Vaccino e reazioni allergiche? Come stanno davvero le cose

Il vaccino Pfizer-BioNtech è composto da alcune particelle che potrebbero scatenare alcune reazioni allergiche in soggetti predisposti. "Ad oggi non si sono verificate, se non in casi rari"

Il V-Day dello scorso 27 dicembre ha dato il via alla campagna vaccinale anti-Covid in tutta Europa: le prime dosi del vaccino Pfizer-BioNtech sono state somministrate agli operatori sanitari delle principali nazioni europee.

Cos'è Peg

Mentre si è messo in moto l'enorme "motore" dei vaccini che consegnerà centinaia di migliaia di dosi, settimanalmente, all'Italia e ad altri Paesi, si parla delle eventuali, possibili (rarissime) reazioni allergiche dopo la somministrazione. Nel caso specifico di quello della Pfizer, la causa sarebbe da imputare alle nanoparticelle di polietilenglicole (Peg) che avvolgono l’mRna contenuto nel vaccino. Non tutti, però, sono d’accordo. Prima di capire quanto e se è necessario preoccuparsi, bisogna spiegare che questa sostanza è un polimero che trova numerose applicazioni in campo bio-farmaceutico ed è utilizzato in ambito di ricerca per la produzione di anticorpi monoclonali (quelli che vorrebbero tutti), ma anche nei lassativi, nelle formulazioni di altri prodotti farmaceutici (dagli unguenti alle compresse) e nei cosmetici, compresi dentifrici e shampoo. Insomma, è considerato una molecola sicura.

La novità è che, secondo quanto pubblicato da una ricerca pubblicata su Science, il Peg non sarebbe mai stato usato prima d'ora in un vaccino approvato. In tutto, sono state rilevate 8 reazioni allergiche avverse dopo l'iniezione di Pfizer- BioNTech su circa 272mila persone. Alcuni allergologi e immunologi ritengono che un piccolo numero di persone precedentemente esposte a queste nanoparticelle possa avere alti livelli di anticorpi contro il Peg, mettendoli a rischio di una reazione anafilattica al vaccino. Altri, invece, sono scettici sul collegamento con eventuali reazioni allergiche.

"Le reazioni allergiche sono rare"

"Il Peg è una sostanza presente in numerosissimi farmaci, ci sono segnalazioni di migliaia di molecole farmaceutiche in cui viene utilizzato perché è un composto che serve alle nanoparticelle lipidiche per veicolare l'Rna nella cellula, è un componente del vaccino. Il fatto che possa essere immunogenico (quindi capace di indurre una reazione immunitaria, ndr) è alla stessa possibilità di qualsiasi altra sostanza che utilizziamo in altri farmaci ed anche in altri vaccini", ci spiega in esclusiva il Prof. Marco Falcone, ricercatore di Malattie Infettive all'Università di Pisa, in forza all'Unità operativa dell'Aoup e membro del consiglio direttivo della Simit (Società italiana di malattie infettive e tropicali). "Dire che possa inficiare la sicurezza del vaccino è un'affermazione che non possiamo fare".

Al momento, e le vaccinazioni proseguono a ritmo sostenuto, sono stati evidenziati rarissimi effetti collaterali. "Ad oggi, l'ipotesi che possa essere immunogenico, in linea generale non può essere scartata al 100% ma è un'ipotesi che rientra fra quelle più disparate che si possono fare sul vaccino - sottolinea Falcone - Sulla base di questa formulazione, non può esserci un'automatica associazione di questo con eventuali reazioni allergiche ritardate. Ad oggi, non si sono nemmeno verificate se non in casi rari".

Un po' di numeri. Come sottolineato dalla stessa rivista Science che ha messo in dubbio i peg, le reazioni anafilattiche possono verificarsi con qualsiasi vaccino ma di solito sono estremamente rare, circa una per un milione di dosi. Al 19 dicembre, gli Stati Uniti avevano visto sei casi di anafilassi tra le 272mila persone vaccinate, il Regno Unito soltanto due. Inoltre, nella fase dei trials clinici di Pfizer, nessuna reazione allergica è stata evidenziata in studi su oltre 44mila persone che si sono offerte volontarie per testare il vaccino sebbene siano state escluse le persone con una storia di allergie e gravi reazioni avverse ad altri vaccini, che meritano una menzione a parte.

Peg dentro shampoo e dentifricio

Queste sostanze, come accennato in precedenza, sono anche utilizzate in prodotti di uso quotidiano come dentifricio e shampoo come addensanti, solventi, ammorbidenti e trasportatori di umidità e sono stati usati come lassativi per decenni. Un numero crescente di prodotti biofarmaceutici include anche composti 'PEGilati'. Per tanto tempo, si pensava che fossero biologicamente inerti, ma un numero crescente di prove suggerisce che non lo sono. Secondo uno studio del 2016 condotto da Samuel Lai, un farmacista presso l'Università del North Carolina, il 72% delle persone ha almeno alcuni anticorpi contro i peg, presumibilmente a causa dell'esposizione a cosmetici e prodotti farmaceutici. E poi, circa il 7% di chi li possiede avrebbe un livello abbastanza alto da predisporli a reazioni anafilattiche.

"Ce ne saremmo già accorti". "Esiste un rischio allergico perché questi componenti sono stati descritti in passato come potenziali meccanismi di insorgenza di allergia: tuttavia, che questo vaccino possa dare una reazione allergica su vasta scala, dai dati che abbiamo a disposizione non c'è", rimarca il Prof. Falcone. "Parliamo di un numero di casi che si contano sulle dita di una mano su un numero di vaccinati pari a centinaia di migliaia di persone". Ed i numeri parlano a favore del vaccino: oltre ai 40-50 mila volontari della Pzifer, negli Stati Uniti sono già state vaccinate un milione di persone, 140mila in Israele, 2-300 mila nel Regno Unito. In totale, i numeri parlano di quasi due milioni di vaccinati al Covid in tutto il mondo. "Se avessimo avuto un numero alto di reazioni allergiche ce ne saremmo già resi conto, ormai il numero di vaccinati è altissimo", afferma.

Quali sono i "rischi"

Ma in cosa consistono le eventuali reazioni? "Nella maggioranza dei casi sono banali e di bassa entità: un po' di dolore dove è stata fatta la puntura, indolenzia ed un minimo di febbre. Le rarissime reazioni anafilattiche sono reazioni allergiche, comparsa di prurito e orticaria oppure qualche rarissimo caso di qualche reazione anafilattica più seria in cui le persone hanno avvertito capogiro e riduzione della pressione arteriosa, ma queste sono delle descrizioni aneddotiche", afferma Falcone.

Farmaci e vaccino. Lo stesso discorso, per onestà intellettuale, va fatto per i farmaci di uso comune: per quasi tutti noi è un'abitudine saper combattere il mal di testa, la febbre e l'influenza, sapendo ogni volta cosa prendere nel caso specifico. Se si leggono con attenzione i bugiardini, però, in ognuno di questi farmaci sono contenute le controindicazioni, anche molto gravi. "Se si prende un aulin, un'aspirina, un antibiotico o anche una tachipirina, una persona ogni centomila può andare incontro ad una grave reazione allergica. Purtroppo, esistono anche quelli che muoiono per la puntura di una vespa, è una reazione allergica".

"È peggio ammalarsi di Covid..."

Fda, Ema ed Aifa hanno approvato il vaccino della Pfizer dopo aver esaminato quanto avvenuto nelle tre fasi cliniche, chiamate trials, dove non sono praticamente mai state riscontrate criticità che facessero temere per la somministrazione pubblica. "Dal punto di vista scientifico, cinque casi di reazioni allergiche gravi ogni centomila non hanno alcun valore: quei cinque che hanno reazioni allergiche gravi sono molto meno problematici di centomila casi Covid in cui muoiono 1.000-1.500 persone", specifica il Prof. Falcone, il quale sottolinea come "il rapporto è 1.500 morti rispetto a cinque-dieci persone che vanno incontro a reazioni allergiche". I numeri ed i fatti parlano da soli: se è vero che nessuno può essere certo al 100% che non si verifichino reazioni avverse, "su centomila vaccinati che rischiavano di prendere il Covid, è molto più alto il rischio di una complicanza grave dovuta al Covid che il rischio infinitesimale di avere una reazione allergica".

Vademecum per gli allergici

Come si fa a sapere il rischio potenziale che si corre facendo una vaccinazione? "Esistono alcune persone che hanno una predisposizione allergica: chi le ha manifestate da bambino, ad esempio, oppure chi le ha avute nei confronti di farmaci e alimenti così come coloro i quali soffrono di asma bronchiale, allergica, o chi ha patologie di tipo autoimmunitario", ci ha detto il ricercavore. In questi casi, il vaccino della Pfizer va somministrato con cautela: "è necessaria una valutazione preliminare con l'allergologo, per valutare il rapporto beneficio-rischio. Lo possono fare ma devono essere sorvegliati più strettamente dai medici".

Credo che si possano dormire sonni tranquilli senza la necessità di dietrologie o pensieri nefasti sui vaccini "perché sono stati fatti in poco tempo", come capita ogni tanto di sentir dire, tra l'altro da chi non ha competenze tecnico-scientifiche per fare affermazioni di questo tipo. Se li abbiamo avuti in 10 mesi bisogna soltanto ringraziare la scienza: senza andare troppo lontano nel tempo, 20 anni fa non sarebbe mai stato possibile. Lo dicono gli esperti, non lo dico io: è importante vaccinarsi, facciamolo per noi stessi e per il prossimo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di sr2811

sr2811

Mar, 29/12/2020 - 17:23

Vorrei tanto sapere con quale criterio il vaccino viene ritenuto sicuro se è -7 mesi che è studiato, per vedere i veri effetti collaterali ci vogliono anni e milioni di vaccinati...

okorop1

Mar, 29/12/2020 - 17:26

Potete scrivere tutta la letteratura scientifica a riguardo ma i tendoni di Arcuri per le vaccinazioni non sono sicuri qualora venisse uno shock anafilattico che non si può escludere a priori, continuano a giocare con la vita e salute delle persone

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 17:28

Articolo chiaro e ben equilibrato. Ma un no-vax o un bastiancotrario (non mi vaccino se mi obbligano.Piuttosto muoio ..) non è facile da convincere. Forse perchè hanno subito una mutazione cerebrale quando da piccoli fecero i vaccini obbligatori per la scuola. Una prova vivente del pericolo dei vaccini. Il no-vax.

Calmapiatta

Mar, 29/12/2020 - 17:28

Non sono le reazioni allergiche, che statisticamente sono inevitabili, a creare diffidenza, ma il semplice fatto che le conseguenza sul medio/lungo periodo sono sconosciute. Tutto per un vaccino che NON assicura copertura e NON garantisce un arco temporale superiore ai 6/7 mesi.

Tizzy

Mar, 29/12/2020 - 17:29

A me non fanno paura le reazioni allergiche, piuttosto il fatto che questo vaccino si insedia nel dna delle persone...... Hai voglia a dire che non succede niente, anche se nel lungo termine una certezza ancora non ci può essere....So solo che con la natura non si scherza!!!

ruggerobarretti

Mar, 29/12/2020 - 17:35

Meglio ancora l'oppio. Allevia tutti i mali.

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 17:38

@okorop1. Guarda che per il tuo shock anafilattico in quei tendoni,come in tutti i luoghi ove si praticano vaccinazioni di ogni genere, hanno delle ottime fiale pronte di Adrenalina (ma se sei contrario anche all'Adrenalina ...)

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 17:40

@Calmapiatta. Meglio rischiare il virus che restare immuni per soli 7 mesi ?

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 17:41

@Tizzy.Dove hai letto che il vaccini "si insedia"nel tuo DNA ? Su Paperino ?

Ilsabbatico

Mar, 29/12/2020 - 17:49

...sì ok , fatelo voi lo stesso. Ne riparliamo tra anni, grazie.

Jon

Mar, 29/12/2020 - 17:51

Certo se ne sarebbbero accorti..!! E quando? visto che la sperimentazione e' DURATA 3 MESI invece che qualche anno..I produttori godono dell'IMMUNITA' LEGALEed il tipo mRNA mai e' stato approvato in precedenza..E' MOLTO GRAVE CHE SI DICA CHE E' INNOCUO, quando non si conosce l'effetto, la Durata e le Capacita' di rendere immuni al Covid..!

ROUTE66

Mar, 29/12/2020 - 17:53

E ci risiamo con le REAZIONI ALLERGICHE,poi vi domandate perchè la gente è restia a vaccinarsi. Dopo il 50% delle reazioni nel REGNO UNITO,cosa è SUCCESSO DI PRECISO?

antonmessina

Mar, 29/12/2020 - 17:53

non sapevo che dentifrici e shampo potessero essere inoculati in vena

ruggerobarretti

Mar, 29/12/2020 - 17:54

giannibarbieri: tu invece che danno hai subito?? Non trovi un pochino puerile il seguitare ad etichettare la gente?? Sul tema specifico giusto ieri mi sono confrontato con un MEDICO della mia citta'. Ha una visione un po' piu' preoccupata della cosa. L'amico, medico, non ha battuto la testa da piccolo ed e' professionista serio e preparato, molto preparato. NOn ha pero' mandato il cervello all'ammasso e non prende percentuali dai venditori del farmaco. Ragione secondo scienza e coscienza.

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Mar, 29/12/2020 - 17:55

Tizzy - Ha letto anche che l'obiettivo ultimo (quello VERO) di tutta l'operazione Covid, architettata gia` tre anni fa da Conte coi Cinesi, e` di impregnare gli umani col 5G?

ruggerobarretti

Mar, 29/12/2020 - 17:55

II-Tu invece??Sappi, se ti interessa, che vi e' un analogia con quello che sta accadendo. Si tratta del 1976, influenza suina, vaccinazione di massa con prodotto assemblato alla quattro e quattr'otto, risultato: quando e' andata bene gente paralizzata ed altre gravi reazioni avverse, non mancarono i morti. Allora finiamola di menare il can per l'aia: volete vaccinarvi, o meglio volete fare gratuitamente da cavia, liberi di farlo. Poi se il liquido funziona non avrete nulla da temere. Io per quello che mi riguarda sfidero' la sorte. Seguiro' la mia profilassi, fino ad ora vincente e se dovesse andare male, ma male estremo, allora pazienza. Se Dio chiama, chiama a prescindere dal covidde.

okorop1

Mar, 29/12/2020 - 17:57

@giannibarbieri corri a farti il vaccino e non rompere le scatole agli altri..per saltare la coda chiedi a de Luca ma fai presto ogni secondo che passa aumenta il rischio...ti passerei volentieri il mio ma tra inefficienze varie ed Arcuri ci vorrà tempo

MonikaHefti

Mar, 29/12/2020 - 18:06

Se I vaccini fossero veramente creati per stare meglio e proteggerci contro le malattie sarebbe qualcosa di molto bello. Io so per certo che una mia cugina che lavorava per una famosa industria farmaceutica svizzera ha deciso di lasciare il suo lavoro poiché lo scopo principale dei vaccini non era quello di proteggere le persone contro eventuali malattie contagiose, ma quello di rendere il sistema immunitario degli esseri umani sempre più debole e poter così vendere ulteriori prodotti farmaceutici (diciamo pure vere e proprie schifezze), in altre parole per fare ulteriori soldi a spese del povero malato. Io non mi farò mai vaccinare anche se dovesse diventare obbligatorio! Ma non penso che nella mia patria svizzera diventerà mai obbligatorio.

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 18:08

@okorop1.Ma non sei quello delle crisi allergiche ? Non ti ha calmato la mia risposta "adrenalinica" ?

Ritratto di filospinato

filospinato

Mar, 29/12/2020 - 18:09

O scegli un buco in spalla o scegli un buco in terra. Un buco nell'acqua è scientificamente impossibile.

cgf

Mar, 29/12/2020 - 18:11

un vaccino studiato e commercializzato dalla stessa industria che produce la pillola blu, quale effetto collaterale può avere? Dicono che pensare male…

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 18:12

@ruggerobarretti. Ma se il tuo medico è un po' preoccupato (di cosa non so) sarebbe interessante sapere quali siano le sue preoccupazioni che forse sono anche le tue ma non le mie. Comunque mettere di mezzo chi non c'è e non può controbattere non è molto sensato. Effetti tardivi del vaccino del morbillo ? A volte anche dopo 40-50 anni si possono avere delle reazioni imprevedibili.

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 18:21

@MonikaHefti.Penso che tua cugina (sempre che esista davvero) sia stata cacciata a calci nel sedere per immaturità ed imperizia. Quanto alla Svizzera penso che se ci saranno troppe persone come te e come "tua cugina"renderà obbligatorio il vaccino per non essere tagliata fuori dagli affari europei. Troppi affaristi e banchieri la eviterebbero.

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 18:22

@cgf. Ma su chi lo riceve o sul virus.Perchè se fa lo stesso effetto sul virus.....son c....

okorop1

Mar, 29/12/2020 - 18:28

1) luoghi inadeguati dove vengono fatti sti vaccini 2) i vaccini mRNA sono nuovi con effetti imprevedibili 3) non si conoscono le interazioni con altri farmaci 4) dubbia è l efficacia e se lo è di un arco temporale ridotto...dopo queste verità, correte a farvi il vaccino e non stufate con i vostri inutili post...

Klotz1960

Mar, 29/12/2020 - 18:28

Come stanno "davvero" le cose. Come se si scrivesse anche per scherzo.

rossini

Mar, 29/12/2020 - 18:37

Insomma, ma che razza di scienziati sono questi qui? E come è possibile fidarsi di loro? Non si sono accorti che da una fiala si possono ricavare 6 dosi invece che 5. Non è un dettaglio trascurabile visto che ogni dose costa quattrini. E allora, a che gioco giochiamo? Come possiamo essere sicuri che questi, per guadagnare una barca di soldi, non abbiano fatto le cose alla carlona?

wania

Mar, 29/12/2020 - 18:37

.......ma per quanto ancora ci racconteranno balle ?Il vaccino anticovid non esiste.E' solo un miscuglio inerte che avrà un effetto placebo per tranquiillizzare la gente ma servirà soltanto per dare il via ad un giro di capitali di denaro che andranno ad arricchire agenzie farmaceutiche e governi.Le agenzie di controllo nazionali dei vari Stati non possono non dare il loro assenso alla somministrazione del miscuglio:Ricordate,le industrie farmacologiche dicevano che il vaccino sarebbe stato pronto per l'estate-autunno 2021 ed invece come per magia in poco tempo hanno scoperto tutto.Che bravi ! ! ! L'importantaza primaria è il denaro non la gente.

ingenuo39

Mar, 29/12/2020 - 18:37

Visto che questo vaccino sarà prodotto per persone anziane da una fabbrica conosciuta anche per un prodotto particolare, che sia il caso di colorare di blu anche il vaccino? Magari gli anziani saranno piu contenti degli eventuali "effetti collaterali". Grazie

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 18:39

@okorop1. 1)Da bambini il vaccino ce lo facevano a scuola (luoghi inadeguati).2)RNAm a differenza del DNA ha vita brevissima.Produce la proteina Spike del virus e scompare.3)Il vaccino non è un farmaco ergo non ha interazioni con i farmaci.4)Se dura anche solo 7-8 mesi non c'è problema. Anche il vaccino antiinfluenzale bisogna rifarlo ogni anno.

caren

Mar, 29/12/2020 - 18:41

cgf 18.11, se è la stessa industria della pillola blù, è facile immaginare quale sarà l'effetto collaterale.........

Ritratto di NicoGE

NicoGE

Mar, 29/12/2020 - 18:47

giannibarbieri, ma sei un virologo per asserire quello che scrivi?

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 18:49

@wania.Ho dovuto leggere due volte per capire che i no-vax sono come Biancaneve rispetto a lei. Per fortuna che la Terra è sempre piatta.Tranquilla.

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Mar, 29/12/2020 - 18:51

Con tanta gente ben disposta a farsi iniettare anche due, se non tre, dosi d'infuso, fossero necessari, non avrò problemi ad evitare una eventuale, non necessaria, per quanto mi riguarda, fialetta, continuando a procedere tranquillamente come al solito.

Andrea Balzarotti

Mar, 29/12/2020 - 18:54

Nel 1950 il talidomide venne pubblicizzato su una cinquantina di autorevoli riviste scientifiche, la scheda descrittiva delle sue proprietà farmacologiche venne distribuita capillarmente a 250.000 medici e venne effettuata una campagna pubblicitaria nella quale si sottolineava la completa sicurezza del farmaco, talmente sicuro che se ne consigliava l’uso ai bambini e alle persone sottoposte a stress emozionali. Solo nel 1960 per la prima volta vennero documentati casi clinici con difetti congeniti agli arti. In Italia, a seguito dei devastanti effetti della somministrazione di talidomide in gravidanza lo stesso fu ritirato dal mercato con “colpevole ritardo” nel 1962.

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 18:54

@NicoGE. Fuochino...

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 18:56

@Spiderman59. Tanto la meta è uguale per tutti....

okorop1

Mar, 29/12/2020 - 19:00

@NicoGE guarda che i virologi sono i medici con la specialità più bassa della medicina, la specialistica paga una miseria e a livello di remunerazione è la più bassa di tutte le specialità mediche....si chieda poi il perché ...comunque anche loro non sanno nulla perché manco la Pfizer sa qualcosa...sparano pareri per avere visibilità (soldi) saluti

Jon

Mar, 29/12/2020 - 19:01

I Vaccini..se fossero davvero UTILI..NON CE LI DAREBBERO MAI..!!

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 19:02

@Andrea Balzarotti. Intanto non ha senso paragonare un farmaco con un vaccino. Non sono neppure parenti. Poi è verissimo che la ditta produttrice del Talidomide non testò il farmaco su cavie gravide e ci furono le tragiche conseguenze che tutti conosciamo. Ma tutto questo nulla ha a che fare con le vaccinazioni. Riprovi con quella per la poliomielite..fa più paura.

Lugar

Mar, 29/12/2020 - 19:06

Dopo aver ascoltato personaggi autorevoli, devo dire che mi fido di questo vaccino. Quello che invece mi crea tanti dubbi è la catena del freddo, chi garantisce che il vaccino sia stato tenuto sempre alla giusta temperatura? I media parlano di tutto tranne che di questo problema che a parer mio è importantissimo.

Joecasti

Mar, 29/12/2020 - 19:06

Hmm, non si sa piú a chi credere: comunque se Pfizer é riuscita a risuscitare i morti con il viagra, un po' di credibilitá la dovrebbe avere. :)

caren

Mar, 29/12/2020 - 19:07

wania 18.37, la penso anch'io così. Hai centrato in pieno la questione.

venco

Mar, 29/12/2020 - 19:13

Chi non si vaccina non fa male a nessuno, semmai a se stesso.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 29/12/2020 - 19:15

giannibarbieri: Vada corra,cosa aspetta,si faccia iniettare la sua dose e non ne parli più Se vuole saltare la fila chieda a De luca,cosi sarà etichettato fra le primule;io potrei cedere la mia dose ma credo che se ne parli fra un anno.

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 19:16

@Lugar. L'interruzione della catena del freddo annullerebbe qualunque attività del RNAm .In pratica sarebbe come iniettarsi acqua distillata.

Ilsabbatico

Mar, 29/12/2020 - 19:18

cgf delle 18:11 ...se per quello è anche la stessa azienda che produce una famosa pomata antiemorroidi.....in questo caso non voglio pensare male. Ahahahahaha :) :)

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 19:26

@giùalnord alias okorop1. Quando cambia "alias" cambi anche il commento. Due commenti uguali identici con due nomi diversi.Ma facciamo i bambini ?

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mar, 29/12/2020 - 19:33

Mezzo milione di vaccinati in meno di 10 giorni, un israeliano su venti protetto dal Covid-19.

Helter_Skelter

Mar, 29/12/2020 - 19:50

L'ennesimo articolo per indurre le persone a non vaccinarsi. Per la serie tanto peggio tanto meglio. Il Giornale tifa sempre e comunque contro il governo anche se è contro gli interessi degli italiani. Vergogna.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 29/12/2020 - 19:54

giannibarbieri Mar, 29/12/2020 - 19:26 ahahahahahahahah.... Il vaccino le ha dato alla testa. Addirittura essere preso per okrop1.

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Mar, 29/12/2020 - 19:55

Grazie giùalnord, mi hai tolto la fatica di rispondere al quaquaraqua di turno!!!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 29/12/2020 - 19:55

giannibarbieri Mar, 29/12/2020 - 19:26 Magari voleva dire che io e okrop1 la pensiamo alla stessa maniera.

carpa1

Mar, 29/12/2020 - 19:56

Questo v(ax)-day sembra più essere un v(affa)-day .... grillo docet.

FrancescoBabbia

Mar, 29/12/2020 - 19:56

il mio dubbio è molto semplice, perchè iniettare rnamessaggero per far produrre una proteina che poteva essere direttamente introdotta ? (proteina spike del virus ) e due, che succede se nel trasporto a -70° si denatura l'rna, che proteina sintetizzeremo ? ricordate che il prione della mucca pazza è solo una proteina " andata a male "

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 29/12/2020 - 20:00

Spiderman59 Mar, 29/12/2020 - 19:55 Prego mio eroe preferito.

EnricoV8

Mar, 29/12/2020 - 20:00

Vaccino per una malattia che uccide lo 0,3 % dei malati... L'influenza ne uccide di più! Ma io sono favorevole alle vaccinazioni, ci mancherebbe! Tra qualche anno ci penserò, non prima. P.s. Il Covid 19 l'ho fatto a febbraio 2020, a giugno avevo gli anticorpi ancora preenti, ad ottobre sono venuto in stretto contatto per lavoro con almeno due persone poi ricoverate con il covid ed al tampone sono risultato negativo; ma devo proprio impestarmi con vaccini? RIDICOLO