"Ricalcolate l'Rt in Lombardia" Ecco le mail della zona rossa

La Lombardia ha chiesto il ricalcolo dei dati. Fontana sicuro: "Dalla Regione nessuno errore". Continua lo scontro con Roma

Un fitto scambio di mail ha accompagnato il caso Lombardia zona rossa (per sbaglio). Diversi messaggi sono stati scambiati dalla Regione con l'Istituto Superiore di Sanità per calcolare l'Rt che ha poi determinato l'ingresso della Lombardia nella fascia rossa per una settimana. L'Iss, come riferito a Repubblica, ha "segnalato dall’inizio dell’epidemia nell’ultimo periodo, una grande quantità di casi, significativamente maggiore di quella osservata in altre regioni, con una data di inizio sintomi a cui non ha associato uno stato clinico e che pertanto si è continuato a considerare inizialmente sintomatici. Questa anomalia è stata segnalata più volte dall’Iss alla Regione".

Lo scambio di mail

Ed è su questo ultimo passaggio che di fatto è scattato lo scambio di comunicazioni tra Regione e Iss. Il primo passo viene fatto il 7 gennaio. L'Iss sostiene di aver inviato una lettera ai tecnici della Lombardia per una verifica sui dati segnalando che l'Rt regionale era arrivato all'1,4. Da Milano non sarebbe arrivata risposta, secondo quanto riferito dal presidente dell'Iss, Brusaferro: "Non c’è stata alcuna contestazione in quei giorni — ha spiegato Brusaferro — Nel monitoraggio di venerdì 15 è passato tutto senza problema". Poi è scattata la zona rossa con la firma dell'ordinanza da parte del ministro Speranza. L'assessorato alla Salute a questo punto informa l'Iss che qualcosa non va e invita ad un ricalcolo.

Ed è qui che scatta la mail da parte del Pirellone del 19 mostrata dal tg3 in esclusiva: "Con la presente, a seguito delle odierne interlocuzioni, si richiede che venga eseguito un calcolo dell’indice RTSintomi recependo le modifiche definite a livello tecnico relative al conteggio dei pazienti guariti e deceduti". A questo punto si arriva al 22 gennaio giorno in cui il capo del dipartimento del Welfare Marco Trivelli invia una mail all’Istituto e al ministero poco prima della Cabina di regia per il monitoraggio dell'epidemia. Anche in questa occasione viene chiesto un ricalcolo dei parametri: "Gentilissimi, tenuto conto dell’integrazione del flusso dei dati trasmesso mercoledì 20 rispetto a mercoledì 13, effettuata a seguito del confronto tecnico tra Iss e assessorato al Welfare relativa alla riqualificazione del campo stato clinico (...) si chiede la rivalutazione dell’indice Rt nella settimana trentacinquesima. Ora per allora". Grazie a questa mail è poi arrivato il ricalcolo e l'ok da parte del Ministero per far entrare già da domenica 24 gennaio la Lombardia in zona arancione.


Fontana: "Nessun errore da parte nostra"

Il governatore Fontana è sicuro: da Milano nessun errore. "Noi non abbiamo commesso errori, siamo stati noi a segnalare tutto. Siamo stai noi a fare ricorso al Tar per la classificazione sbagliata, siamo stati noi a dire che l'algoritmo aveva dei problemi. La polemica mi lascia indifferente, noi ci fidiamo di cosa decidono i giudici. Probabilmente non è colpa di nessuno. Lasciamo che la magistratura accetti i fatti e le eventuali responsabilità. Noi abbiamo sempre mandato i dati in maniera corretta e trasparente", ha affermato.

Infine ha aggiunto: "Nessun altro a Roma, al ministero della Salute o all'Iss, ha evidenziato che tutti gli altri dati relativi alla Lombardia andavano in una direzione mentre l'Rt in senso opposto. Siamo stati noi che abbiamo chiesto che venissero affrontati tutti i problemi legati a questo benedetto algoritmo". Tesi questa confermata da Brusaferro: "È stata la Lombardia a chiedere il ricalcolo".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 25/01/2021 - 10:11

Letizia Moratti, 22 gennaio 2021: "Nessuna RETTIFICA, a seguito di un approfondimento relativo all’algoritmo dell’Iss, condiviso con lo stesso, per l’estrazione dei dati per il calcolo dell’Rt, abbiamo inviato la RIVALORIZZAZIONE (che non è una RETTIFICA, intendiamoci!!! n.d.r.) di dati richiesta che ci auguriamo porti alla revisione dell’assegnazione di zona rossa". Ma di cosa stiamo parlando???

sivispacem

Lun, 25/01/2021 - 10:12

quindi con questa mail la regione Lombardia chiede il ricalcolo in base ai dati aggiornati e trasmessi da lei stessa. Fontana...

Ritratto di Montagner

Montagner

Lun, 25/01/2021 - 10:16

La preoccupazione dei sinistri è quella di impostare, da lontano, la prossima campagna elettorale in regione Lombardia. . . . Dei danni fatti da questo governo di incapaci . . . . niente! Brutta gente!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 25/01/2021 - 10:41

È veramente preoccupante l'andazzo in regione Lombardia. Hanno fatto proprio la strategia: “Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità” (Goebbels). La mail è chiarissima: vi abbiamo mandato, ORA, dati aggiornati quindi ricalcolate. Ma ci hanno anche detto per mesi che in Regione andava tutto benissimo e stavano facendo il meglio e poi ... hanno sostituito Gallera! La Moratti poi non avrebbe mai detto che i vaccini si dovevano distribuire per PIL era stata fraintesa, peccato che poi salta fuori un audio in cui dice esattamente quello

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 25/01/2021 - 11:35

che disastro, ha ragione Sala massima trasparenza e fuori i dati cosi i cittadini potranno sapere chi ha sbagliato veramente e senza filtri politici e mediatici

Gianca59

Lun, 25/01/2021 - 13:41

Per favore qualcuno dica a Fontana di smettere di sostenere la tesi dell' algoritmo che sbaglia e qualcuno spieghi al pover'uomo la differenza tra dati sbagliati inviati dalla regione (casi non chiusi che aumentavano il numero dei malati) e e risultai ottenuti dalle elaborazioni dell' algoritmo sui dai sballati (zona rossa).

Gianca59

Lun, 25/01/2021 - 13:44

Sulla base della ricostruzione fatta, il povero Fontana ribalta completamente la situazione: se tutto è partito dall' ISS che segnala un' anomalia, non può dire "Siamo stati noi che abbiamo chiesto che venissero affrontati tutti i problemi legati a questo benedetto algoritmo"; casomai la regione ha fornito i dati corretti e l' algoritmo ci ha messo in zona arancione !

Gianca59

Lun, 25/01/2021 - 13:48

In regione qualcuno ciurla nel manico perchè l' ha fatta grossa e c'è da chiedersi se la zona rossa che ci siamo fatti tra novembre e dicembre era appropriata o anch' essa frutto di castronerie sui dati ! E che non neghino le castronerie: perfino il sindaco del mio paese aveva scritto alla regione chiedendo se c'era qualcosa che non andava sui dati locali (nella prima ondata il contatore aveva raggiunto al max 110, nella seconda 300 e poi non è stato più aggiornato perchè non coincideva con la visione che ne aveva localmente il sindaco).

tiromancino

Lun, 25/01/2021 - 15:07

Nel torbido si pesca meglio, dall'una e dall'altra parte, e la regione Lombardia,con il PIL, è da CONQUISTARE