Roma, narcotrafficante ricercato negli Usa arrestato al Colosseo: lavorava come guida turistica

l 30enne narcotrafficante lavorava saltuariamente come guida turistica nell'area dei Fori Imperiali a Roma, dove è stato arrestato. Era ricercato dall'Interpool

Arrestato dalla guardia di finanza del Comando provinciale di Roma nei pressi del Colosseo un ricercato in fuga da due anni perché ritenuto al vertice di un'organizzazione criminale dedita allo spaccio negli Stati Uniti.

Lo spaccio, la ricerca e l'arresto

Per la Corte distrettuale della Pennsylvania un 30enne romano residente a Phoenix gestiva un traffico ingente di marijuana provenienti dal Messico e che veniva smerciata negli Stati Uniti. Dopo un'indagine della Dea statunitense era venuto a galla che l'uomo era direttamente coivolto nella distribuzione di 450 chili di marijuana per un valore di oltre 2,8 milioni di dollari, come riporta Il Messaggero.

Sottratto al provedimento di cattura era ricercato dall'Interpol di Washington. Grazie al monitoraggio quotidiano dagli specialisti del Gico (Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata) del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia della Capitale, è stato individuato e arrestato.

Il Gico grazie anche al Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia della Direzione Centrale della Polizia Criminale e con il II Reparto del Comando Generale della Guardia di Finanza hanno anche scoperto che il 30enne narcotrafficante lavorava saltuariamente come guida turistica nell'area dei Fori Imperiali, dove è stato arrestato.