Il quartiere-fortino di Treviso: contro i ladri 3 metri di muro

La decisione del quartiere fatto di 55 villette. Protesta la sinistra. Polemiche sulle autorizzazioni. Ma i cittadini chiedono sicurezza

Un quartiere fortino. Un muro altro tre metri che circonda il nuovo quartiere San Martino a Treviso. A costruirlo è stato Alberto Villanovich e sa bene che con quel muro liscio, senza appigli, per i ladri entrare sarà se non impossibile di certo più difficile.

I tempi, si sa, ormai son questi. Soprattutto nel Nord-Est: le rapine negli appartamenti sono all'ordine del giorno e polizia e carabinieri non possono certo arrestare tutti. Così il costruttore di questo nuovo borgo non lontano dal centro della città ha deciso di assicurare ai suoi acquirenti la sicurezza che tutti cercando quando comprano una casa. "Vivranno protette, tranquille, senza problemi di criminalità. Sto vendendo bene — ha detto Villanovich al Corriere —. Perché se anche un ladro riesce a scavalcare il muro e ruba, per dire, un televisore, poi non riesce a portarlo via e fa la fine del topo in trappola". Sono giorni che a Treviso non si parla d'altro. Quella fortificazione sullo stile "americano" non è piaciuta ad ambientalisti e sinistra, un po' per ideologia un po' perché lo considerano brutto. A lamentarsi anche l'attuale sindaco Pd, Giovanni Manildo, il quale non ha potuto far altro che lasciar finire i lavori di un cantiere autorizzato dalla precedente giunta a guida Lega Nord. Alcune associazioni dicono che per legge non possono esserci muri così alti, ma in realtà gli assessori leghisti hanno fatto tutto a norma. E così la cittadella fortificata potrà continuare ad esistere. E magari diventerà un modello per il futuro che alte città (Milano, Pordenone e altre) hanno già adottato. Ma che potrebbe diffondersi.

Commenti

ziobeppe1951

Sab, 04/03/2017 - 12:15

Avrei messo anche una garitta con mitragliatrice..alla faccia dei PDioti

mariod6

Sab, 04/03/2017 - 12:16

Perché, se io sopra al muro voglio metterci il filo spinato, il comune può impedirmelo ?? Forse quelli che si oppongono sono quelli che con i ladri fanno affari.

cgf

Sab, 04/03/2017 - 12:19

un muro di tre metri è normale allenamento per chi pratica parkour, gli altri 'parcheggiano' un furgono, vi salgono sopra et voilà le jeux sont fait

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 04/03/2017 - 12:19

La "sinistra" invece di protestare bene avrebbe fatto a garantire la sicurezza ma come possiamo ben vedere su tutto il territorio Nazionale ciò non è affatto garantita. Oltre ai muri dovrebbero chiedere il porto d'armi.

Una-mattina-mi-...

Sab, 04/03/2017 - 12:39

OTTIMO: QUELLI CHE DEPENALIZZANO, CHE NON INCARCERANO I PREDONI-LADRONI, ADESSO PROTESTANO PERCHE' I MURI SONO TROPPO ALTI. DOMANI PROTESTERANNO CONTRO LE INFERRIATE ALLE FINESTRE. SI CHIAMA ISTIGAZIONE A DELINQUERE, ANDREBBE PUNITA.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 04/03/2017 - 14:00

Quello che NON riesco proprio a capire dei Trevisani e non solo è come si possa votare un sindaco PD!!!! AMEN.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 04/03/2017 - 14:06

Ecco il risultato dell'itaglia multirazziale. Tra un po saremo come il Brasile. Favelas inaccessibili anche alle forze dell'ordine dove regnerà l'illegalita e il narcotraffico e il filo spinato elettrificato sui muri di cinta delle case degli italiani che potranno permetterselo. Aspettate a vedrete che bello.....

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Sab, 04/03/2017 - 14:21

Che ridere! Stiamo ritornando ai 'fort apache' americani o ai castelli medievali. Ma forse questo è il nuovo modo con cui si intende oggi il 'progresso': ritornare alle cose vecchie e ai metodi passati. Dopotutto Nietzsche lo diceva: il progresso, il nuovo e il moderno sono illusioni perché costituiscono solo il vecchio che si ricicla ma sotto altre o diverse forme. Insomma niente di veramente nuovo od originale sotto il sole.

lorenzovan

Sab, 04/03/2017 - 14:30

l'ho detto tempo addietro ...stiamo ritornando economicamente..socialmente politicamente al medioevo..ci sono i nuovi nobili..non per nascita ma per ricchezza..che vivono nei castelli ben protetti da armate mercenarie...il popolino che vivra' nei centri urbani sempre piu' decadenti e in rovina...e la redostribuzione delle ricchezze vero l'alto ..con la sparizione della class media....corsi e ricorsi li chiamava GB Vico

Malacappa

Sab, 04/03/2017 - 14:40

Ripeto, ha ragione o no Trump, in qualche modo si deve difendere uno

cgf

Sab, 04/03/2017 - 15:12

In certi Paesi dell'America Latina, non faccio nomi, ma guardate a SX, sopra i [tanti] muri c'è vetro e filo spinato con la scritta peligro alta tension.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 04/03/2017 - 15:21

è il futuro che ci attende, se non ci opponiamo seriamente

Ritratto di Evam

Evam

Sab, 04/03/2017 - 15:25

Fortunati coloro che oggi abitano ancora dentro quegli splendidi borghi medioevali ancora circondati da alte mura fortificate, che con arte e fascino storico possono riqualificarli senza vedersi costretti a soluzioni da lager, istituto di pena, ospedale psichiatrico e così via. Del resto lo squallore architettonico oggi riflette quello politico.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 04/03/2017 - 15:42

La SINISTVRA VRADICAL CHIC PVROTESTA? Ma chissenefrega. ....

AndyCorelli

Sab, 04/03/2017 - 16:31

Negli States esistono interi quartieri di casette con grandi finestrature protette da miseri antifurti anti intrusione, il giardino non ha recinto e non sentono necessità di muri, porte blindate e sbarre alle finestre...forse perchè la chi "sbaglia" casa finisce crivellato di colpi...meglio in Italia???

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 04/03/2017 - 20:02

Come a Belfast.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 04/03/2017 - 20:02

Scusate volevo dire Londonderry.

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Sab, 04/03/2017 - 21:16

Grazie ai sinistri si torna al Medioevo