Se Orlando inaugura l'illuminazione di una piazza a Palermo

Il sindaco è finito nell’occhio del ciclone per l’inaugurazione del guasto di illuminazione di piazza Indipendenza a Palermo

Se Orlando inaugura l'illuminazione di una piazza a Palermo

In un Paese normale, questa non sarebbe neanche una notizia ma sarebbe stata relegata in un boxino in fondo alla pagina. Eppure ciò che è normale, diventa straordinario. La villa di piazza Indipendenza a Palermo ha un nuovo impianto di illuminazione, realizzato da Amg Energia su progetto e finanziamento del comune di Palermo. L’intervento ha sistemato un vecchio guasto che danni aveva gettato nel buio l'intera zona. Insomma manutenzione ordinaria diventa straordinaria. "La realizzazione di una nuova illuminazione è un elemento di valorizzazione del patrimonio della nostra città - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando nel giorno dell'inaugurazione -. Con la realizzazione di quest’opera restituiamo a piazza Indipendenza e alla sua villa nuova luce e nuova visibilità, che significa anche piena vivibilità e sicurezza per uno spazio pubblico che può tornare pienamente fruibile, anche di sera, da parte dei cittadini".

Tutto finito, macché. Il Comune ha precisato che non potendo riutilizzare i vecchi pali, lanterne e componenti elettrici di inizi Novecento, ormai del tutto fuori produzione con pezzi di ricambio non più in commercio, l’Amministrazione comunale ha deciso di rifare l’impianto ex novo. Un lavoro che ha permesso di cablare l'intera zona e ammondernarla dal punti di vista elettrico. "Risolti gli intoppi burocratici e quelli legati all’approvvigionamento di materiali, abbiamo lavorato bruciando le tappe: consegnati gli ultimi pali, abbiamo subito proceduto alla definizione dell’impianto – dice l’amministratore unico di Amg Energia Spa, Mario Butera -. La nostra società svolge appieno il ruolo di braccio operativo del Comune di Palermo per quanto riguarda l’illuminazione: dalla riparazione dei guasti alla realizzazione di nuovi impianti, all’illuminazione artistica dei monumenti, le competenze e professionalità dei nostri operatori sono al servizio della città".

Le polemiche non sono mancate perché in molti hanno visto quell'inaugurazione come una provocazione ai tanti cantieri che in città sono ancora aperti e in attesa di essere inaugurati: dal passante ferroviario all'anello. Dal nuovo stadio al raddoppio ferroviario, dalle linee del tram ad una nuova mobilità. C'è una Palermo che vive di rendering impossibili come una città eternamente sospesa. Non tutto dipende dalla volontà dell'amministrazione comunale, ma come ha evidenziato il portale Mobilita.org a volte servirebbe "la dignità del silenzio".
Il M5s è andato all'affondo. "Tre anni per giungere finalmente all'accensione di 19 lampioni. Tre anni per un servizio essenziale", dicono gli esponenti di sala delle Lapidi in consiglio comunale. All'appello però, mancherebbero ancora sette punti luci, che nel progetto originale dovevano illuminare il tragitto del turista da piazza Indipendenza al bastione di Porta Nuova. Quando saranno accesi e il lavoro sarà completato è probabile che sarà prevista una nuova inaugurazione.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti