Pubblica su WhatsApp le foto della ex nuda: farà 3 mesi in carcere

È stata arrestata in Gran Bretagna la prima persona con l'accusa di revenge porn (vendetta porno)

Pubblica su WhatsApp le foto della ex nuda: farà 3 mesi in carcere

Una vendetta che costa cara. Il 21enne Luke King dovrà scontare una pena di tre mesi di reclusione per essersi vendicato su WhatsApp dell’ex fidanzata che lo aveva lasciato. Si tratta del primo caso al mondo di revenge porn. In italiano può essere tranquillamente tradotto con "vendetta a luci rosse". Di cosa si tratta? Per "punire" la ex Luke King ha pensato bene di inviare agli amici alcuni scatti hot della ragazza.

I reati riconducibili alle "vendetta a luci rosse" sono sempre più diffusi tra i giovani. Dai social network a WhatsApp, dalle mail a siti di incontri: sempre più persone caricano scatti hard e video sexy di ex o conoscenti. Una sorta di vendetta o ricatto. Giusto per fargliela pagare. Anche la legge però si è attivata su queste nuove forme di reati. Tanto che i giudici della corte del Sud Derbyshire hanno condannato il 21enne per aver messo come foto del proprio profilo su WhatsApp uno scatto piuttosto esplicito che ritraeva la ex. Una immagine piuttosto intima che la ragazza aveva inviato a Luke King in passato.

Dopo aver chiesto l'immediata rimozione della foto dal profilo dell’ex, la giovane ha deciso di sporgere denuncia alla polizia. I giudici hanno condannato l’ex ragazzo a dodici settimane di prigione oltre ad avergli vietato di avere contatti, anche online, con la ex per almeno due anni. Come spiegano i giudici al DailyMail, per Luke King sono state adottate le nuove leggi in materia di "vendetta a luci rosse". Si tratterebbe solo del primo di una lunga serie di casi che andranno ad esaminare.

Commenti