Cronache

Puglia, un agnello legato bela disperato al santuario di Latiano

La protesta degli animalisti. "Gli animali non sono una merce da esposizione"

Puglia, un agnello legato bela disperato al santuario di Latiano

Un giovane agnello legato in chiesa, per ricordare l'arrivo della Pasqua, ripreso in video mentre bela disperatamente a pochi passi dalle panche del santuario di Latiano, in Puglia. Un filmato diffuso in rete dagli animalisti e che ha scatenato lo sdegno di chi è convinto che non si possa trattare così un animale, nemmeno se tra i simboli della festività religiosa.

"Un agnello in tenera età è stato legato sotto l’altare del Santuario di Santa Maria di Cotrino a Latiano. Gli animali non sono merce in esposizione. In una festa in cui si dovrebbe celebrare la resurrezione e la vita, questo comportamento è quanto di più lontano si possa immaginare dallo spirito della Pasqua", scrive su Facebook Rinaldo Sidoli, esponente del Movimento Animalista.

"Dov’è la compassione – aggiunge -, la pietà, l’amore e il rispetto per una creatura del Signore? Lasciare un cucciolo che piange come forma di spettacolarizzazione è maltrattamento di animale. Non è un oggetto, ma un essere senziente, che come noi, soffre e prova emozioni".

Commenti