Riconosciuta la rom con Danas: "Sua figlia parlava italiano”

Una giovane potrebbe aver riconosciuto la donna nel video con Danas a Milano: trovarle potrebbe aiutare a capire se si tratta di Denise Pipitone

Riconosciuta la rom con Danas: "Sua figlia parlava italiano”

Un nuovo tassello potrebbe avvicinare a Denise Pipitone. Una giovane ha infatti raccontato di aver conosciuto la donna nel video con Danas e, come ha spiegato più volte l’ex pm del caso Maria Angioni, oltre a delle perizie su somiglianze fisiche ed enclave linguistica, c’è un’elevata probabilità che Danas e Denise siano la stessa persona e che quindi la bambina scomparsa a Mazara del Vallo il 1 settembre 2004 sia ancora viva e oggi sia una donna.

Dell’argomento si è parlato ieri a “Lombardia nera” su Antenna 3, come riporta Milano Today, e poi ancora questa mattina in Rai su “Storie italiane”. In pratica, una giovane che ha risieduto vario tempo nel Milanese e oggi di trova in Campania ha testimoniato alle forze dell’ordine di un incontro particolare avuto nel 2018 a Parigi. La giovane ha infatti incontrato una donna somigliante a quella del video catturato da Felice Grieco a Milano nell’ottobre 2004, e sua figlia, che parlava sommariamente italiano e aveva una forte intonazione italiana nel suo linguaggio. La donna, che si chiama Florina, disse che la figlia era adottata. Le due vivevano in un campo rom nei pressi di Parigi, dove la figlia di Florina veniva monitorata dagli altri ospiti del campo con particolare attenzione. Ma non si sa il perché di questa particolare attenzione. Come ha sottolineato Eleonora Daniele a “Storie italiane”, c’è da chiedersi se le due si trovino ancora a Parigi. Trattandosi di nomadi però la risposta è tutt’altro che scontata.

Proprio nei giorni scorsi a “Quarto grado” Felice Grieco, la guardia giurata che girò quei video con il telefonino, ha raccontato di aver riconosciuto la donna da una foto segnaletica che gli è stata inviata e di aver denunciato tutto alle forze dell’ordine. Grieco ha assicurato che la donna vista in foto è la stessa che lui ha ripreso, ricordando come sia una parte fondamentale del proprio lavoro ricordare i volti delle persone.

È fondamentale, a questo punto, che anche questa segnalazione su Florina e sua figlia sia verificata dagli inquirenti. Nelle ultime settimane, oltre alla vicenda di Olesya Rostova, una giovane russa che cercava la sua famiglia naturale, ci sono state varie segnalazioni di presunte Denise Pipitone che poi si sono rivelate segnalazioni errate. Tra questa una 28enne brasiliana e una ventenne calabrese di origine rumena di nome Denisa, che ha perfino accettato di sottoporsi all’esame del Dna per fugare qualunque dubbio sulla sua identità.