Quell'appello di Briatore per salvare la Sardegna "Ora riaprire discoteche"

Intervistato da "La Nuova Sardegna", Flavio Briatore ha sottolineato che esiste anche la necessità di migliorare i trasporti per i turisti

In piena emergenza sanitaria, Flavio Briatore aveva annunciato l’intenzione di far saltare la stagione del Billionaire, l’ormai mitico locale di sua proprietà situato a Porto Cervo.

Ora, però, con l’incubo coronavirus quasi alle spalle l'ex manager di Formula 1 sembra essere tornato sui suoi passi. L’ipotesi più probabile è che il locale di Pantogia possa riaprire il 24 luglio, leggi permettendo. In realtà il pensiero di Briatore non è legato solo alla sua "creatura" ma riguarda la stagione turistica dell’intera isola. La crisi economica provocata dall’emergenza sanitaria inizia a farsi sentire. Le persone hanno meno denaro da spendere, le attività chiudono e i posti di lavoro, di conseguenza, sono a rischio. Ma non tutto è perduto. I mezzi per ridare slancio all’economia esistono e passano anche attraverso le riaperture di locali e la ripartenza di quei servizi che riescono a richiamare vacanzieri italiani ed internazionali.

Eppure ancora oggi sono molti i dubbi se davvero questa stagione turistica possa essere salvata. In una intervista rilasciata a "La Nuova Sardegna", Briatore ha spiegato che ancora oggi"non sappiamo se le discoteche in Sardegna potranno aprire dal 14 luglio". Per questo l’imprenditore lancia un appello alla Regione chiedendo "un'ordinanza". Se ci sarà, allora il discorso cambia. “Noi dobbiamo assumere oltre 100 persone, per la maggior parte sardi", ha promesso Briatore. "Tanti altri lavoreranno al Phi Beach, o al Just Cavalli, con entrambi sto collaborando per una rete di locali del divertimento in Costa Smeralda - ha aggiunto l’imprenditore -. Come pure siamo a stretto contatto con Smeralda Holding e gli hotel della Costa. Stiamo studiando anche qualche novità per i clienti". L’invito che l’ex manager di Formula 1 rivolge a tutti è che si metta in campo un atteggiamento positivo "perché tutti possiamo dare una mano a far ripartire l'economia. La Sardegna ne ha maledettamente bisogno".

La riapertura dei locali non è l’unico tema trattato da Briatore. L’imprenditore, infatti, ha sottolineato che esiste anche la necessità di migliorare i trasporti per i turisti, in particolare con il modello spagnolo proposto dalla ministra De Micheli. "Il governo regionale ha lavorato bene durante la pandemia, ora però bisogna combattere l'altro virus, quello che abbatte l'economia. Tutto quello che serve a far viaggiare la gente meglio, a costi più bassi da e per la Sardegna va sempre bene", ha affermato Briatore che ha anche indicato la strada da seguire: "Con questo sistema si riuscirebbe sicuramente ad aumentare gli arrivi nell'isola. Servono ovviamente anche più linee, più compagnie che possano volare verso l'isola. E situazioni più vantaggiose anche per chi invece sceglie il traghetto".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio5819

Mar, 30/06/2020 - 14:13

"Ora riaprire discoteche"...e, soprattutto, non far sbarcare CLANDESTINI sulle coste...( protetti da un governo di parassiti )...

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 30/06/2020 - 15:40

Prezzi modici nella sua, un grande

Ritratto di Leonardo78

Leonardo78

Mar, 30/06/2020 - 15:51

Non fate come i sinistri a incensare eroi che non sono eroi. Di proposte buone ce ne sono tante, valorizzatele.

cir

Mar, 30/06/2020 - 16:37

per salvare la Sardegna bisogna impedire a questi personaggi di sbarcare.. creano solo danni e lasciano solo pattume per la strada.