Record di tamponi e i contagi salgono a 19mila. Giù i morti:91

Aumentano i contagi in Italia: 3mila in più nelle ultime 24 ore. Diminuiscono i decessi. Superati i 5mila casi in Lombardia

Record di tamponi e i contagi salgono a 19mila. Giù i morti:91

Aumenta ancora il numero dei nuovi contagi in Italia nel bollettino diramato dal ministero della Salute venerdì 23 ottobre. Nelle ultime 24 ore sono stati 19.143 i casi di coronavirus registrati (ieri erano stati 16.079). In calo il numero delle vittime: oggi 91 (ieri erano state 136). Registrato il numero record di tamponi effettuati: 182 mila contro i 170mila di giovedì 22 ottobre. A preoccupare è la situazione in Lombardia. I nuovi casi positivi sfiorano quasi le 5mila unità, mentre sono 2.280 in Campania e 2.032 in Piemonte. Gli attualmente positivi sono 186.002 (+16.700) con 10.549 pazienti ricoverati con sintomi (+855) e 1.049 in terapia intensiva (+57). Sono in isolamento domiciliare 174mila pazienti mentre sono 2.352 le persone guarite o dimesse. Tasso di positività stabile, olter il 10%.

ALTO ADIGE

Nuovo dato record di contagi giornalieri in Alto Adige. Sono 269 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore su 2.824 tamponi esaminati nei laboratori dell'azienda sanitaria. Le persone testate positive dal 24 febbraio - il giorno del primo caso accertato in Provincia di Bolzano - sono 5.549. In totale i soggetti sottoposti al tampone sono 110.930, 1.587 solo giovedì 22 ottobre. Non si registrano decessi (in totale 296). Dieci iricoveri in più che attualmente sono 124. I pazienti covid ricoverati nei normali reparti degli ospedali sono 96, altri 10 si trovano in strutture private convenzionate e ulteriori 8 in terapia intensiva. Aumentano le persone in isolamento domiciliare che oggi sono 6.055, ovvero 500 in più rispetto a ieri. Le persone guarite sono 2.940.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi sono stati rilevati 340 nuovi contagi (5.301 tamponi eseguiti) e un decesso in Friuli Venezia Giulia. Lo ha comunicato il vice governatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 7.415, di cui: 2.476 a Trieste, 2.630 a Udine, 1.476 a Pordenone e 775 a Gorizia, alle quali si aggiungono 58 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 2.501. Salgono a 19 i pazienti in cura in terapia intensiva e a 88 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 369, con la seguente suddivisione territoriale: 200 a Trieste, 82 a Udine, 76 a Pordenone e 11 a Gorizia. I totalmente guariti sono 4.545, i clinicamente guariti 24 e le persone in isolamento 2.370.

VENETO

Ancora boom di contagi in Veneto, che registra un balzo di 1.550 contagi in 24 ore, il dato più alto dall'inizio dell'epidemia. I casi totali di infetti salgono così a 41.140. Si contano anche 7 vittime in più, per un conteggio complessivo di 2.308 morti. Lo riferisce il bollettino della Regione. Salgono anche i numeri dei ricoveri nei reparti non critici , 600 (+12), e delle terapie intensive, 70 (+4).

LOMBARDIA

"La linea epidemiologica sta salendo. Oggi in Lombardia ci sono 5.000 positivi in più. Il virus ha ripreso a circolare". Sono le parole con le quali il governatore Attilio Fontana ha iniziato la conferenza stampa a Palazzo Lombardia. Nella Regione oggi sono stati registrati 4.916 casi. "A Milano città i nuovi contagiati sono attorno ai 1.000. In tutta la regione ci sono stati circa 350 ricoveri in più e le terapie intensive raggiungono complessivamente quota 170 (ieri erano 156)", aggiunge. Sollecitato sulla possibilità di un lockdown nazionale, Fontana ribadisce che "finchè non si arriva a condizioni drammatiche, bisogna fare di tutto per evitarlo".

TOSCANA

In Toscana sono oggi 1.290 i nuovi positivi (1.059 identificati in corso di tracciamento e 231 da attività di screening) su un totale di 27.901 casi, registrati dall'inizio dell'epidemia. I nuovi casi sono il 4,8% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 1.290 casi odierni è di 46 anni circa (il 13% ha meno di 20 anni, il 29% tra 20 e 39 anni, il 32% tra 40 e 59 anni, il 17% tra 60 e 79 anni, il 9% ha 80 anni o più).
[Made with Flourish]

EMILIA ROMAGNA

Dall'inizio dell'epidemia, in Emilia-Romagna si sono registrati 44.365 casi di positività, 888 in più rispetto a ieri, su un totale di 15.978 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Dei nuovi positivi, sono 472 gli asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Prosegue l'attività di controllo e prevenzione: complessivamente 182 persone (tra i nuovi positivi) erano già in isolamento al momento dell'esecuzione del tampone e 278 sono state individuate nell'ambito di focolai già noti. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 44,8 anni. Sui 472 asintomatici, 134 sono stati individuati grazie all'attività di contact tracing, 46 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 1per screening sierologico, 4 con i test pre-ricovero. Per 287 casi è ancora in corso l'indagine epidemiologica. La provincia con più contagi è quella di Bologna (164), a seguire Reggio Emilia (130), Piacenza (118), Rimini (116), Modena (89), Ravenna (62), Parma (54), Ferrara (55), il territorio di Forlì (43), quello di Imola (35) e l'area di Cesena (22). I tamponi effettuati sono stati 15.978, per un totale di 1.449.195. A questi si aggiungono anche 2.855 test sierologici.

LAZIO

"Su oltre 22mila tamponi, oggi nel Lazio si registrano 1.389 casi positivi, 11 decessi e 88 guariti. È stata superata la soglia dei 10mila guariti. Il rapporto tra i tamponi e i positivi è del 6%". Sono i dati diffusi dall'assessore della Regione Lazio alla Sanità, Alessio d'Amato, al termine della videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e aziende ospedaliere, policlinici universitari e l'ospedale pediatrico Bambino Gesù.

MARCHE

Nuovo record di casi positivi nelle Marche. Dopo i 321 casi di ieri su 1.707 campioni esaminati, oggi i contagi sono stati 453 su 2.224 tamponi testati. Si tratta del maggior aumento giornaliero da inizio emergenza e anche del maggior numero di test effettuati. Il servizio sanità della regione ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 4.317 tamponi: 2.224 nel percorso nuove diagnosi e 2.093 nel percorso guariti. Dei 453 nuovi casi 127 sono stati registrati in provincia di macerata dove i contagi salgono a 1.982, 92 ad Ancona (2.738), 42 a Pesaro Urbino (3.413), 70 a Fermo (964), 111 ad Ascoli Piceno (1.173) e 11 fuori regione (375).

ABRUZZO

Sono 7.325 i casi positivi registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza. Rispetto a ieri si registrano 234 nuovi casi, di età compresa tra 2 e 90 anni. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 2 nuovi casi e sale a 503. Dei nuovi casi, 114 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 46, di cui 12 in provincia dell'Aquila, 4 in provincia di Pescara, 10 in provincia di Chieti e 20 in provincia di Teramo. Lo comunica l'Assessorato regionale alla Sanità.

CAMPANIA

"Oggi abbiamo 2.280 positivi su 15.800 tamponi, cioè il 14,5% di contagi sui tamponi rispetto al 12,8% di ieri". Lo ha detto il governatore della Campania Vincenzo de Luca in una diretta Facebook.

BASILICATA

Sono 112 i tamponi risultati positivi sui 1.434 processati ieri 22 ottobre. Lo comunica la task force della regione. Dei positivi, 20 sono cittadini residenti in Puglia dove si trovano in isolamento e tre cittadini residenti in altre regioni (Campania, Veneto, Emilia Romagna) dove si trovano in isolamento. I lucani positivi, dunque, sono 89. Potenza, Matera e Irsina i comuni con il maggior numero di contagi, rispettivamente con 13 a Potenza, 15 a Matera e 10 a Irsina. Nella giornata di ieri sono guarite 10 persone. Salgono a 58 i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane. Dall'inizio dell'emergenza si contano 42 decessi, 542 guariti, 94.027 tamponi analizzati, di cui 9.230 risultati negativi.

PUGLIA

Nuova impennata dei contagi oggi in Puglia: su 5.253 test per l'infezione da Covid-19 sono stati registrati 590 casi positivi. Ieri su 5.651 tamponi erano risultate infette 485 persone. I positivi di oggi sono così ripartiti: 234 in provincia di Bari, 30 in provincia di Brindisi, 58 nella provincia BAT, 176 in provincia di Foggia, 19 in provincia di Lecce, 65 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione, 7 provincia di residenza non nota. È stato registrato un decesso in provincia di Taranto. I casi attualmente positivi nella regione sono complessivamente 6.828.

SARDEGNA

Sono 349 i nuovi casi di contagio in Sardegna, il dato più alto raggiunto finora. Nell'aggiornamento dell'Unità di crisi regionale non si registrano nuovi decessi, che si fermano a 181. I tamponi eseguiti sono stati 3.746, il massimo effettuato finora in 24 ore. Sono 275 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale (+11 rispetto al dato di ieri), mentre resta invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva, 36. Le persone in isolamento domiciliare sono quasi 4mila (3.975), 92
le persone guarite in più. Dei 7.235 casi positivi complessivamente accertati, 1.309 (+86) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 1.116 (+100) nel Sud Sardegna, 605 (+38) a Oristano, 1.041 (+45) a Nuoro, 3.164 (+80) a Sassari.