Risse e rapine pianificate con Instagram: arrestati 3 magrebini

Tre minorenni sono stati arrestati a Cremona nell'ambito dell’operazione "Last night": sono responsabili di una rapina e della celebrazione, via social di furti e violenze fisiche

Tre minorenni magrebini sono stati arrestati dalla Polizia di Stato di Cremona per essere responsabili di alcune risse e rapine in città. I tre giovani nordafricani facevano parte del famigerato gruppo che gestiva la pagina Instagram "Cremona Dissing".

Le indagini dei poliziotti della squadra mobile hanno avuto origine da alcune aggressioni avvenute nella città lombarda il 12 giugno nel corso e al termine di una festa in un locale. In quell'occasione, un gruppo di ragazzi aveva commesso una rapina e ne aveva tentata un'altra aggredendo per futili motivi alcuni partecipanti alla serata, tutti minorenni.

L'attività investigativa ha permesso di identificare i tre minorenni come gli autori di una rapina di 20 euro in contanti e di una tentata rapina di un portafoglio, attuate sempre con lo stesso schema: individuata la vittima, alcuni componenti del gruppo le si avvicinavano e, dopo averla colpita con calci e pugni o averla minacciata, tentavano di sottrargli il denaro o il cellulare.

Inoltre, vi sono state quattro aggressioni con percosse o lesioni scatenate per futili motivi, come uno sguardo alla persona sbagliata o per il semplice gusto di affermare il proprio predominio, in relazione alle quali sono stati individuati altri quattro componenti del gruppo (due maggiorenni e due minorenni) che, dalla fine del 2018 ad oggi, si sono resi responsabili di numerose risse, aggressioni, minacce, rapine ed estorsioni nei confronti dei loro coetanei, il tutto alimentato dall'autocelebrazione delle proprie gesta grazie ad un uso distorto dei social.

I tre magrebini sono stati collocati in comunità.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Lun, 26/08/2019 - 10:51

Non capisco perché si indicano questi delinquenti come "magrebini". Sono Tunisini, algerini o marocchini? Osservando le cronache di tutta Italia si evince che esiste un'emergenza "magrebini", perché primeggiano in rapine, spaccio, violenza. Da non dimenticare inoltre l'abuso illegittimo degli aiuti sociali. Specificando che ci sono sicuramente magrebini osservanti della legge e che devono godere dei diritti costituzionali, per tutti gli altri si deve usare il pugno di ferro ed aumentare il più possibile i rimpatrii. Tunisia, Algeria e Marocco sono Paesi dove una parte della popolazione vive nel lusso, il PIL é in crescita e le prospettive di sviluppo sono molto maggiori che non in Europa. I vertici delle classi dirigenti poi godono di privilegi immorali, doppio passaporto e conti in Svizzera. Perché allora tutti questi "magrebini" non combattono per ottenere più diritti? Perché vengono tutti in Italia?

corto lirazza

Lun, 26/08/2019 - 11:33

Ricordate quando i kompagni ci dicevano che qusai tutti gli immigrati clandestini erano dei pozzi di scienza plurilaureati? Questi tre che confessavano le loro gesta sulla rete, erano fra i pochi con solo la quinta elementare!

Malacappa

Lun, 26/08/2019 - 14:07

Roba da pdioti meditate italiani meditate