Revocata la libertà vigilata a Salvo Riina: per lui un anno nella colonia di lavoro

Il tribunale di sorveglianza di Padova ha deciso di revocare la libertà vigilata per il figlio di Salvatore Riina, dopo che è stato sorpreso ad acquistare droga e ad uscire di casa di notte

Giro di vite contro la libertà vigilata di Giuseppe Salvatore Riina, detto Salvo. Il figlio del boss mafioso recentemente scomparso per un anno dovrà scontare la detenzione in una "casa lavoro". Riina Jr, 40 anni, che la Direzione distrettuale antimafia considera ancora socialmente pericoloso, è stato sorpreso diverse volte (almeno una decina) intento ad acquistare cocaina. Gli episodi a suo carico si sarebbero verificati nell'arco di tempo compreso tra il settembre e il maggio 2017, nelle fasce orarie in cui gli era precluso uscire di casa (dalle 22 alle 7 del mattino). Proprio per questo motivo il tribunale di Sorveglianza gli ha contestato due cose: non aver rispettato il divieto di frequentare pregiudicati (i pusher lo erano) e non uscire di notte. Le dosi di stupefacenti Riina le avrebbe consumate nei party organizzati a casa sua.

Arrestato nel giugno 2002 per associazione mafiosa ed estorsione, Riina junior è stato condannato in via definitiva a 8 anni e 10 mesi. Dal 2012 è sottoposto alla sorveglianza speciale a Padova. LDopo essere stato "pizzicato" la procura di Padova aveva chiesto una pena più dura per lui: tre anni di lavoro in colonia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di sepen

sepen

Mar, 28/11/2017 - 15:35

Ottimo, in giro a comprare coca. Mi piacerebbe scoprire con che soldi, visto che non mi pare sia precisamente un articolo a buon mercato

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 28/11/2017 - 16:39

eppure io sapevo che in patania "opera" solo la 'ndrangheta ,ma questo fatto denota che anche la mafia ha aperto la casa madre in patania ,complimenti per la nuova e forte imprenditoria che avanza al nord ! p.s. speriamo che non si fregate anche la camorra e la sacra corona unita , tanto la mafia cinese , sud americana e africana già c'è,secondo me dovrebbe intervenire la consob e denunciarvi per trast e aggiotaggio ah! ah! ah!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 28/11/2017 - 18:04

i patani sono scappati; dai fatemi divertire!

rebella123

Mar, 28/11/2017 - 19:13

Un anno? Tutta la vita lavori forzati a pane e acqua