I nuovi casi sono 23mila Ma record di morti: 993

I dati del 3 dicembre non confermano la frenata della curva. Risalgono nuovi casi, rapporto positivi/tamponi e morti. In calo i ricoveri

Sono 23.225 i nuovi contagi di giovedì 3 dicembre, a fronte di 226.729 tamponi processati. In risalita i morti: 993, ieri erano 684. Risale leggermente il rapporto positivi/tamponi, che passa da 9,9% a 10,2%. in 24 ore. Ieri i nuovi casi erano 20.709 con 207.143 test processati. le vittime 684. In calo le terapie intensive (-19) e i ricoveri nei reparti Covid (-682). Sono 23.474 guariti/dimessi. In Lombardia 3.751 nuovi casi, in Veneto 3.581 e in Campania 2.295.

VENETO

In Veneto si sono registrati 3.581 nuovi positivi nelle ultime 24 ore.per un totale di 154.490 casi Covid dall'inizio dell'epidemia il 21 febbraio scorso , e 95 nuovi decessi per un totale di 3.982. Lo riferisce il bollettino della Regione Veneto aggiornato alle ore 8 di stamane. Calano invece i malati Covid ricoverati in area medica che sono 2.732 (-22), mentre i ricoverati nelle terapie intensive solo 336 (-4).

VALLE D'AOSTA

L'ultimo bollettino della regione Valle d'Aosta segnala 42 nuovi casi positivi e 2 decessi. I casi positivi attuali sono 1118, di questi 113 ricoverati ed 11 in terapia intensiva. I decessi dall'inizio della pandemia sono stati 224. I guariti 5.177.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 772 nuovi contagi (il 7,74 per cento dei 9.970 tamponi eseguiti). Sono inoltre stati registrati 34 decessi da Covid-19, ai quali si aggiungono ulteriori 18 decessi pregressi inseriti oggi a sistema. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 32.970, di cui: 7.696 a Trieste, 14.437 a Udine, 6.353 a Pordenone e 4.088 a Gorizia, alle quali si aggiungono 396 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione risultano essere 15.297. Sono 59 i pazienti in cura in terapia intensiva e calano a 629 (-23 da ieri) i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 941, con la seguente suddivisione territoriale: 321 a Trieste, 375 a Udine, 195 a Pordenone e 50 a Gorizia. I totalmente guariti sono 16.732, i clinicamente guariti 414 e le persone in isolamento 14.195.

EMILIA ROMAGNA

Sono 1.766 i casi di Covid-19 rilevati nelle ultime 24 ore in Emilia-Romagna, per un totale di 127.870 contagi dall'inizio della pandemia. Sono 17.979, invece, i tamponi processati dall'ultima comunicazione, 2.174.960 in tutto, a cui si aggiungono 1.362 test sierologici. Oggi sono stati registrati 85 nuovi decessi: 15 in provincia di Bologna, 8 in provincia di Modena, 3 in quella di Reggio Emilia, 1 in quella di Ferrara, 17 nella provincia di Ravenna, 28 in quella di Rimini e 4 a Parma. Dall'inizio dell'epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.959. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.743 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 51.674. Lo si evince dal bollettino della Regione. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 70.237 (-1.062 rispetto a ieri).

LAZIO

Lieve riduzione del numero dei nuovi positivi nel Lazio. Oggi, su quasi 23mila tamponi, si registrano 1.769 casi, rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 1.791 su oltre 24mila tamponi eseguiti. Scende anche il numero dei decessi: oggi sono 38 a fronte dei 45 di ieri. I guariti nelle ultime 24 ore sono 756.

ABRUZZO

Sono complessivamente 29.196 i casi positivi al Covid 19 accertati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 395 nuovi casi, di cui 76 fra giovani sotto i 19 anni. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 13 nuovi casi e sale a 940: le nuove vittime avevano tra i 59 e 92 anni e risiedevano 10 in provincia dell'Aquila, 1 in provincia di Chieti, 1 in provincia di Pescara e uno fuori regione. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità. Nel dato odierno sono compresi 2 casi risalenti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 10428 dimessi/guariti (+538 rispetto a ieri).

CAMPANIA

Sono 2.295 i positivi al Covid-19 individuati nelle ultime 24 ore in Campania su 24.709 tamponi effettuati. Lo rende noto l'Unità di crisi regionale, precisando che, di questi, 2.141 sono asintomatici e 154 presentano sintomi. Il tasso di positività si attesta sul 9,2%, stabile rispetto ai dati comunicati nel bollettino di ieri. Ci sono stati 54 decessi, 28 nelle ultime 48 ore e 26 nei giorni precedenti, ma registrati ieri in seguito ad accertamenti. Nell'ultimo giorno sono guarite 2.162 persone, per un totale di 56.177. Il numero complessivo dei deceduti è di 1.818, quello dei positivi è invece di 160.569 su 1.639.868 tamponi. Risultano occupati 162 posti letto di terapia intensiva sui 656 disponibili, in calo di 11 unità rispetto a ieri. Dei 3.160 posti di degenza ordinaria, tra Covid e offerta privata, 2.041 sono occupati, 23 in meno rispetto alla precedente rilevazione.

PUGLIA

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 3 dicembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 8.753 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.602 casi positivi: 721 in provincia di Bari, 147 in provincia di Brindisi, 177 nella provincia BAT, 250 in provincia di Foggia, 135 in provincia di Lecce,163 in provincia di Taranto, 14 residenti fuori regione, 5 casi di residenza non nota sono stati riclassificati ed attribuiti. Sono stati registrati 42 decessi: 24 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Bat, 6 in provincia di Foggia, 3 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 812.781 test, 15.912 sono i pazienti guariti e 41.749 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 59.249, così suddivisi: 23.015 nella Provincia di Bari; 6.745 nella Provincia di Bat; 4.149 nella Provincia di Brindisi; 13.614 nella Provincia di Foggia; 4.430 nella Provincia di Lecce; 6.904 nella Provincia di Taranto; 389 attribuiti a residenti fuori regione, 3 provincia di residenza non nota. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

BASILICATA

La task force regionale comunica che in Basilicata sono stati processati 1.700 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 142 (e fra questi 124 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Le positività riscontrate riguardano anche 11 residenti in Puglia e lì in isolamento, 2 persone straniere in isolamento in Basilicata, 2 residenti in regione Lazio in isolamento in Basilicata, 1 residente in Campania in isolamento in Basilicata, 2 residenti in Calabria in isolamento in Basilicata. Risultano guarite 78 persone, 5 invece i decessi (155 in totale a cui si aggiungono 3 deceduti in Basilicata residenti in altre regioni).

SARDEGNA

Sono 22.878 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 538 nuovi casi, di questi 58 diagnosticati il 1 dicembre nella Città Metropolitana di Cagliari, ma inseriti solo oggi nel monitoraggio in seguito a un riallineamento del dato. Si registrano 9 decessi (462 in tutto).

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

manson

Gio, 03/12/2020 - 18:09

ma con questi tragici numeri la gente ha anche il coraggio di pretendere cenoni e spostamenti?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 03/12/2020 - 18:24

E' una guerra, senza se e senza ma. E ci vorrebbe un popolo e una classe politica capaci di sostenere una guerra. Purtroppo non abbiamo né l'uno né l'altro. Sono 1000 campanili e una manica di scappati di casa che se non avessero trovato la politica a dargli da mangiare, sarebbero a grigliare hamburger al Mcdonald ...

CarlSchmidt

Gio, 03/12/2020 - 18:26

Dopo mesi di pandemia e di decessi, nasce una domanda (lecita): qunato sta risparmiando (e risparmierà) l'INPS sulle pensioni ? Perchè nessun giornalista non comincia a considerare questo argomento ?

Calmapiatta

Gio, 03/12/2020 - 18:27

Sono giorni e giorni che la curva è in discesa....Oggi, incredibilmente e inaspettatamente, la curva si impenna senza un motivo, visto che siamo esattamente nelle stesse condizioni delle settimane scorse. Non sarà che il DPCM aveva bisogno di un poco di benzina? A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca. Basta leggere il posto di @manson

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 03/12/2020 - 18:29

ecco qui per colpa dei morti, tanti non potranno andare a sciare, fare i trenini a capodanno, non si potranno andare a trovare i nonni, visto che per il resto dell'anno non li cerca nessuno

steluc

Gio, 03/12/2020 - 18:37

O se ne vanno, o ci ammazzano tutti.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 03/12/2020 - 18:41

@Calmapiatta ... e si dicono anche un sacco di cretinate, specialità in cui lei eccelle. I dati non li dà il governo ma arrivano dalle regioni. Ma magari nella sua mente obnubilata riuscirà a trovare una spiegazione al fatto che regioni "destre" aiutino il governo fornendo benzina ai suoi provvedimenti ...

jaguar

Gio, 03/12/2020 - 18:41

Calmapiatta, è vero, per fare effetto i Dpcm hanno bisogno di pathos.

COSIMODEBARI

Gio, 03/12/2020 - 18:42

Siccome sono in calo da quasi una settimana i ricoveri in terapia intensiva meglio dare i numeri alle stelle dei deceduti. Tanto mica comunicano per quali patologie sono deceduti. Insomma abbiamo a che fare con gli impostori stile comunismo

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 03/12/2020 - 18:43

Bisogna comprendere se fra i morti vi siano persone con gravi patologie pregresse o meno. Altrimenti i dati - afferenti il covid - risulterebbero falsati.

Ritratto di asimon

asimon

Gio, 03/12/2020 - 18:44

ieri ho visto un tg di una tv bolognese che trasmetteva i dati dei MORTI DI COVID, ebbene di 18 persone morte in provincia di BO più della metà ultranovantenni, gli altri da 80 a 90 e un 78enne , tutti con altre patologie gravi, al tg nazionale hanno detto della morte di Giscard d'Estaing a 94 anni CAUSA COVID quando da anni combatteva contro gravi problemi cardiaci. ci stanno prendendo in giro alla grande, questo di mettere tutto nel calderone del covid serve a truccare i dati di questa pandemia, per mettere paura e togliere libertà alle persone

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 03/12/2020 - 19:18

@pipporm - i morti saranno colpa del governo o dell'opposizione che non comanda niente? A chi vuoi additare le colpe e mancanze?

54gianni

Gio, 03/12/2020 - 19:25

La notizia che manca sul tragico numero dei morti è inerente al numero delle terapie intensive, che è abbastanza stabile: oggi per esempio dei 993 decessi, quanti arrivano dalle terapie intensive, quanti dalle semintensive o da repentini peggioramenti ? Non ha senso scrivere che oggi le terapie intensive sono diminuite di 19 unità, senza acclarare che magari sono entrati 974 pazienti nuovi in intensiva, ma morendone 993 il saldo è migliorato di 19 -

Italy4ever

Gio, 03/12/2020 - 19:29

Quindi dopo un mese di tutto chiuso le cose non sono cambiate più di tanto. I casi sono due. Le restrizioni non servono a niente oppure il virus si attiva in tempi diversi da quelli detti dagli "esperti".

KaterinaRozmajzl

Gio, 03/12/2020 - 19:46

Oggi ci si ammala solo e si muore solo di coronavirus: tutte le altre malattie, che portavano alla morte da sole (tumori, infarti, ictus, etc.) o come concause (influenza stagionale) sono sparite dalla faccia della Terra. Hai la febbre? E' coviddi! Sei morto? E' coviddi! Ti hanno amputato una coscia? Sono complicazioni dovute al coviddi!