Il saudita in Maserati: chi è l'uomo che ha sfregiato Trinità dei Monti

Ha 37 anni e aveva noleggiato il Maserati all'aeroporto di Malpensa l'uomo che ha sceso in auto le scale di Trinità dei Monti a Roma

Il saudita in Maserati: chi è l'uomo che ha sfregiato Trinità dei Monti

Ci sono scene alle quali si pensa di non dover assistere mai ma la realtà, molto spesso, supera la fantasia. Il suv Maserati che scende la scalinata di Trinità dei Monti a Roma rientra senz'altro tra queste. Le videocamere di sorveglianza hanno registrato tutta la folle impresa dell'uomo, forse inconsapevole del fatto che stava attraversando un patrimonio protetto dall'Unesco a bordo della vettura, per altro presa a noleggio. Ed è proprio grazie alle immagini delle telecamere della zona che è stato possibile rintracciarlo. Si tratta di un 37enne saudita, che è stato fermato dalla polizia di frontiera all'aeroporto di Milano Malpensa mentre era intento a restituire quella stessa vettura, presa a noleggio solo pochi giorni prima.

Per lui è scattata immediatamente la denuncia per danneggiamento aggravato, perché il suo gesto sconsiderato ha rovinato alcuni dei gradini in marmo dell'imponente scalinata che da piazza di Spagna porta alla chiesa di Trinità dei Monti, una delle cartoline più famose e amate di Roma. La caccia all'uomo è scattata immediatamente, perché subito dopo aver completato la discesa, il potente suv italiano ha fatto perdere le sue tracce per le strade del quartiere. Ma era noto che sarebbe stato solo una questione di tempo il suo ritrovamento e, infatti, a distanza di 48 ore la polizia italiana l'ha identificato e denunciato.

E trovarlo non è stato difficile. Individuata la tarda del suv e appurato che si trattava di una vettura a noleggio, la polizia ha chiesto e ottenuto i dati dell'ultima persona che aveva affittato il suv Maserati. A quel punto è stata organizzata la retata per l'uomo che, nel momento in cui si è presentato all'aeroporto di Milano Malpensa per effettuare la riconsegna del mezzo, è stato fermato. Da lì a poco gli agenti hanno effettuato un'ispezione sulla vettura, trovando evidenti tracce sulla sua carrozzeria. A quel punto al saudita non è rimasto altro da fare che confermare di essere stato lui, quella notte, alla guida del Maserati che ha sceso le scale di Trinità dei Monti, dicendosi pronto ad accollarsi le spese del danno arrecato al monumento. "Non l'ho fatto di proposito, è stato un errore. Se c'è bisogno pagherò quello che c'è da pagare", si è sfogato l'uomo. Con lui in macchina si trovava una donna conosciuta pochi minuti prima in un night, che non rischia nessuna sanzione da parte della polizia.

Commenti