Lo scandalo della coop rossa: chiede i soldi ai lavoratori per risanare i debiti

La cooperativa fiorentina con più di 100 milioni di euro di debiti ha richiesto 10mila euro ai lavoratori dopo aver dichiarato lo stato di crisi

Ha fatto 100 milioni di euro di debiti di cui 14 con lo Stato italiano e adesso, la cooperativa rossa chiede i soldi ai lavoratori per risanare il buco.

È questa la decisione che i vertici dell’azienda hanno preso per il percorso di risanamento di Cft, cooperativa storica fiorentina che si occupa di logistica per la grande distribuzione grazie ad una catena di montaggio che conta più di 2100 soci-lavoratori. Un colosso da 142 milioni di fatturato nel 2017 che ora rischia di crollare per colpa dei debiti. A centinaia di semplici lavoratori è stato chiesto di ridare la quota sociale da 10mila euro per mettere una toppa alla grave crisi economica. Interpellati persino alcuni pensionati, ex operai dell’azienda ai quali è stata chiesta, a distanza di anni, la differenza delle tasse pagate dalla coop.

“Ci ho rimesso circa 6mila e passa euro”, ammette con cautela dal finestrino della sua auto aziendale un lavoratore con cui siamo riusciti a parlare prima che la sbarra della sede di Cft si aprisse per fargli iniziare il suo turno di lavoro. “Per cominciare a lavorare qui ho sottoscritto un capitale che è, in fondo, un capitale di rischio e io adesso l’ho perso e non ci posso fare niente - continua - noi come lavoratori abbiamo chiesto all’assemblea che chi ha fatto i danni si prenda le proprie responsabilità”.

Una dirigenza che per anni ha gestito male le risorse e che oggi riversa le proprie colpe su chi, per portare a casa uno stipendio, ha dovuto investire su un qualcosa da cui però non ha mai guadagnato niente se non una paga modesta, spesso persino inferiore alle retribuzioni dei dipendenti delle normali aziende.

“Per anni hanno piazzato gli amici degli amici della sinistra in ruoli dirigenziali - commenta Giovanni Donzelli, deputato di Fratelli d’Italia che presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere al Governo di intervenire sulla questione - hanno sprecato il denaro che doveva servire per far crescere la cooperativa e oggi i lavoratori si ritrovano, magari anche dopo non essere stati pagati per mesi, a dover restituire dei soldi”.

A mettere mano sui bilanci per riuscire a fare chiarezza su come l’impresa sia riuscita a bruciare un capitale in pochi anni è stata nominata Legacoop. Una farsa per Donzelli: "Praticamente è come mandare il controllato a fare il controllore". L’unica soluzione per il deputato di Fratelli d’Italia è che vengano inviati, con urgenza, gli ispettori, che, in base alle leggi sulle cooperative, possono commissariare la Cft e prendere in mano la situazione.

Intanto, dai "piani alti" un silenzio di tomba. Inutili i tentativi per provare ad intercettare il presidente dell’azienda che non rilascia dichiarazioni. Tanti ancora, i punti interrogativi su come la dirigenza stia affrontando la situazione e i lavoratori fanno fatica a parlare. Nel piazzale che accoglie i camionisti intenti nel carico e scarico merci molti di loro negano di aver mai sentito parlare di questa storia.

“È la prima volta che sento questa questione dei soldi chiesti ai lavoratori”, ci dice indeciso un signore sulla cinquantina alla guida di un camion Cft. Sulla stessa scia, i colleghi, che smentiscono le informazioni ormai confermate da tempo e rilanciate dai quotidiani locali che per mesi hanno riportato le decisioni prese dai tavoli di crisi.

Dalla segreteria amministrativa, tramite la quale noi de IlGiornale.it abbiamo cercato di intercettare il presidente Roberto Bartolini, la conferma della paura dilagante dei dipendenti di testimoniare cosa stiano vivendo. “Io non posso parlare di questo e non me la sento di rispondere alle vostre domande”, ammette la segretaria dopo averci informati che il presidente non si trovava in sede. Poi, alla richiesta di confermarci se davvero i lavoratori-soci stessero lavorando a gratis, la ragazza ha messo giù la cornetta. Il timore che una parola in più possa costare cara è evidente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 29/02/2020 - 10:27

operai compagni comunisti....date!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 29/02/2020 - 10:27

Pagare.

gjallahorn

Sab, 29/02/2020 - 10:35

Dov' è la stranezza, le cooperative sono formate da soci e come tali rispondono in solido dei debiti dell' azienda. Quando accade alle aziende private nessuno si scandalizza.

sparviero51

Sab, 29/02/2020 - 11:14

AVETE VOLUTO BAFFONE ? ADESSO ZITTI E MOSCA !!!

brunog

Sab, 29/02/2020 - 11:20

Non mi stupirei piu' di tanto se a ripianare i debiti saranno i contribuenti. I debiti dei comunisti sono debiti di tutti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 29/02/2020 - 11:32

perche la coop sono loro.....

ilbelga

Sab, 29/02/2020 - 11:32

le coop sono come la PA, fanno debiti poi paga pantalone.

savonarola.it

Sab, 29/02/2020 - 11:39

L'economia secondo i comunisti.

Redfrank

Sab, 29/02/2020 - 11:52

fallimento e chiusura totale IMMEDIATA.......

angelorosa

Sab, 29/02/2020 - 11:57

qualcuno si chiede dov'è la stranezza infatti, è l'ennesima grande cooperativa (rossa) che va a ramengo (Carpi, Ferrara ecc.) alla faccia dei soci lavoratori che vengono fregati due volte.

Trinky

Sab, 29/02/2020 - 12:05

Vada a chiedere i soldi al sindaco di Firenze e al Presidente della regione Toscana........

Redfrank

Sab, 29/02/2020 - 12:18

Intanto, dai "piani alti" un silenzio di tomba. Inutili i tentativi per provare ad intercettare il presidente dell’azienda che non rilascia dichiarazioni. .........tutto normale sono rossi.....

Nicola48ino

Sab, 29/02/2020 - 12:44

Socializzare i l debito i compagni si che sono democratici, c'era wualcuno che anni fa faceva col lo stato tale agnelli che socializzava il debito e privatizzava gli utili. Compagni la peste è una febbricciola in confronto alla vostra voracita pecuniaria.

jaguar

Sab, 29/02/2020 - 12:55

I compagni lavoratori non avranno problema a pagare.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 29/02/2020 - 13:02

chi fa spese alla coop è complice della sinistra! non ci sono scuse.... :-)

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Sab, 29/02/2020 - 13:26

Qualche kompagno furbo si sarà intascato i soldi a danno di tutti i lavoratori. Molto meglio il capitalismo di questo schifo che offrono le cooperative rosse.

ItaliaSvegliati

Sab, 29/02/2020 - 13:43

Adesso per compensare ci penserà il governo con i confini aperti della turchia sarà corsa per andare a penderli prima che ci pensi qualcun altro.....forza Lamorgese vai a prenderli.

Franco1410

Sab, 29/02/2020 - 13:54

gjallahorn la stranezza sta nel fatto che nelle aziende private i soci si dividono i debiti ma anche i profitti, nelle coop rosse invece solo di debiti, nessuna divisione dei profitti. Evita di scrivere quando non conosci l'argomento per favore.

MammaCeccoMiTocca

Sab, 29/02/2020 - 14:14

Ma come ??? le cooperative rosse vanno in rosso ? Ma non è possibile... addirittura per entrare a lavoro come soci della cooperativa bisogna tirare fuori dei quattrini e farne un investimento a rischio come in borsa? UHh-Uhh-AHh-AHh dispiace per i lavoratori che hanno tutta la comprensione, ma cacciare fuori un sacco di quattrini per diventare soci di una coop per ottenere un lavoro si vede solo in Italia. Speriamo solo che quando il PD affonderà - perché affonderà - le cose cambino. Per ora a voi amici, tutto il sostegno; ma a voi compagni, ci siete cascati.

Malacappa

Sab, 29/02/2020 - 14:25

Gli operai saranno sicuramente d'accordo senno'li chiameranno fascisti

Ritratto di navajo

navajo

Sab, 29/02/2020 - 14:59

Ma che bravi e oculati sti kompagni dirigenti.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 29/02/2020 - 15:11

Ormai è chiaro a tutti che essere komunisti è una fregatura. Tranne che a loro stessi e malgrado le fregature. Ahahahahah

kayak65

Sab, 29/02/2020 - 15:18

eppure in emilia sono contenti come dimostrato un mese fa...fino al prossimo buco

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 29/02/2020 - 15:24

FANTASTICO.. Ahahahah. Nel mondo komunista quello che è tuo è mio,quindi...zitti e pagate.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 29/02/2020 - 15:25

Il colmo per una cooperativa rossa? Lavorare in nero.

marc59

Sab, 29/02/2020 - 15:26

Giusto così.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 29/02/2020 - 15:52

Beh un lavoro ve l'hanno dato,adesso vogliono indietro gli interessi. Alle prossime elezioni pensateci due volte chi votare E come dice qualcuno "BABBEI!"

DRAGONI

Sab, 29/02/2020 - 15:57

PER USCIRE DALLA SITYAZIONE SI TRASFORMI IN CENTRO DI ACCOGLIENZA CLANDESTINI E NAVIGHERA' NELL'ORO INVECE DI FALLIRE.

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 29/02/2020 - 16:02

Avete appena votato i sinistri???? E godeteveli

Ritratto di babbone

babbone

Sab, 29/02/2020 - 16:16

ci penserà il governo...ahahahahah

ziobeppe1951

Sab, 29/02/2020 - 18:10

Giuseppi....vede e ..provvede

Ritratto di Jexm

Jexm

Sab, 29/02/2020 - 18:18

......"cosanostra"Legacoop....si tratta di una coop..quindi i lavoratori non sono semplici dipendenti,ma "imprenditori" in una specie di società che dispone di agevolazioni statali... Se hanno votato delle capre rosse, per loro convivenza, sono caxxi loro...

46gianni

Sab, 29/02/2020 - 18:29

re mida quello che toccava si trasformava in oro. i rossi dalle banche, MPS, pop bari, etruria, ecc, alle cooperative, governo quello che toccano si trasforma in mxxxa

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 29/02/2020 - 18:36

cari compagni, avete voluto il socialismo reale??dove chi comanda magna ed il resto lo prende in cxxo ?? ora godete e non rompete i cxxxxxxi a chi lavora e d è un libero pensatore

Capricorno29

Sab, 29/02/2020 - 19:06

Come funzionano bene le coop rosse soldi dallo stato tasse poche e poi hanno sembre dei debiti ma chiudetele sono sempre gestite solamente da incapaci Komunisti

MARIOMEN59

Sab, 29/02/2020 - 19:10

E QUESTI SONO GLI STESSI CHE VOGLIONO GOVERNARE L'ITALIA ...IN CHE MANI E' FINITA LA NOSTRA POVERA PATRIA !!!!!

carlobon37@email.it

Sab, 29/02/2020 - 19:16

Bravi sinistri, il male voluto non è mai troppo. Credevate di essere immuni da questa peste .

Santorredisantarosa

Sab, 29/02/2020 - 19:52

COME SI DICE? CHI VUOL IL SUO MALE PIANGA SE STESSO COMPAGNI

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Sab, 29/02/2020 - 19:53

La COOP sei tu! CHITIINKULADIPIU'...???

leopard73

Sab, 29/02/2020 - 19:55

Sono affari LORO qualcuno ha rubato e tanto perché 100 milionidi debito non si fanno in un giorno non vi rimane che chiederli hai vostri amici rossi!!!!

veromario

Sab, 29/02/2020 - 20:43

Che c'è di strano è sempre stato cosi i dipendenti dalla ipercop devono pagare una quota mensile altrimenti a casa.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 29/02/2020 - 20:45

LA COOP SEI. CHI PUO' DARCI, CHI PUO' DARCI DI PIU'!!! CARI KOMPAGNI CI AVETE SPREMUTO COME LIMONI.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 29/02/2020 - 20:46

LA COOP LA COOP SEI TU TU E SOLO TU . CHI PUO' DARCI DI PIU' ???

AlvinS83

Sab, 29/02/2020 - 21:25

Beh, le coop. sono lo specchio di ciò che il governo è e fa. Ruba. Ovviamente non ci saranno conseguenze. Esattamente come Bibbiano (ad esempio.... Uno dei tanti)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 29/02/2020 - 22:00

@navajo - vero i compagni dirigenti dicono che sono stati o.culati, ma i compagni dipendenti sono stati in......

carlobon37@email.it

Sab, 29/02/2020 - 23:19

Volete i vostri soldi? Allora dovete chiederli ai vertici e ai loro amici e parenti,verificate i loro ruoli e i loro stipendi. Successivamente controllate gli appalti e società vicine alla Coop, vedrete che gran parte del danaro usciva dalla porta e poi rientrava nelle loro tasche. Niente disavanzo niente tasse.

Mr Blonde

Sab, 29/02/2020 - 23:23

più o meno come pop Vicenza, alitalia, mps ecc; non vedo perché questi debbano andare in galera, sarebbe un ingiustizia...

Mr Blonde

Sab, 29/02/2020 - 23:26

quello che da fastidio é come agevolazioni fiscali nate x aggregazioni di un capitalismo diverso e sociale, adatto e giustificato per realtà piccole e in specifici campi quali cultura o assistenza, siano diventate strumenti per colossi che falsa o la conorrenza

maurizio@rbbox.de

Sab, 29/02/2020 - 23:33

Ma gente, non è mica uno scandalo! È una cooperativa! Se sei "dipendente" allora non hai diritto alla distribuzione degli utili. Prendi solo lo stipendio. Se sei socio E dipendente allora prendi sia lo stipendio da dipendente ma ANCHE gli utili di socio a fine anno. I soci hanno versato una quota... è capitale di rischio. Suvvia! Chiedete a chi "ha perso" oggi quanto ha guadagnato in passato! Dai non facciamo i fessi!

Reip

Dom, 01/03/2020 - 07:19

COMPAGNO COMPAGNO TU LAVORI IO MAGNO!!!

Rixga

Dom, 01/03/2020 - 08:35

Mi chiedo come si possa lavorare per aziende così e come sia possibile che esistano aziende del genere. Il senso stesso della cooperativa stride a mio avviso con il concetto di vera imprenditoria e spesso sono solo un escamotage per non pagare tasse o pagarne meno, una sorta di evasione fiscale autorizzata che crea una concorrenza disonesta a chi invece ha costituito un altro tipo di impresa. Esistono solamente poiché di contro, alcune (o molte?) grandi aziende preferiscono prendere in prestito i lavoratori delle coop piuttosto che assumerli direttamente, diminuendo così i rischi di surplus di personale in caso di crisi. I suddetti lavoratori sono infatti i primi a saltare o a rimanere a casa e nella mia vita ho conosciuto ragazzi che hanno lavorato per 10 anni nella stessa azienda come fossero dipendenti, ma assunti sempre da cooperative che ogni tot anni chiudevano e riaprivano con altro nome (sempre allo scopo di pagare meno tasse possibili). Mai hanno avuto la possibilità di essere assunti direttamente dall'impresa, subendone le relative conseguenze di precarietà. Poi ci si lamenta dell'evasione fiscale dei professionisti...considerati, quando va bene, portatori asintomatici di coronavAirus fiscale. Non discuto sui vantaggi che vi sono (a mio avviso non per tutti) tuttavia mi è impossibile non sottolineare le storture di questa tipo di società nata senza fini di speculazione e per mutualità, ma di fatto soggetta al contrario e per molteplici ragioni e interessi... I dipendenti delle cooperative sono spesso tra i soggetti più deboli nel mondo dei lavoratori dipendenti e in modo molto variabile e direttamente proporzionale a come viene gestita (o mal gestita) la cooperativa.