Roma, esplosioni e scintille: panico sulla Metro B

Migliaia di persone sono state evacuate dalla fermata Policlinico della Metro B dopo un guasto su un treno dovuto alla rottura di un cavo della linea aerea. Paura e malori tra i passeggeri

Roma, esplosioni e scintille: panico sulla Metro B

"Il treno si è fermato all'improvviso in galleria alle 8,20 circa ed è scattato il panico, siamo stati fatti scendere e camminando lungo i binari abbiamo raggiunto la stazione Policlinico". Sono alcune ragazze a raccontare gli attimi di paura vissuti stamattina a bordo di un treno della linea B della Metropolitana di Roma.

Si pensa subito ad un attentato ma il treno si è bloccato per un guasto tecnico. A provocare le esplosioni che si sono sentite a bordo del convoglio, scatenando il caos tra i passeggeri, infatti, sarebbe stata la rottura di un cavo della linea di alimentazione aerea. In oltre 1.500 sono stati evacuati dalla fermata Policlinico.

A confermarlo sono stati i vigili del fuoco intervenuti sul posto per soccorrere i passeggeri rimasti bloccati in galleria dopo l’incidente sul treno che viaggiava tra le stazioni Castro Pretorio e Policlinico. Per fortuna non c’è stato nessun ferito. Solo tanta paura, tra boati e scintille. Alcune persone hanno accusato malori e per soccorrerle è stato necessario anche l’intervento del personale sanitario e di diverse ambulanze, oltre a quello di polizia, carabinieri e polizia locale di Roma Capitale.

Sulle banchine della metro ora manca la corrente elettrica e il servizio è stato sospeso tra Castro Pretorio e Monti Tiburtini. Sul tratto l’Atac ha disposto navette sostitutive per assicurare la continuità del servizio. In tarda mattinata è arrivata una nota dell'Atac sulla vicenda, con cui l'azienda ha confermato che è stato "un guasto tecnico alla linea area" a determinare "l'interruzione parziale del servizio e il blocco di un treno in galleria in arrivo alla stazione Policlinico". L'evacuazione, comunica la municipalizzata dei trasporti capitolina, "si è svolta secondo quanto previsto dalle procedure a tutela dei passeggeri, con i quali Atac si scusa per i disagi procurati".

L’incidente è avvenuto mentre era in corso uno sciopero dei trasporti di quattro ore indetto dall’Ugl di Roma e del Lazio. Di conseguenza rallentamenti e code si sono formati sulle principali arterie stradali della Capitale. Disagi si sono registrati in tutti i quadranti e per i romani si preannuncia l’ennesimo venerdì di passione.