"Sangue sul motorino": svolta nell'omicidio di Nada

Gli investigatori hanno trovato tracce di sangue sul motorino di Annalucia Cecere, l'insegnante 53enne, indagata per l'omicidio di Nada Cella

"Sangue sul motorino": svolta nell'omicidio di Nada

Potrebbe esserci una svolta nell'omicidio di Nadia Cella, la segretaria 25enne trovata morta a Chiavari, il 6 maggio 1996, nello studio del commercialista dove lavorava. Stando a quanto riporta Tgcom24, sul motorino in uso ad Annalucia Cecere, l'ex insegnante 53enne indagata per il delitto, sono state rinvenute tracce di sangue. Ora spetterà alla polizia scientifica provare ad estrarre il dna dai residui ematici nel tentativo di recuperare informazioni utili alle indagini.

"Sangue sullo scooter"

Il motorino di Annalucia Cecere, l'ex insegnante indagata per l'omicidio di Nada Cella, è stato sequestrato circa una settimana fa. Si tratta di un vecchio che scooter che la donna, al tempo 28enne, utilizzava abitualmente per spostarsi. Lo stesso che potrebbe aver usato anche la mattina in cui la giovane segretaria fu uccisa, tra le 8.30 e le 9, mentre si trovava in ufficio. Secondo la ricostruzione degli investigatori, coordinati dal procuratore capo facente funzioni Francesco Pinto e dal sostituto Gabriella Dotto, Annalucia Cecere si sarebbe invaghita del commercialista Marco Soracco ma lui sarebbe stato innamorato della giovane Nada. Tale circostanza potrebbe aver ingenerato una situazione di rivalità sfociata poi nel sangue. A fronte della nuova pista d'indagine, lo scorso 6 novembre l'ex insegnante è stata raggiunta da un avviso di garanzia. Oggi, quelle tracce di sangue rinvenute sul mezzo in suo possesso, custodito per anni in un box di Boves (Cuneo), rischiano di inasprire ulteriormente la sua posizione nell'inchiesta per omicidio aggravato.

L'audio choc della supertestimone

A 26 anni dal delitto è spuntato anche un vecchio audio che, alla luce degli ultimi sviluppi investigativi, potrebbe segnare la svolta del giallo. Si tratta di una telefonata risalente all'agosto del 1996, circa tre mesi dopo l'assassinio di Nada, in cui una donna racconta all'interlocutore di aver visto di una persona "con le mani sporche di sangue" in un luogo poco distante dall'ufficio in cui era stata aggredita la 25enne qualche attimo prima. L'audio è stato trasmesso nel corso della puntata di "Chi l'ha Visto?" lo scorso mercoledì. "L’ho vista che era sporca - spiega la voce anonima - ha infilato tutto nel motorino. Io l’ho salutata, non m’ha guardato. Quindici giorni fa l’ho incontrata in carruggio, che andavo alla posta, non mi ha nemmeno guardata, è scivolata di là, verso sera". Di chi si tratta?

Commenti