Allevatore sgozzato in piazza. Gli inquirenti pensano al suicidio

Il corpo senza vita è stato trovato da un ragazzino di 13 anni

Allevatore sgozzato in piazza. Gli inquirenti pensano al suicidio

È giallo a Villanova Monteleone, un piccolo Comune in provincia di Sassari, in Sardegna. Pietro Ruiu, un allevatore di 74 anni, è stato trovato senza vita con la gola tagliata sotto il monumento ai caduti nella piazza centrale del paese. L'uomo era in una pozza di sangue e, accanto al corpo, i suoi effetti personali. Sul posto sono giunti i carabinieri e gli esperti della scientifica che indagano sul caso. Il pm ha disposto la restituzione del cadavere ai familiari.

Il corpo senza vita è stato trovato da un passsante, un ragazzino di 13 anni, ieri intorno alle 8 di mattina, vicino la chiesa di San Leonardo. Il ragazzino subito ha lanciato l'allarme. I soccorritori del 118 hanno potuto solo constatare il decesso. I carabinieri del comando provinciale di Sassari non escludono alcuna ipotesi, compresa quella del suicidio. Infatti, come si legge sul quotidiano on line "Unionesarda", sicuramente non si tratta di una rapina finita male perchè Ruiu aveva ancora in tasca 400 euro ritirati dal bancomat la sera di giovedì scorso. L'allevatore è stato trovato senza vita e teneva ancora in mano un coltello molto affilato, l'arma che gli ha procurato la ferita mortale. La salma è stata trasferita per accertamenti all'istituto di medicina legale di Sassari. L'allevatore non era sposato nè aveva figli e viveva da solo.

Ma cosa fa pensare a un suicidio? Come scrive Luca Fiori sul quotidiano La Nuova Sardegna il taglio sulla gola è anomalo. Sembrerebbe fatto da un mancino, quale era Pietro Ruiu. Non solo, sul petto dell'uomo ci sarebbero delle ferite che sembrano essere dei tentativi di suicidio. L'uomo avrebbe tentato, secondo una prima ricostruzione dei fatti, di infliggersi delle coltellate al torace senza, però, affondare troppo la lama per mancanza di coraggio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti