Sesso con una prostituta nel parcheggio del cimitero: 20 mila euro di multa

Un quarantaduenne di Resana (Treviso) è stato beccato dai carabinieri a fare sesso con una prostituta romena, nel parcheggio del cimitero maggiore di Padova.

Di sicuro si ricorderà questa avventura "amorosa" il 42 enne di Resana, paese del trevigiano, che domenica sera si è appartato con una prostituta, una ragazza romena di 24 anni, nel parcheggio del cimitero maggiore di Padova. Un luogo non proprio indicato per fare sesso e dare sfogo alla "passione", accanto a tombe e ricordi dei defunti.

I due sono stati sorpresi dai carabinieri, che li hanno trovati senza vestiti all'interno dell'auto, in atteggiamenti che non davano spazio a interpretazioni. La serata è finita con una multa di 20 mila euro che i due, cliente e prostituta, dovranno spartirsi. Diecimila a testa. La sanzione pecunaria deriva dalla depenalizzazione del reato di "atti osceni in luogo pubblico", depenalizzazione avvenuta nel 2016 a opera del buon Governo Renzi, con il decreto legislativo del 15 gennaio, che consente di evitare il passaggio davanti a un giudice.

Fino a poco tempo fa l'articolo 527 del codice penale considerava reato gli "atti osceni in luogo pubblico" e tale condotta era punita con la reclusione da tre mesi a tre anni. Ora dopo la depenalizzazione, la norma è stata riscritta e gli atti osceni sono puniti con sanzioni amministrative, eccezione fatta per alcune ipotesi gravi tali per cui si mantiene la pena della reclusione. Oggi il testo dell'articolo 527 stabilisce che: "chiunque, in luogo pubblico o aperto o esposto al pubblico, compie atti osceni è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 30.000". Insomma al quarantaduenne di Resana gli è pure andata bene.

Commenti
Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Lun, 01/10/2018 - 19:17

Ben gli sta` alla coppia ! Uomini state attenti i tempi sono cambiati.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Lun, 01/10/2018 - 20:08

Visto che gli pago lo stipendio, esprimo le mie preferenze: gradirei di più che il tempo lo passassero a cercare di mettere in galera spacciatori.

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Mar, 02/10/2018 - 00:17

Ho letto questo articolo perche' ero sicuro, anzi sicurissimo, che non ci sarebbe stato alcun nome e cognome. E avevo ragione. Bufala.

Ritratto di akamai66

akamai66

Mar, 02/10/2018 - 00:18

E poi ci sono dei sapientoni che dicono di fare all'amore e non alla guerra, eppure se rubi e ti pescano paghi di meno meno che se ti scoprono a fare all'amore.MIsteri italiani.

ruggerobarretti

Mar, 02/10/2018 - 09:11

Quindi cari ragazzetti sotto con Manola.

pilandi

Mar, 02/10/2018 - 09:40

@Leo Vadala ma nome e cognome di chi? Guarda che c'è una legge sulla privacy!

pilandi

Mar, 02/10/2018 - 09:41

@akamai66 si, ma non ti dicono di farlo in un parcheggio...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 02/10/2018 - 10:03

Scommetto che se avessero sorpreso due uomini a fare sesso,sarebbe andata diversamente.Niente multa,onde evitare di essere tacciati per "omofobi"!Sbaglio?...Quanti "diversamente Italiani,sono stati sorpresi in "atti osceni"(di giorno,in luoghi pubblici,non certo il parcheggio di un cimitero,che mi immagino quanto possa essere frequentato di notte,se non da fantasmi guardoni...),quanti hanno pagato € 20.000 di multa?Hanno mai pagato una multà?....Qualche cosa di "equo" sfugge,...o sbaglio?!

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Mar, 02/10/2018 - 20:51

@pilandi - Ed esistono anche le bufale. E questa e' senza alcun dubbio una delle piu' eclatanti.