Rapina ai danni di 20enne, pestato per un telefono: fermato straniero

Il ragazzo stava parlando al cellulare quando l'apparecchio gli è stato sottratto da una banda di tre individui, che hanno preteso un riscatto. Consegnato il denaro, la vittima è stata comunque picchiata

Rapina ai danni di 20enne, pestato per un telefono: fermato straniero

Violenta rapina avvenuta durante lo scorso mercoledì a Castelfranco Veneto (Treviso), a farne le spese un 20enne padovano.

Il ragazzo si trovava nelle vicinanze della stazione delle corriere e stava parlando con qualcuno al telefono, quando si è verificato l'episodio. All'improvviso, infatti, si è visto circondare da un gruppetto di tre giovani che, con estrema facilità, sono riusciti a strappargli di mano lo smartphone per poi fuggire a gambe levate.

Deciso a riprendersi ciò che gli era stato sottratto, il 20enne è corso dietro ai ladri. Questi ultimi, infine, lo hanno fronteggiato, arrivando addirittura a chiedergli la somma di 50 euro per poter riavere indietro il telefono. Trovandosi in inferiorità numerica, il ragazzo non ha potuto fare altro che assecondare i tre malviventi, consegnando loro quanto richiesto. Una scelta rivelatasi in seguito inutile.

Il gruppo, infatti, non aveva mai avuto alcuna intenzione di restituire il telefono. Dopo aver ricevuto i 50 euro richiesti, è purtroppo scattata la violenza. A salvare il 20enne, barbaramente picchiato, sono stati i carabinieri della compagnia locale, che si trovavano nelle vicinanze del luogo dell’aggressione.

I militari hanno tempestivamente raggiunto i giovani e riportato la calma. A finire in manette un 18enne nordafricano, ritenuto il principale responsabile. Accusato di furto, estorsione e tentata rapina, si trova ora a disposizione dell’autorità giudiziaria. Identificati anche gli altri due membri della banda, che sono stati segnalati.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti