Rapine e aggressioni online: arrestati tre minorenni magrebini

I ragazzi facevano parte del gruppo Instagram "Cremona Dissing": pubblicavano tutte le loro azioni violente

Rapine e aggressioni online: arrestati tre minorenni magrebini

Risse, rapine e aggressioni celebrate sui social. Si divertivano così tre minorenni di origine magrebina che a Cremona erano diventati dei modelli da seguire per le loro gesta "da eroi". La polizia ha eseguito un'ordinanza di applicazione della misura cautelare del collocamento in comunità a carico della baby gang: i ragazzi facevano parte del "Cremona Dissing", un gruppo Instagram sul quale venivano raccontate le bravate commesse.

L'operazione

Le indagini sono partite in seguito a diversi scippi avvenuti in città il 12 giugno scorso nel corso di una festa aperta al pubblico: sette ragazzi si resero protagonisti di una rapina e di un'aggressione per futili motivi nei confronti dei partecipanti alla serata. Gli agenti hanno poi identificato i tre ragazzini, ritenuti autori di una rapina dal valore di 20 euro in contanti e di una tentata rapina di un portafogli.

L'organizzazione della baby gang era sempre la medesima e seguiva tre step principali: individuazione della vittima; aggressione con calci e pugni; furto di soldi o cellulare. Il tutto filmato e poi fieramente condiviso sui social.

Tra i messaggi della chat si legge una frase per darsi appuntamento: "Allora alle 4 si jumpa?". Inoltre venivano pubblicate delle foto di piazza Marconi con la scritta "The ring is for boy", come se dovesse trasformarsi in un ring per degli incontri di boxe.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...
Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento