Reggio, 28enne accoltellato davanti al bar: ora in pericolo di vita

Senza forza per reagire e con i negozi chiusi, il filippino si è salvato riuscendo a lanciare una sedia per strada, ed attirando così l'attenzione di due amici in auto che transitavano in quel momento sulla rotonda

È stato assalito ed accoltellato al termine di un'accesa discussione nelle vicinanze di un bar di Reggio Emilia e lì abbandonato per lungo tempo, prima che qualcuno lo trovasse e chiamasse i soccorsi: ora si trova ricoverato in ospedale in condizioni disperate e lotta tra la vita e la morte.

La vittima, un ragazzo di origini filippine di 28 anni, condivideva un appartamento con il suo aggressore, rintracciato dopo le ricerche avviate immediatamente dagli uomini della squadra volanti della questura di Reggio Emilia.

Secondo quanto riportato dalla stampa locale, che ha riferito alcuni dettagli della vicenda, i fatti si sono svolti proprio dinanzi ad un bar collocato in un edificio posto sulla rotonda tra via del Chionso e via Gramsci. Sono all'incirca le ore 18:00 di ieri, mercoledì 11 marzo, e purtroppo per la vittima il locale era chiuso e nessuno è potuto pertanto intervenire in suo aiuto nè contattare i soccorsi subito dopo il grave ferimento. Tutto avrebbe avuto origine, anche se si tratta al momento di semplici ipotesi da confermare in fase di indagine, da una discussione sorta per futili motivi proprio in ambito domestico. I due giovani avrebbero quindi litigato poco prima della cruenta conclusione della vicenda, con il responsabile, un 29enne di nazionalità italiana, che ha raggiunto lo straniero per strada.

Dopo aver estratto dal giubbotto un lungo coltello da cucina, l'aggressore non ha esitato ad affondarne la lama nell'addome del filippino, provocando un profondo squarcio da cui è iniziato ad uscire parecchio sangue. Crollato a terra e con le forze che lo stavano abbandonando, il 28enne ha potuto solo osservare il coinquilino che fuggiva di corsa dal luogo dell'aggressione, ben consapevole del fatto che, essendo i negozi chiusi, difficilmente qualcuno sarebbe passato per soccorrerlo. Con un enorme sforzo, tuttavia, è riuscito a lanciare una delle sedie che si trovavano all'esterno del bar facendole raggiungere la carreggiata in un tratto della rotonda. Una manovra disperata che ha attirato l'attenzione di due amici che si trovavano in auto, come da loro stessi raccontato. "Abbiamo superato un bus fermo", hanno riferito a "La Gazzetta di Reggio", "Poi abbiamo visto la sedia in mezzo alla strada. Abbiamo rimesso la sedia davanti al bar e lì abbiamo visto questa persona che ci ha detto di essere stata accoltellata".

Immediata la segnalazione inoltrata al 118 ed alle forze dell'ordine, giunte sul posto anche con alcuni uomini del reparto della Scientifica. L'italiano è stato subito rintracciato: si trovava all'interno dell'abitazione che condivideva con la vittima. Rinvenuto anche il coltello usato nell'aggressione. Il filippino, in pericolo di vita, sarà sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.