte. Non un giorno in meno in cui Caterina ha dovuto incassare calci, schiaffi e pugni. Pugni che sono diventati macigni sul cuore, così pesanti da toglierle il fiato e la forza di reagire per un tempo lunghissimo. Finché, lo scorso 23 novembre, decide di sottrarsi alle grinfie del suo aguzzino. Dopo aver ricevuto l'ennesima valanga di percosse, Caterina monta in sella alla sua bicicletta e va in cerca d'aiuto. Per non destare sospetti, finge sia un giorno come un altro: non porta niente con sé, né la borsa né i soldi. Ma soprattutto non porta con sé i suoi figli che decide di lasciare al marito per evitare loro un trauma. Del resto, quell'uomo a loro non ha mai fatto del male: è lei il suo chiodo fisso, il suo unico bersaglio. "Lasciarli nelle sue mani è stata una scelta difficilissima, mi sono sentita lacerare l'anima", racconta la 40enne. Il 30 dicembre 2020 un giudice decide di affidare la custodia esclusiva dei bambini alla madre vietando all'ex marito di avvicinarsi alla casa in cui Caterina vive con i genitori. Ma per uno come Antimo Carrera la legge vale poco o nulla. Per certo, non pone freno al desiderio di vendetta nei confronti della moglie che, non solo ha osato disobbedire, ma gli ha tolto anche la possibilità di vedere i figli. Un affronto insopportabile che sfocerà in un tentativo di aggressione qualche mese più tardi.

Il video choc

È il 10 febbraio scorso. Quel giorno, Antimo Carrera ritiene sia giunta l'ora di farsi giustizia. Sulla scia di una rabbia incontebile, decide di dare seguito ad un piano che, verosimilmente, avrebbe potuto riservare un finale diverso. L'uomo si reca sotto casa di Caterina e tenta di intodursi nell'appartamento dalla finestra. Nel video mandato in onda dal programma Chi l'ha Visto? si vede l'ex marito della 40enne arrampicarsi su per un tubo, lungo la parete esterna del palazzo. Tenta e ritenta finché non scivola giù piombando sul rettangolo cementato del cortile. A quel punto, non può che darsi per vinto. E allora grida tutta la sua rabbia, impreca sotto la pioggia battente mentre dentro casa Caterina e sua madre chiamano la polizia. Come ultimo gesto, ad un passo dalla resa definitiva, rompe la telecamera. Poi se ne va, finalmente, prima che sopraggiungano gli agenti. "Siamo state fortunate perché pioveva - racconta la donna - sennò non sarebbe scivolato e sarebbe arrivato alla finestra. Siamo vive per miracolo. Mi vuole morta e quando uscirà dal carcere verrà a cercarmi. Ho bisogno di cambiare città, casa, lavoro.Ho bisogno che lui non mi trovi mai e che i bambini crescano sereni. L'ho conosciuto che avevo 15 anni e ho sopportato di tutto per 25 anni in un crescendo di violenze. Mettevo le mani sulla testa per parare i pugni e aspettavo che finisse, ma prima o poi mi avrebbe dato il pugno mortale".

Intanto, Antimo Carrera è finito in carcere. Stando a quanto riferisce il Corriere della Sera, per lui è fissata un'udienza il prossimo 27 aprile e i guai con la giustizia non sono legati soltanto a Caterina. Lo stesso giorno del video aveva picchiato brutalmente uno zio di lei incontrato per strada, un altro aveva sfasciato l'ufficio degli assistenti sociali e in passato aveva alzato le mani su un avvocato. Racconta di avere un braccio fuori uso, motivo per cui non può lavorare e percepisce la disabilità. Ma dal video, non si direbbe.

Commenti

Grazie per il tuo commento