"Questa è la vera acqua santa", lo scherzo del Papa in un video censurato dal Vaticano

Durante un'udienza di alcuni mesi fa, Papa Francesco ha ricevuto alcuni seminaristi scozzesi che l'hanno omaggiato con una bottiglia di whisky. "Questa è la vera acqua santa", aveva scherzato il Santo Padre. La scena, ripresa dal cellulare di un seminarista, è stata censurata dal Vaticano

"Questa è la vera acqua santa", lo scherzo del Papa in un video censurato dal Vaticano

C'era anche un video, ma il Vaticano lo ha censurato. Va bene che Papa Francesco è scherzoso, gioviale ed alla mano ma tra le alte sfere avranno pensato bene fosse meglio non diffondere un particolare momento che il Santo Padre si era concesso con un gruppo di seminaristi scozzesi qualche tempo fa e che, uno di loro, aveva registrato come ricordo.

La battuta del Papa

"Ah, ma questa è la vera acqua santa!" aveva esclamato il Papa dopo aver ricevuto in dono una bottiglia di whisky da parte dei seminaristi: uno scambio simpatico che aveva suscitato le risate dei presenti e contribuito a rompere il ghiaccio imposto dal protocollo, creando un'atmosfera quasi familiare nel Palazzo Apostolico durante l'udienza, come si legge sul Messaggero.

Video censurato dal Vaticano

L'episodio, che risale a diversi mesi fa, era stato ripreso con il cellulare da qualche giovane seminarista presente. Non molto tempo dopo, come viene riportato dal quotidiano inglese Daily Mirror, il collegio scozzese ha ricevuto la richiesta del Vaticano di censurare quel siparietto. C'è anche la testimonianza di Tony Kearnery, il regista che stava girando il documentario scozzese sulla vita dei loro seminaristi ed era intenzionato ad inserire anche quel pezzetto divertente. "I ragazzi avevano portato in dono al Papa del whisky perchè sapevano che lo avrebbe gradito - ha affermato Kearnery - quando ha visto la bottiglia ha sorriso e ha detto: 'ma questa è la vera acqua santa'".

Il regista ha aggiunto che, con l'ufficio stampa del Vaticano, erano stati concordati ed autorizzati tutti i filmati: prima di montarli, i file erano stati inviati a Roma per un ulteriore controllo. Una volta restituiti, però, c'era tutto tranne il pezzetto con la battuta di Papa Francesco. "All'inizio eravamo davvero infastiditi, ma hanno insistito sul fatto che non volevano che il Papa fosse visto approvare il whisky" - ha sottolineato il regista.

Per quanto possa dispiacere, il Vaticano ha imposto tagli al documentario su quel punto perchè il Papa, ovviamente, non può pubblicizzare la marca di un whisky.

"Preghiamo per chi assiste disabili colpiti da malattia"

La più stretta attualità, purtroppo, ci fa tornare con i piedi per terra. "Ieri ho ricevuto una lettera di una suora, che lavora come traduttrice nella lingua dei segni per i sordomuti, e mi raccontava il lavoro tanto difficile che hanno gli operatori sanitari, gli infermieri, i medici con i malati disabili che hanno preso il Covid-19. Preghiamo per loro che sono sempre al servizio di queste persone con diverse abilità, ma non hanno le abilità che abbiamo noi". Si è espresso così Papa Francesco questa mattina nel corso della Messa a Casa Santa Marta, nel sabato dell'Ottava di Pasqua, vigilia della Domenica della Divina Misericordia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti