Le regole per viaggiare in treno, aereo, pullman o nave

Sono state stilate le regole per viaggiare questa estate. Oltre ad informarsi sulle restrizioni presenti nella destinazione, sarà necessario decidere in anticipo il veicolo

Le regole per viaggiare in treno, aereo, pullman o nave

Si avvicina l'estate e con questa, per tanti italiani, le vacanze. Causa pandemia, sarà una stagione estiva in cui, prima di prenotare un hotel e decidere il mezzo con cui si vorrà raggiungere la meta, si dovrà stare molto attenti alle restrizioni e alle regole da seguire per viaggiare.

Come riporta La Nazione, ogni destinazione ha le sue misure di sicurezza così come ogni veicolo.

Aereo

È vivamente consigliato dalle compagnie aeree il check-in digitale in maniera tale da non dover creare file e non dover essere accalcati per imbarcarsi. Inoltre, è obbligatorio l'utilizzo delle mascherine ed è necessario controllare anche quali mascherine sono accettate e quali no dalla compagnia aerea con cui si decide di partire. Lufthansa non accetta quelle di tessuto, le visiere e neanche quelle con la valvola.

Se si resta in Italia, qualora si vada in regioni rosse o arancioni è obbligatorio portare con sé l'autocertificazione. All'estero, invece, i requisiti d'accesso variano a seconda del Paese.

Nave e traghetto

L'Assarmatori fa subito un distinguo tra "autostrade del mare" e servizi a corto raggio. Per le prime è obbligatorio il tampone, fatto rigorosamente nelle 48 ore precedenti, e l'autocertificazione. Qualora la temperatura, misurata all'imbarco, sia superiore a 37,5 verrà direttamente vietata la possibilità di salire a bordo.

Differenti invece le restrizioni per i servizi di trasporto pubblico locale marittimo. Non è richiesto nessun test ma l'armatore non può superare il 50% di capienza. Inoltre, non c'è nessun obbligo di prenotazione. Per le auto vale la regola base: massimo due passeggeri per i non conviventi e al momento dell'imbarco può restare in macchina solo il conducente.

Per la Sicilia e la Sardegna è necessario iscriversi sulle app regionali ed è vietato, per chi viaggia da solo, l'utilizzo di una cuccetta in una cabina condivisa.

Treno

Per l'Alta velocità, le Frecce e gli Intercity (medio-lunga percorrenza) è obbligatoria la prenotazione, a differenza dei regionali. È consigliata quella telematica così da evitare i contatti diretti.

Sono previsti importanti potenziamenti, a partire dal 13 giugno, sulle direttrici turistiche principali. 12 corse in più anche sulle ferrovie nazionali. Nessuna controllo se lo spostamento avviene tra zone gialle. Qualora la destinazione fosse in zona arancione o rossa sarà necessaria l'autocertificazione o il certificato verde, ossia la prova di essere già stati vaccinati, di essere guariti o semplicemente di essere negativi al tampone, fatto nelle 48 ore precedenti. Quest'ultimo è essenziale anche per salire sui Frecciarossa "Covid free".

Pullman

Regole non molto differenti anche per lo spostamento in autobus: necessaria la prenotazione sulle linee a lunga percorrenza, obbligo di mascherina chirurgica e di cambiarla ogni 4 ore se il viaggio è più lungo. Inoltre, come specifica Paola Galantino, responsabile Anav, ogni passeggero dovrà firmare un'autodichiarazione dove accetta di rinunciare al viaggio qualora insorgano i primi sintomi Covid.

Non sono presenti delle regole sulla capienza: "il pullman si può riempire fino al 50% ma ci sono deroghe. Ad esempio se 2 o 3 passeggeri dichiarano di essere abitualmente conviventi, possono viaggiare a una distanza inferiore al metro", spiega la responsabile Anav.

Commenti