"Gli sbirrazzi...". Per Costacurta jr finisce male

Achille Costacurta in ospedale con la lesione del timpano e vari ematomi: sui social denuncia un'aggressione da parte della Polizia di Stato

"Gli sbirrazzi...", per Costacurta jr finisce male

Il figlio di Billy Costacurta e Martina Colombari ha denunciato tramite i social di aver subito un'aggressione da parte di alcuni agenti della Polizia di Stato. Il giovane 16enne ha pubblicato alcuni video nelle sue storie di Instagram, mostrando la t-shirt insanguinata, alcuni ematomi sulla mano e un foglio che sembra una denuncia. La storia è stata geolocalizzata presso l'ospedale di Parma e a corredo del video, Achille Costacurta ha inserito alcune emoticon raffiguranti degli agenti di polizia e delle faccine che vomitano.

La spiegazione più approfondita di quanto accaduto, ovviamente raccontata dal suo punto di vista, si trova nella storia successiva, dove il ragazzo ha scritto quella che sarebbe stata la dinamica dei fatti. "Questo è quello che succede a un ragazzino di 16 anni dalla Polizia di Stato, che la gente elode (elogia, ndr) tanto. Mi hanno picchiato e per precisare mi di hanno perforato il timpano e mi devo operare. Solo per averli chiamati sbirrazzi. Un bel 100k ce lo facciamo dare questa volta", ha scritto Achille Costacurta. Il messaggio con il quale il giovanissimo erede di uno dei calciatori più forti degli anni Novanta denuncia l'aggressione e accenna a un risarcimento danni, oltre che con le emoticon già presenti nella storia precedente, si chiude con una frase: "Basta abuso di potere".

In una storia successiva, registrata all'interno del bagno dell'ospedale di Parma, Achille Costacurta mostra le gambe e fa sentire anche la sua voce: "Volevo ringraziare ancora Giovanni e i suoi 4/5 colleghi che mi hanno picchiato. La Polizia di Stato a un ragazzo di 16 anni... Lo prende così e lo picchia, gli fa perforare il timpano. Mi dovrò operare, sono qui in ospedale. Non sto molto bene, grazie mille di tutto". In un'ultima storia, Achille Costacurta dopo aver fatto un riassunto di quanto dichiarato nelle storie precedenti, ha dichiarato di non aver opposto nessuna resistenza. Per il momento né Martina Colombari né suo marito Billy Costacurta hanno voluto commentare pubblicamente la vicenda, preferendo il silenzio finché non si siano chiarite le dinamiche. Anche la Questura di Parma attualmente ha evitato ogni commento in merito ai fatti denunciati da Achille Costacurta.

Intanto sotto il post di Achille Costacurta insieme a sua madre pubblicato lo scorso luglio si stanno susseguendo i commenti degli utenti, molti dei quali si stanno scagliando proprio contro il ragazzo, accusandolo di essere "figlio di papà". Non mancano comunque anche i messaggi di supporto per il giovanissimo, che ora si dovrà sottoporre all'intervento chirurgico.