Rimini, fa sesso non protetto nonostante abbia Hiv: donna contagiata

Il caso in provincia di Rimini, dove l'uomo – un 39enne di origini brasiliane – adescava le donne sui social. È agli arresti domiciliari

Un altro untore di Hiv. Un uomo di 39 anni, di origini brasiliane, è stato arrestato dall’Arma dei Carabinieri di Rimini con l’accusa di aver infettato una delle sue amanti, e di avere esposto al virus, volontariamente, altre tre ignare donne. Il 39enne, da quanto emerso dalle indagini, adescava le signorine sui social, le frequentava e consumava con loro rapporti sessuali non protetti nonostante la sua sieropositività.

Per questa ragione è finito in manette ed è stato posto alla misura cautelare degli arresti domiciliari: sarà chiamato a rispondere in un'aula di Tribunale del reato di gravi lesioni.

Le indagini sono state avviate nel mese di agosto, in seguito alla denuncia presentata da una donna che, casualmente, era venuta a conoscenza che il partner era sieropositivo al virus dell'immunodeficienza umana. Le immediate investigazioni, come riportato dall'agenzia stampa Agi, hanno confermato che l'uomo era affetto da viremia per Hiv da alcuni anni e che lo stesso dal 2017 aveva sospeso volontariamente la terapia farmacologica, di averla ripresa poi sporadicamente nel 2018 per poi interromperla totalmente, aumentando così esponenzialmente il rischio di contagio in caso di rapporti sessuali non protetti.

Gli accertamenti condotti dalla Benemerita hanno permesso di risalire con certezza a quattro donne, conosciute tramite social network, le quali, ignare dello stato di salute dell'uomo, hanno confermato di aver avuto rapporti sessuali non protetti con l'indagato, e per una di queste, purtroppo, i test condotti hanno dato un esito positivo.

Alla luce delle risultanze emerse e documentate, l'autorità giudiziaria competente ha emesso la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti dell'uomo. Le indagini proseguono per risalire, attraverso l'analisi del computer utilizzato dall'arrestato, ai contatti avvenuti con altre donne attraverso chat varie e alle effettive frequentazioni sentimentali dell'arrestato.

I particolari verranno illustrati in una conferenza stampa alle ore undici al Comando Provinciale Carabinieri di Rimini.

Il virus dell'Hiv

L'Hiv è la sigla dell'inglese Human Immunodeficiency - virus dell'immunodeficienza umana - che indica due specie di Lentivirus (un sottotipo di retrovirus) che causano infezione da HIV che, se non trattata, provoca la sindrome da immunodeficienza acquisita, ovvero l'Aids. Quest'ultima è una malattia che colpisce brutalmente il sistema immunitario, indebolendolo progressivamente fino a portare all'insorgenza di gravi infezioni e di tumori.

Commenti

DRAGONI

Gio, 14/11/2019 - 10:57

CASTRAZIONE COMPLETA CHIRURGICA. DA EUNUCO NON POTRA' PIU' FARE L'UNTORE.

ginobernard

Gio, 14/11/2019 - 11:31

nessuno tocchi Caino soprattutto se è sieropositivo ... li sento già

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 14/11/2019 - 14:15

L'atto e' sicuramente terminale, ma mi domando come donne adulte abbiano il coraggio di acconsentire a rapporti sessuali occasionali NON protetti.