Coronavirus, lo scenario apocalittico: si rischiano 68 milioni di morti

Lo studio della Australian National University. Gravissimi danni anche per l'economia: perdite per 9,2 trilioni di dollari. Ma i ricercatori frenano: "Probabilità incerta"

"In uno scenario più disastroso, il bilancio delle vittime da Coronavirus potrebbe raggiungere i 68 milioni. Oltre 15 milioni di persone moriranno nel primo anno dell’epidemia". Questo lo scenario descritto in seguito a uno studio condotto dalla Australian National University, i cui autori hanno comunque voluto precisare che la probabilità delle loro previsioni è altamente incerta. "L’obiettivo non è quello di essere definitivi riguardo allo scoppio del virus, ma di fornire informazioni importanti su una serie di possibili costi economici della malattia", hanno aggiunto.

Lo studio è stato riportato dal giornale portoghese Correo de Manha: il prodotto interno lordo potrebbe scendere fino a 2,3 trilioni di dollari. Centinaia di migliaia di decessi potrebbero verificarsi in Gran Bretagna e negli Stati Uniti d'America. In caso di pandemia, l'economia di alcuni paesi "potrebbe diminuire fino all’8% in un collasso globale". Warwick McKibbon e Roshen Fernando, i due ricercatori che hanno pubblicato lo studio, hanno avvertito che "anche un focolaio contenuto potrebbe influenzare significativamente l’economia globale in un breve periodo di tempo". In uno scenario meno grave si stima che il tasso di mortalità in Cina possa raggiungere il 2%: "Il tasso di mortalità globale ha raggiunto valori sempre più elevati e attualmente oscilla intorno al 3,4%".

I numeri

Nel caso della Gran Bretagna sono previsti 64mila decessi; in Germania 79mila; in Francia, 60mila; invece la Corea del Sud e l'Italia potrebbero essere colpite da decine di migliaia di morti. In Russia si potrebbe raggiungere il milione. Qualora i numeri dovessero essere confermati, il Pil britannico ridurrebbe di circa l'1,5% con l'economia americana in calo del 2,0%.

In questo scenario apocalittico a rimetterci ovviamente sarebbe anche l'economia globale, che potrebbe scendere di 9,2 trilioni di dollari: "L’economia britannica si ridurrebbe di circa il 6,0% nel 2020, peggio del calo del 4,2% registrato nella crisi finanziaria globale del 2009". L'economia americana sarebbe caduta dell'8,4% in una recessione che avrebbe ripercussioni in tutto il mondo. In un'ipotesi di gravità media il bilancio delle vittime globale sarebbe di circa 38 milioni e l'economia globale potrebbe scendere di circa 5,3 miliardi di dollari. I ricercatori hanno infine affermato che le aziende di tutto il mondo dipendenti dai profitti della Cina hanno iniziato a subire contrazioni nella produzione. "Finora il Coronavirus ha causato oltre 3000 morti, in un momento in cui sono stati registrati oltre 100.000 casi in tutto il mondo", hanno concluso.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

obiettore

Lun, 09/03/2020 - 07:57

Saranno contenti bill&melindo.

cuoco

Lun, 09/03/2020 - 10:00

L'Apocalissi. D'altra parte c'è troppa gente che conduce uno stile di vita insostenibile: ambiente inquinato, cibo spazzatura, sedentarietà, fumo alcol ecc...

acam

Mar, 14/04/2020 - 15:14

il conto va presentato alla cina, le loro abitudini sono disumane ...

SPADINO

Ven, 28/08/2020 - 15:35

GUARDATE CHE NON SONO 68 MILIONI I MORTI CHE CI SARANNO.....MA 70 MILIONI .......COME HO GIA' ESPRESSO IN UN ALTRO COMMENTO QUALCHE SETTIMANA FA. PERCHE' STUDI DECENNALI SUI VIRUS SPIEGANO CHE OGNI VOLTA CHE SE NE SVILUPPA UNO, I CONTAGIATI SONO IL 10 % DELLA POOLAZIONE MONDIALE E DI QUESTO 10 % IL 10% MORIRA'. FATE VOI I CONTI.TENIAMO CONTO CHE IN CINA QUALCHE MILIONE E' GIA' MORTO PERCHE' I DATI UFFICIALI DI QUEL GOVERNO SONO SEMPRE FALSI. QUINDI SIAMO QUASI ARRIVATI ALLA FINE.

calisem

Gio, 24/09/2020 - 11:42

Il Sig. Riva e i suoi colleghi chiudano tutte le fabbriche e le aprano all'estero. Gli perai saranno senza lavoro e prenderanno il rdc per un mese poi sara' default. Allora acorreranno in massa alle manifestazioni.. forse...., perche' non avranno i soldi per andare a Roma. In quel tempo saranno pure finiti i soldi per gli apparati dello stato compreso i finanzieri in esame. Prosciugare lo stagno per stanare i pesci.

calisem

Gio, 24/09/2020 - 11:46

Alla Fantozzi: Una caga...a pazzesca... e i pecorones abboccheranno... avanti con i tre giorni di buio a questo punto.. la promessa di tale fatto e' che moriranno milioni di sani... ( male ),ma i cattivi e i cerebrolesi saranno completamente eliminati.. compreso chi e' alla radice di questa truffa globale.